Pontecagnano, i festeggiamenti per il 104' Anniversario.

0
95

Grande partecipazione sabato sera in occasione della prima giornata dedicata ai festeggiamenti per il 104° Anniversario dell’Istituzione del Comune. Prima dell’inizio delle celebrazioni, il Sindaco Ernesto Sica ha consegnato il crest civico al dottore Luigi Giampaolino, già Presidente della Corte dei Conti e neo Cittadino Onorario di Pontecagnano Faiano che ha apposto la propria dedica sul libro d’onore del Comune.

In un piazzale di Palazzo di Città gremito e attento, la cerimonia si è aperta con l’esecuzione dell’Inno d’Italia eseguito dal tenore Achille Del Giudice accompagnato dal maestro Gianfranco Ferrara. A presentare l’evento la giornalista Cinzia Ugatti.

Il Primo Cittadino ha poi salutato le autorità presenti, ringraziando il dottore Giampaolino “che ci onora della sua adesione” e il Presidente della Corte d’Appello Matteo Casale “per la grande vicinanza e appartenenza a questa Città”.Il Sindaco ha poi inteso esaltare l’anniversario “quale importante momento per ribadire la nostra storia e rafforzare il senso di appartenenza”. Ancora ha evidenziato “l’importanza della stabilità amministrativa, della coesione territoriale, del rapporto col mondo associativo”. Si è poi soffermato sulla posizione strategica della Città, sulle enormi difficoltà che investono gli enti locali con ripercussioni economiche e sociali, su un impegno costante per rendere la Città competitiva e attrattiva e per garantire la vivibilità e la sicurezza. “Solo uniti possiamo vincere la sfide per una Pontecagnano Faiano migliore e più forte” ha concluso tra gli applausi.

A seguire lo straordinario intervento del professore Paolo Apolito “Pontecagnano Faiano, come la Campania e il Sud – ha ricordato con una dettagliata e piacevole analisi storica e antropologica – è stata per anni ed anni un via vai di tutte le popolazioni, che prima hanno litigato e poi hanno stabilito rapporti abbastanza sereni soprattutto grazie ai bambini che sono un immenso patrimonio. La questione centrale non è tanto identitaria ma di appartenenza. Essere di questa Città significa amarla tutti i giorni. Gli Etruschi, ad esempio, hanno amato questo territorio pur venendo da altrove e scegliendo di stabilirsi in questa zona. Non è necessario essere nati in un posto, ma è indispensabile amarlo. Se lo ami e lo rispetti puoi rimanerci per contribuire a migliorarlo. Solo così si rispetta veramente l’identità” ha concluso il docente salutato da una standing ovation dei presenti.

Spazio, dunque, al momento dell’onorificenza al Presidente Giampaolino. “Sono orgoglioso e fiero – ha dichiarato il Sindaco – di consegnare la Cittadinanza Onoraria a lei, uomo rispettoso delle istituzioni che ha servito, con la massima determinazione, impegno e professionalità il nostro Paese improntando il suo percorso sull’estremo rispetto dei valori istituzionali. Sono orgoglioso perché in più occasioni ho potuto constatare la sua estrema disponibilità e vicinanza a questa Comunità. Signor presidente, anzi posso dire caro concittadino, da oggi fai parte della nostra grande famiglia e ti ringraziamo per quello che hai dato e continuerai a dare a questa Città”.

La consegna della pergamena è stata accompagnata dalla lettura della motivazione: “Il Consiglio comunale nel 104° Anniversario di Istituzione del Comune, interpretando i sentimenti di riconoscente gratitudine di questa Comunità, conferisce la Cittadinanza Onoraria al dottor Luigi Giampaolino per l’alto impegno in Magistratura dedicato alla difesa dei valori democratici posti a fondamento della convivenza civile e per la totale disponibilità nei confronti della Città di Pontecagnano Faiano, protesta alla crescita del senso civico”. Il Presidente Giampaolino si è detto “grato e onorato del riconoscimento” rivolgendo apprezzamento “per questa Comunità e per il senso di appartenenza, la sentita partecipazione, la passione e la dedizione interpretati dal Sindaco quale modello che merita grande rispetto”. “Sono onorato – ha aggiunto – di essere concittadino di questo splendido territorio che conserva preziose tracce storiche, valori importanti e potenzialità espresse dalle attività produttive, dal turismo, dal suo paesaggio e dalla vocazione agricola”. Il dottore Giampaolino, dopo aver operato un’attenta analisi di natura economica e finanziaria con riferimento agli enti locali, ha esaltato i valori della Repubblica e della Costituzione italiana.

Nel corso della cerimonia non è mancata una menzione speciale all’Associazione Combattenti Reduci e Simpatizzanti “A. Castelluccio” – Sez. di Faiano, sempre presente alle iniziative dell’Ente con spirito propositivo e collaborativo.

Dopo la performance del tenore Achille Del Giudice, sul palco si sono susseguite le esibizioni da parte dell’Asd Istinto Latino di Fiorenzo Coppola (mix latino), dell’Asd Noemi Dance di Noemi Landi (danza), dell’Associazione Punto d’Incontro (rievocazione balli in abbigliamenti d’epoca), dell’Associazione Crescere Insieme (rappresentazione teatrale scritta e diretta da Teresa Di Florio), dell’Oratorio “Un Salto nel Blu – Padre Beniamino Miori della Parrocchia Sacro Cuore di Gesù in Farinia” (viaggio fotografico di Picciola nel tempo, attraverso l’archivio dello scrittore Giuseppe Rinaldi, accompagnato dalla voce del cantante Gaetano Del Gaiso) e dell’Associazione Picentia Universitas (recita di poesie storiche da parte dello scrittore e poeta Salvatore Garofalo). Momenti, questi, davvero apprezzati e coinvolgenti.

Questa sera invece, la stessa location, dalle ore 19.30, ospiterà la cerimonia di consegna delle Benemerenze Cittadine. Seguirà il conferimento della Cittadinanza Onoraria a Monsignor Luigi Moretti, Arcivescovo di Salerno – Campagna – Acerno.
I riconoscimenti civici verranno attribuiti alla memoria a Domenico Maisto, Paolo Manzo, Mario Montefusco, Pasquale Noschese, Raffaele Saviello, Daniele Zoccola.
A seguire a Donato Affinito, Michele Buonomo, Piera Carugno, Giandomenico Consalvo, Andrea D’Ambrosio, Antonella d’Annibale, Pio De Luca, Mario Esposito, Armando Fattoruso, Mario Fattoruso, Pietro Giordano, Padre Domenico Pagliari, Emilio Pappalardo, Augusto Sada, Don Giuseppe Salomone.

CITTADINI BENEMERITI

ALLA MEMORIA

Domenico Maisto
Agronomo docente presso diversi Enti di promozione della pratica agraria, già Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali, si è sempre impegnato nella cura e tutela delle attività agricole. Ha operato anche nel settore specialistico dei danni da calamità atmosferiche alle colture agricole in ambito nazionale e ha svolto attività professionale nel settore del tabacco. Ha guidato la commissione giudicatrice per gli esami di abilitazione all’esercizio della professione ed ha fatto parte del consiglio direttivo regionale del proprio Ordine.

Paolo Manzo
Imprenditore siderurgico, tra i promotori dell’edificazione del Monumento dedicato al Lavoro ed alle sue Vittime, in qualità di Presidente dell’Associazione “L’Altra Città”, sempre disponibile a sostenere iniziative civiche e sociali. Dopo aver acquisito notevoli competenze di natura tecnica, ha fondato e guidato un’importante impresa per la realizzazione e la messa in opera di impianti serricoli e carpenterie metalliche. Grande animatore del dibattito politico e culturale, ha favorito momenti di crescita per l’intera città.

Mario Montefusco
Uomo animato da spirito associazionistico ed elevato senso civico, pilota e storico dell’aviazione che ha sapientemente ricostruito le vicende dell’Aeroporto di Salerno – Pontecagnano. Studioso attento e preziosa memoria storica della Città, ha collezionato un archivio di immagini e testi, ancora oggi un autentico patrimonio di conoscenza e cultura da diffondere alle nuove generazioni. Guidato da spirito civico e critico, ha favorito momenti di aggregazione e ha sostenuto l’iniziativa editoriale de “Il Ponte”, curando la rubrica sull’aeroporto, dalla nascita dello scalo alle ultime gestioni.

Pasquale Noschese
Sin da giovane età, è stato animato dalla passione per la meccanica, che lo ha spinto a fondare le “Officine Noschese”, prima azienda siderurgica nel territorio comunale. Lungimirante imprenditore, ha favorito importanti ricadute dal punto di vista occupazionale, ampliando gli impianti e riconfermando la sua propensione all’innovazione. La sua attività professionale è stata accompagnata da un fattivo contributo per lo sviluppo sociale e politico della Città. Attento anche alle esigenze della comunità parrocchiale, è stato parte attiva del progetto di edificazione della chiesa del Santissimo Corpo di Cristo donando, con il fratello Oreste, la cupola della struttura.

Raffaele Saviello
Ha svolto la sua fervente attività nel mondo scolastico, sociale e religioso ricevendo svariate attestazioni di benemerenza, tra cui quella di Cavaliere Ufficiale della Repubblica. È stato anche insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine di San Silvestro Papa. Presidente provinciale del Centro Sportivo Italiano e funzionario del Coni, ha favorito la diffusione della sana pratica sportiva tra i giovani del territorio. Docente prima, e coordinatore in seguito, della scuola secondaria di primo grado e del Liceo Classico del Seminario Metropolitano “San Giovanni Paolo II”, ha profuso dedizione ed impegno per le realtà giovanili negli anni della loro formazione, determinanti per farli divenire i cittadini di domani.

Daniele Zoccola
Finanziere Mare. Medaglia d’Oro al Valor Civile. Simbolo di elevate virtù civili e totale dedizione al bene della Patria, si è immolato con l’estremo sacrificio a difesa del territorio e delle Istituzioni. Caduto nel fiore degli anni, nel Canale d’Otranto mentre era impegnato a presidiare le coste da eventuali sbarchi clandestini. Gli è stata intitolata la scuola media di S. Antonio e la caserma della Guardia di Finanza di Otranto. Il Monumento a lui dedicato a Pontecagnano Faiano fu inaugurato dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

        ——————————————————

Donato Affinito
Luogotenente della Guarda di Finanza in congedo. In servizio presso la Sezione Criminalità Organizzata del Nucleo Regionale prima e Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Cava de’ Tirreni dopo. Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Ha svolto la sua carriera a tutela e salvaguardia del territorio per il bene della comunità.

Michele Buonomo
Ambientalista ed uomo dai molteplici interessi, ha trascorso diversi anni in America Latina per la cura di progetti di cooperazione internazionale. Presidente Regionale di Legambiente Campania, è da sempre impegnato nella difesa dei valori civici e dei diritti umani, nella salvaguardia e cura del territorio. Ha seguito negli anni come responsabile nazionale diverse campagne per la tutela ambientale. Attivo anche in ambito di formazione, volontariato internazionale e mobilità sostenibile. Tra le idee più brillanti promosse quella degli orti urbani.

Piera Carugno
Avveniristico ingegnere aeronautico che ha incentrato il suo percorso professionale e di ricerca sull’innovazione conquistando importanti riconoscimenti in campo nazionale ed internazionale. Vincitrice del “Premio Maurizio Poggiali” organizzato dell’Università Sapienza e della Provincia di Roma quale migliore tesi in Ingegneria aerospaziale. Attualmente in servizio presso la Rolls- Royce in Inghilterra, è stata scelta quale rappresentante unica per promuovere l’immagine aziendale nel mondo.

Giandomenico Consalvo
Figura notevole di imprenditore agricolo, ha da sempre ricoperto ruoli di spicco nei consigli di amministrazione di aziende del territorio, produttrici di linea di prima gamma con mercati di riferimenti internazionali. Vice Presidente Nazionale di Confagricoltura, si dedica, con solerte impegno, a tutelare gli interessi della categoria.

Andrea D’Ambrosio
Vincitore di numerosi premi in festival di settore e docente di linguaggio cinematografico. Ha collaborato con registi del calibro di Lizzani, Monicelli e Zeffirelli. Esperto documentarista, cineasta dedito alla regia di opere filmiche incentrate su tematiche di impegno civile affrontate attraverso l’utilizzo di un linguaggio cinematografico attento, rigoroso e mai banale.

Antonella D’Annibale
Premio Amica della Città di Pontecagnano Faiano. Medaglia d’Oro alla Carriera dell’Associazione Giornalisti Salernitani. Giornalista di lunga carriera, da sempre impegnata in iniziative di carattere sociale con particolare sensibilità verso le problematiche del mondo femminile. Osservatrice attenta, puntuale e critica delle problematiche cittadine.

Pio De Luca
Maresciallo Capo dell’Arma dei Carabinieri, Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Medaglia di Bronzo al Valor Civile, esempio di elevate virtù civiche e spiccato senso del dovere. Non esitava, benché gravemente ustionato, a prestare soccorso nel corso di una devastazione esplosione all’interno di una fabbrica di fuochi d’artificio, ottenendo un encomio solenne ed il riconoscimento di “Vittima del Dovere”.

Mario Esposito
Inventore eclettico e geniale nell’area dello sviluppo di software industriali che contribuisce, con le sue idee, a migliorare la qualità della vita quotidiana. Dopo decine di brevetti realizzati per Microsoft, ha progettato una “calza – intelligente”, primo computer indossabile con impieghi in campo medico e sportivo e ha fondato la società Sensoria Inc.

Armando Fattoruso
Atleta pluripremiato ed istruttore che ha contribuito a diffondere il nome di Pontecagnano Faiano nei circuiti internazionali del paracadutismo, in particolare nella disciplina Canopy Piloting. Si è classificato ai primi posti dei campionati italiani e mondiali nella propria specialità.

Mario Fattoruso
Atleta pluripremiato ed istruttore che ha contribuito a diffondere il nome di Pontecagnano Faiano nei circuiti internazionali del paracadutismo, in particolare nella disciplina Canopy Piloting, nella quale ha conseguito il titolo di Campione Italiano attualmente in carica. È ai primi posti anche a livello mondiale.

Pietro Giordano
Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri in congedo, pluridecorato per l’impegno e la dedizione profusi in molteplici operazioni di servizio. Cavaliere Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, ha ricevuto encomi ed apprezzamenti per le attività svolte a tutela della pubblica incolumità, nonché riconoscimenti da parte della Croce Rossa Italiana per la generosa opera svolta con umiltà ed entusiasmo.

Padre Domenico Pagliari
Per l’esemplare servizio pastorale svolto per la formazione religiosa delle comunità nei 50 anni di sacerdozio, animati da zelo di missione e fervente attivismo sociale. Il suo apostolato è stato contraddistinto dall’azione a favore della nascita e della crescita degli oratori, in particolare del Virtus Nova. Punto di riferimento della comunità cattolica cittadina, ha sostenuto l’edificazione della chiesa del Santissimo Corpo di Cristo.

Emilio Pappalardo
Uomo di spiccata mentalità imprenditoriale, che ha favorito lo sviluppo economico ed occupazionale del territorio, senza mai tralasciare la sua grande passione, il calcio, quale colonna portante dell’U.S. Faiano. Il suo lungo periodo di presidenza è stato contraddistinto da numerosi successi e dalla promozione della pratica sportiva tra i ragazzi. La sua opera è stata riconosciuta anche dal Coni con la Medaglia d’Oro.

Augusto Sada
Imprenditore di spicco del settore cartario, che ha contribuito a favorire lo sviluppo economico ed occupazionale del territorio. Prima Amministratore delegato e poi presidente dell’azienda di famiglia, ha guidato Blue Box Partners, intesa tra oltre 50 imprese produttrici di cartone ondulato nel panorama europeo. Cavaliere dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme, con l’incarico di Coordinatore della Delegazione dei Picentini, è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica.

Don Giuseppe Salomone
Per l’esemplare servizio pastorale svolto per la formazione religiosa delle comunità nei 50 anni di sacerdozio, animati da zelo di missione e fervente attivismo sociale. Ha guidato la riorganizzazione del tessuto sociale e religioso della parrocchia del Santo Patrono Benedetto, di cui ha sostenuto la realizzazione di una monumentale statua. Ha prestato cura, in particolare, all’oratorio ed alla riqualificazione della chiesa, realizzando il cine teatro, punto di aggregazione per l’intera comunità. Ha promosso l’organizzazione di grandi eventi, come la rassegna internazionale dei murales ed il premio della Fondazione Organistica “Elvira di Renna”, che ha dato lustro al restauro dell’organo ottocentesco.

LASCIA UN COMMENTO