Torna Amalfi in Jazz, tutti i sabati dal 4 luglio al 29 agosto il grande jazz sulla scalinata del Duomo, ingresso libero.

0
81

amalfiinjazzUn incrocio di stili e di culture musicali, tra nuovi talenti e nomi celebri del panorama jazzistico internazionale.

Sarà di scena ad Amalfi, e più precisamente nel salotto di piazza Duomo, dove ritorna la musica dal vivo grazie a sei eventi jazz promossi in chiave “glocal” dall’Assessorato alla Cultura che metterà insieme giovani artisti locali con alcuni dei più affermati musicisti.

Completamente gratuiti, gli appuntamenti musicali, in programma tutti i sabati di luglio (4, 11, 18 e 25) con un’appendice prevista l’11 e il 29 agosto, si svolgeranno ai piedi della spettacolare scalinata del Duomo con inizio alle 22.30. Qui, si esibiranno gruppi rodati e inedite formazioni jazzistiche tra cui figurano nomi del calibro di Max Jonata, Dario Deidda e Freddie Bryant.

A fare da collante tra la nuova leva jazzistica e alcuni dei leader di molte formazioni che hanno fatto la storia della musica jazz dell’ultimo decennio sarà il chitarrista e compositore jazz Alessandro Florio. Originario di Amalfi, il giovane artista, reduce peraltro da importanti tournée in Italia e all’estero, è l’elemento di congiunzione tra stili e espressività jazzistiche diverse, tra panorama locale e internazionale.

“La rassegna nasce da uno scambio di idee e di proposte con Alessandro e che avevano come filo conduttore proprio la riapertura della piazza alla musica, ma soprattutto alla musica di qualità – spiega l’Assessore alla Cultura, Enza Cobalto – Si punta sul jazz perché è uno dei pochi generi musicali che meglio si inserisce nell’elegante contesto di Piazza Duomo. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal sindaco Daniele Milano e dall’intera giunta comunale di Amalfi per dare un segnale di novità attraverso stili appassionati, profondi e fluidi”. E proprio Florio, il 4 Luglio, aprirà la rassegna musicale in trio con Alessio Busanca all’organo hammond e Luca Mignano alla batteria. Il giovane artista proporrà famosi brani della tradizione e altri originali tratti dal suo nuovo album dal titolo “Roots Interchange” che è frutto di un incontro tra la migliore tradizione jazzistica americana e la cultura mediterranea ed europea di concezione melodica. «Un grande disco nell’accezione più classica del termine – come sostiene il chitarrista e compositore Freddie Bryant – Un album di melodie con contrasti di stili e di groove differenti tra loro, che coinvolgono l’ascoltatore dall’inizio sino alla fine”.

Sabato 11 luglio saranno di scena gli Isolacustica, formazione musicale campana tra più ascoltate su iTunes che propone un repertorio che spazia dallo standard americano puro al classico napoletano, dalla    musica brasiliana alla canzone italiana d’autore, passando per il pop ed il musical. Uno stile che miscela sonorità jazz, brasiliane, etniche rimanendo elegante, garbato e ricercato restando comunque leggero e fruibile. Della formazione composta da Gaemaria Palumbo (sax soprano, tenore e baritono), Domenico Salio (cajon percussioni e batteria) e Susanna Giordano (voce), fa parte un altro giovane musicista amalfitano: Cherubino Fariello (chitarra classica e semiacustica).

Il 18 Luglio sarà la volta del primo special trio: Dario Deidda, Alessandro Florio e Francesco Ciniglio. Il musicista salernitano, premiato dalle riviste specializzate “InSound” e “Jazz It” come miglior “Bassista Italiano”, sarà protagonista in questa inedita formazione a tre a conferma della sua curiosità musicale, mai appagata e sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Autentica icona del panorama musicale vanta collaborazioni con numerosi artisti americani ed europei, Deidda è considerato uno dei migliori bassisti del mondo ma soprattutto un virtuoso del suo strumento. La naturalezza con la quale affronta generi diversi, dal jazz al funk più duro, dai ritmi latini all’hip hop, la dice lunga sulla sua straordinaria preparazione.

L’ultimo appuntamento musicale di luglio è per sabato 25 quando di scena sarà l’Alessio Busanca Quartet. Reduce dall’Italian Jazz Days 2014 a New York e recentemente vincitore del premio della critica al Massimo Urbani 2014, il giovane pianista proporrà anche il suo progetto “Classic Review”, una rivisitazione in chiave afroamericana di alcuni frammenti di sonate di repertorio classico.

L’11 Agosto la cornice di Piazza Duomo ospiterà un altro special trio: Max Ionata, Alberto Gurrisi e Amedeo Ariano. La composizione jazz vede la partecipazione del virtuoso sassofonista affermatosi nel vecchio continente ma capace di conquistare anche il cuore dei giapponesi. In coppia con Dado Moroni, il musicista ha prodotto recentemente un omaggio a Stevie Wonder dal titolo “Two for Stevie”, una personale interpretazione di undici delle sue composizioni più note, che spaziano lungo tutto l’arco della sua carriera.

La rassegna “Amalfi in jazz si chiude il 29 agosto col chitarrista statunitense Freddie Bryant, tra i maestri di Alessandro Florio nel lungo periodo di studio tra l’Olanda e New York dove Bryant è professore associato al Berklee College. Il titolo della serata sarà “Solo, duo, trio”, dove l’artista spazierà dalla chitarra sola al duo e al trio, in un mix tra jazz e ritmi brasiliani uniti da un costante ed intenso groove.

LASCIA UN COMMENTO