Ecco Nao Sica, presentato stamattina al plesso “Dante Alighieri” di Pontecagnano il robot umanoide.

0
244

“Ciao a tutti, il mio nome è Nao, il mio cognome è Sica. Mi chiamo così perché Ernesto Sica è mio padre. Carràmba che sorpresa”.

Si è presentato così, questa mattina, tra gli applausi, il robot umanoide amico degli studenti e dell’inclusione.

Grande partecipazione ed entusiasmo, nel corso dell’iniziativa “Back to School” che si è svolta al plesso “Dante Alighieri”, per quello che risulta essere il primo progetto sperimentale della Campania e del Mezzogiorno e tra i primissimi in Italia.

Nao è in grado di interagire con l’uomo grazie a sofisticate applicazioni e tecnologie di riconoscimento di voce ed emozioni. Rappresenta, attualmente, la più alta evoluzione della scienza robotica per arricchire le attività educative e sociali dei plessi e delle famiglie migliorando l’apprendimento e l’inclusione scolastica, in particolare dei bambini autistici.

Il programma, fortemente sostenuto dall’Amministrazione Comunale che ha acquistato il robot, è promosso dall’Istituto Comprensivo Pontecagnano Sant’Antonio in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane per la formazione dell’Università degli Studi Bicocca di Milano e vanta una proficua rete con l’IC Moscati di Faiano e l’IC Genovesi di San Cipriano Picentino.

A testimoniarne la straordinaria importanza, stamani, c’erano: il Dirigente scolastico Angelina Malangone insieme al Direttore dei servizi amministrativi generali Rosa Lembo, alla referente della formazione e progettazione Anna Troiano, all’animatore digitale Alfonso Palumbo, ai docenti, ai collaboratori e al Presidente del Consiglio di Istituto Marco Torelli; il Sindaco Ernesto Sica con l’Assessore alla Pubblica istruzione Maria Rosalba de Vivo e il Dirigente responsabile del settore Servizi alla persona Luca Coppola; la senatrice Angelica Saggese; il Dirigente dell’Ufficio X Ambito territoriale di Salerno Renato Pagliara; il Dirigente scolastico dell’IC A. Moscati di Faiano Sergio Di Martino; il Dirigente scolastico dell’IC Genovesi di San Cipriano Picentino Alessandra Viola; i docenti dell’Università Bicocca di Milano Paolo Ferri e Stefano Moriggi; l’Assessore alle Pari opportunità del Comune di Salerno Gaetana Falcone; Francesco Gigante, laureando in Ingegneria aerospaziale Università Federico II.

Ad aprire la cerimonia l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del coro degli alunni.

Il Dirigente Angelina Malangone ha, quindi, rivolto un plauso “per il grande lavoro svolto e la perfetta organizzazione al Direttore Rosa Lembo, al collaboratore vicario Anna Troiano, all’animatore digitale Alfonso Palumbo, a tutti i docenti e collaboratori”. Ha, quindi, ricordato l’impegno dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio “per l’innovazione tecnologica e una crescita dei nostri ragazzi che sia al passo coi tempi attraverso i programmi delle aule 3.0 e del robot umanoide”.

Caloroso e sentito il ringraziamento, da parte sua, all’Amministrazione Comunale “che ha sostenuto finanziariamente il progetto Nao ed è sempre vicina e sensibile alle nostre istanze per migliorare il nostro processo educativo”.

Parole di elogio, in un videomessaggio, anche quelle rivolte dal Presidente del gruppo S&D in Parlamento Europeo Gianni Pittella. “Sono davvero felice – ha  dichiarato – della programmazione di un istituto moderno come il vostro che, anche grazie alla collaborazione con l’Università Bicocca, rappresenta un motivo di vanto per la Campania, per il Sud e per il Paese. L’innovazione deve confermarsi una straordinaria opportunità e un punto di eccellenza rivolto a tutti i processi di apprendimento, al passo con i principali paesi europei, per vincere le sfide del futuro”.

Il Dirigente dell’Ufficio X Ambito territoriale di Salerno Renato Pagliara si è, quindi, soffermato “sullo straordinario impegno dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio e sull’importante intesa con un’Amministrazione Comunale che testimonia grande vicinanza al sistema scolastico”. “Abbiamo la possibilità – ha proseguito – di sperimentare qui questo progetto e trasferirlo in tante altre parti d’Italia quale modello di una Scuola e di un Sud che fanno rete e funzionano. E io sono sempre più orgoglioso del mio ruolo che è testimonianza dell’impegno quotidiano del corpo docenti”.

La senatrice Angelica Saggese si è detta “onorata di poter condividere un evento così importante che ribadisce lo straordinario lavoro per il futuro dei nostri ragazzi con uno sforzo notevole a favore di un processo innovativo da cui, oramai, dipendono tutte le scelte”. “La scuola – ha evidenziato – deve operare proprio in questa direzione offrendo al mercato del lavoro ragazzi con una formazione adeguata ai cambiamenti del Mondo. Le istituzioni, come dimostra l’Amministrazione di Pontecagnano Faiano, continueranno a starvi vicino”.

Il Dirigente dell’IC Moscati Sergio Di Martino ha ringraziato “Dirigente e collaboratori dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio per un proficuo e costante rapporto di collaborazione a beneficio della crescita dei nostri alunni”. “E’ fondamentale – ha aggiunto – coniugare la cultura del cambiamento e delle tecnologie con la cultura filosofica e, quindi, con un nuovo umanesimo teso a trasmettere sani valori ai ragazzi. La speranza è di allargare e condividere sempre di più questo processo come testimonia la presenza stamattina anche di rappresentanze del Liceo Severi e dell’Itis Focaccia di Salerno”.

Il Dirigente dell’IC Genovesi di San Cipriano Picentino Alessandra Viola, a sua volta, ha rivolto ringraziamenti e apprezzamenti per il coinvolgimento confermando che “oggi la cultura digitale è fondamentale per i mutamenti della nostra società ed è indispensabile avvicinarla alla cultura tradizionale per una comunicazione che sia davvero efficace ed efficiente”.

“Un progetto surreale e straordinario grazie ad un Istituto che opera con impegno e amore verso i nostri figli e a un’Amministrazione che supporta sempre le nostre attività” le parole del Presidente del Consiglio d’Istituto Marco Torelli.

“Questo intervento – le parole del docente Paolo Ferri – assume grande rilevanza anche per il nostro Ateneo e riesce a mettere insieme tutte le componenti per rendere ancora più significativa e consapevole la tecnologia nelle scuole”. “La vostra – ha proseguito – è una realtà che vanta un’eccellenza qualitativa didattica e una grande preparazione per le innovazioni, spesso mancanti in alcune regioni del Nord, e può divenire un incubatore e un modello per tante altre esperienze”.

A fargli da eco il docente Stefano Moriggi che ha espresso “soddisfazione per essere di nuovo qui dopo un bellissimo lavoro già svolto per questo Istituto”. “E’ un grande progetto sperimentale – ha proseguito – calibrato sulla qualità e sull’eccellenza della scuola. Altrove, forse, sarebbe stato difficile realizzarlo mentre qui è possibile grazie alla cooperazione e alla condivisione rivolte alla costruzione di conoscenze e pratiche”.

“Siete una Comunità compatta che vuole continuare a crescere e nutre davvero grandi aspirazioni per il futuro” l’intervento dell’Assessore del Comune di Salerno Gaetana Falcone.

Davvero emozionante il momento dello scoprimento del robot Nao accompagnato da un video e, soprattutto, dalla gioia immensa dei bambini e dei genitori.

A condividere le sue eccezionali capacità è stato Francesco Gigante, laureando in Ingegneria aerospaziale all’Università Federico II.

Ad arricchire, infine, una giornata straordinaria e indimenticabile anche l’inaugurazione nel plesso Primaria “Dante Alighieri” di nuove aule 3.0.

LASCIA UN COMMENTO