Inaugurata la mostra I Colori di Atrani di Bartolo Savo.

0
60

Si è tenuta venerdì 4 settembre, in una gremita chiesa di S. Salvatore de’ Birecto, l’inaugurazione della mostra “I colori di Atrani” che raccoglie le opere donate dall’artista Bartolo Savo al Comune di Atrani.

Sono stati i saluti introduttivi del sindaco Luciano de Rosa Laderchi ad una platea calorosa ed emozionata ad inaugurare l’esposizione. Il primo cittadino ha voluto innanzitutto ringraziare l’artista per il dono alla città, che evidenzia il legame ancora forte con la sua terra d’origine, custodita nell’animo come un patrimonio interiore di impareggiabile suggestione in grado di ispirare parte della sua corposa produzione artistica; successivamente, il Sindaco ha ribadito la volontà di creare ad Atrani uno spazio ad hoc per ospitare mostre ed esposizioni, che si inserisce in un più ampio progetto di rivalutazione artistico-culturale e di crescita complessiva del borgo.
Presente alla serata anche il primo cittadino di Minori, paese d’adozione del professore, Andrea Reale, che si è detto onorato di condividere con Atrani l’amicizia di un artista del calibro di Savo, capace di esprimere attraverso la pittura la sua personalità e complessità interiore, onorando in questo modo la bellezza della sua terra.

Il prof. Michele Sabino, già preside del Liceo Artistico “Sabatini” di Salerno, ha poi presentato al pubblico le tele (in esposizione fino al 27 settembre), provando a rivelare ai presenti parte della profondità delle pagine di quel “racconto da vedere” che è la pittura figurativa dell’artista; i quadri in esposizione, in una cornice tanto artisticamente rilevante quale la chiesa di S. Salvatore de’ Birecto, coprono l’arco temporale della carriera di Savo che va dal 1957 al 2015 e raccontano con la suggestione dell’arte sia particolari scorci di Atrani che frammenti di vita quotidiana. L’esposizione, lo ricordiamo, comprende sette tele di recente regalate dall’artista al Comune e due, donate già tempo addietro, fortunosamente ritrovate dopo anni di oblio e restituite alla cittadinanza.
L’intervento dello stesso Savo ha poi concluso la serata; il professore, visibilmente emozionato, ha ringraziato i presenti e l’Amministrazione, ricordando che, pur vivendo ormai da anni a Minori e tornando pochissimo ad Atrani, porta nel cuore il piccolo borgo marinaro che gli ha dato i natali; l’intricato dedalo di vicoli che crea particolari giochi di luci ed ombre, gli scorci panoramici, gli slarghi che si aprono all’improvviso e regalano prospettive del mare e delle montagne che in esso si specchiano sono parte integrante ed insostituibile della sua ispirazione artistica.
Bartolo Savo, artista nato ad Atrani nel 1932 che vive e lavora a Minori, è disegnatore e pittore ed ha esposto in molteplici occasioni sia in mostre personali che collettive.
Tra le tante si segnala la partecipazione nel 1955 alla prima Mostra nazionale universitaria di pittura di Bari con menzione di merito della giuria, al Premio nazionale di pittura tenutosi a Ravello nel 1965, al Premio nazionale “Visioni del centro storico” tenutosi a Salerno nel 1972, dove è stato premiato nella sezione pittura, e ad altre significative mostre tenutesi negli ultimi anni ad Amalfi, Ravello, Positano e Minori.

LASCIA UN COMMENTO