Roccadaspide, videosorveglianza, l’Opposizione risponde a Auricchio: “Urge risposta immediata al problema, i tuoi progetti sono futuribili e senza finanziamenti certi”.

0
85

roccadaspidedai Gruppi Consiliari “Mi Piace Rocmi cadaspide” e “Uniti per Roccadaspide” riceviamo e pubblichiamo

In un comunicato stampa inoltrato in data odierna di risposta a un altro da noi redatto sull’argomento, il Sindaco di Roccadaspide rassicura la cittadinanza relativamente ai problemi di sicurezza pubblica.

Tutto, a suo dire, risultava già predisposto all’interno del Piano Triennale delle opere pubbliche (ma in assenza di progetti e di finanziamenti) e nascosto nelle cosiddette “migliorie” apportate ad alcune opere ancora da farsi o completarsi da parte di imprese che anche così favoriscono la propria aggiudicazione dell’appalto. Tutto è coniugato al futuro o sine die, come si preferisce.

Intanto per i ladri ed i perturbatori dell’ordine pubblico ogni giorno è buono per colpire!

Noi chiedevamo di agire nell’immediatezza, nel qui ed ora. La realtà è che, con una votazione del Consiglio Comunale del 3 luglio e del 21 agosto scorso, quei 100mila euro prenderanno un’altra strada rispetto a quella – da noi proposta – dell’immediata organizzazione di un sistema di videosorveglianza. Pur volendo credere a ciò che il Sindaco scrive, è un dato di fatto che abbiamo – con la nostra sollecitazione – a propiziare il risultato di vedere installato un sistema di videosorveglianza. L’Amministrazione si dà un termine di due mesi affinché tutti possiamo dormire sonni più tranquilli.

Questo, però, se fosse tutto vero.

La realtà è un’altra ed è circondata da troppe incognite relative anche ai tempi di realizzazione dei vari progetti che prevedono telecamere e alla loro armonizzazione in un necessario sistema unitario.

Meglio, a nostro avviso, la certezza di un progetto unitario e di un finanziamento certo.

Invece, il progetto cui fa riferimento il Sindaco fu approvato dalla Giunta Comunale (col voto anche degli allora Assessori Paolo Antico e Fernando Morra) nell’aprile 2013 ed inserito nel piano triennale delle opere pubbliche ma in attesa di finanziamento. Non si aveva allora e neanche oggi certezza, quindi, di attuazione perché non si sapeva allora e non si sa oggi se, quando ed in quali termini (importo) il finanziamento arriverà.

Proprio perché quel progetto non ancora finanziato ad oltre due anni di distanza dall’approvazione e poiché i furti sono comunque continuati e l’emergenza sicurezza non si è fermata ma si è aggravata, abbiamo ritenuto doveroso ed opportuno proporre di stanziare la somma di € 100.000,00 in sede di bilancio di previsione 2015 per un idoneo sistema di videosorveglianza, e ciò al posto dell’esproprio dell’area sul Carpine di Roccadaspide per la realizzazione di un’area pic nic che potrebbe, se lo si vuole, anche fare nei prossimi anni.

Crediamo che la sicurezza dei nostri concittadini non possa dipendere da eventuali futuri finanziamenti.

Quanto alla realizzazione di una casa di riposo per anziani preannunciata dal Sindaco (secondo il quale il progetto è in fase di realizzazione), è doveroso ricordare allo smemorato primo cittadino che tale progetto non risulta da nessuna parte ed in nessun atto del Comune ma solo nella sua “infallibile” mente.

Non resta che compiacerci della forza del Genio della Lampada che, con un semplice strofinio, sarebbe capace di trasformare la “Grava del Carpine” ed una zona carsica in un Centro con vista Cimitero ove “allettare” gli anziani.

Non resta che compiacerci della forza del Genio della Lampada che, con un semplice strofinio, sarebbe capace di trasformare la grava del Carpine ed una zona carsica in un Centro con vista Cimitero ove “allettare” gli anziani.

Non sarà mica una trovata elettorale per illudere decine di aspiranti Operatori socio assistenziali (O.S.A.) od Operatori socio sanitari (O.S.S.) a munirsi di tale qualifica?

Se così fosse, si tratterebbe ancora una volta di trovate vecchie partorite da politici ormai fuori dai tempi e sulle quali – vogliamo sempre rassicurare Auricchio – ci diletteremo ad “illuminare” in prossime occasioni.

Paolo Antico Fernando Morra Giuseppe Capuano Francesco Mauro

LASCIA UN COMMENTO