Ambulanza CRI trasferita a Montesano sulla Marcellana, il Comune di Capaccio precisa.

0
48

ambulanza-750x420In relazione alla notizia del trasferimento dell’ambulanza della Croce Rossa di Capaccio Paestum, per quattro mesi, a Montesano sulla Marcellana, l’assessore alla Sanità, Marilena Montefusco, precisa quanto segue.

In relazione alla notizia del trasferimento dell’ambulanza della Croce Rossa di Capaccio Paestum, per quattro mesi, a Montesano sulla Marcellana, l’assessore alla Sanità, Marilena Montefusco, precisa quanto segue.
«Com’è noto a tutti, la Croce Rossa ha una convenzione con l’Asl Salerno. Pertanto, appena saputo del trasferimento dell’ambulanza, questa amministrazione, nella mia persona, ha sollecitato più volte la direzione generale e il dipartimento dell’emergenza dell’Asl Salerno sull’importanza e il ruolo svolto ogni giorno, con dati alla mano forniti dai colleghi del presidio Psaut di Capaccio, in tutto il paese, dal personale della Croce Rossa Italiana e l’importanza della presenza di una seconda ambulanza. Tuttavia la direzione generale ha assicurato che tra quattro mesi la stessa ritornerà a Capaccio, e che è stato necessario quel trasferimento per garantire anche ai cittadini di un territorio disagiato l’assistenza. Ma i cittadini stiano sereni perché non abbasseremo la guardia, e se nei tempi previsti l’ambulanza non ritornerà a Capaccio, mobiliteremo tutta la collettività.

Bisogna inoltre ricordare a tutti che a Capaccio il servizio di emergenza è assicurato da una ulteriore ambulanza tipo A rianimativa (con medico rianimatore a bordo) dell’Humanitas in località Licinella, e che inoltre nel protocollo d’intesa stipulato con l’Associazione Onlus Humanitas è previsto il potenziamento per la prossima stagione estiva (dal 1° giugno al 30 settembre) dell’assistenza sanitaria in mare e a terra in occasione dell’incremento dell’affluenza turistica con un’altra ambulanza 24 ore su 24 e un gommone salvataggio. Tanto ritengo doveroso comunicare ai cittadini, rassicurandoli sulla nostra vigilanza soprattutto sui servizi socio-sanitari».

LASCIA UN COMMENTO