Stipula convenzioni tra il Comune di Bracigliano e i Caf per bonus sociale energetico.

0
337

Con apposita delibera di Giunta il Comune di Bracigliano ha dato il via libera alla possibilità di effettuare stipule di Convenzioni tra l’Ente e i Caf territoriali per l’assegnazione del “bonus tariffa sociale”. Trattasi della richiesta della tariffa sociale per la fornitura di energia elettrica gas ed idrica sostenuta dai clienti domestici disagiati, ai sensi del decreto interministeriale 28 dicembre 2007 – Decreto-Legge 29 novembre 2008 n. 185.

 

Il “bonus tariffa sociale” è stato approvato con Delibera 897/2017/Rlidr dell’Autorità per l’Energia Elettrica Gas e il sistema idrico, del 21 dicembre 2017, con cui è stato approvato il Testo integrato delle modalità applicative del bonus sociale idrico per la fornitura di acqua agli utenti domestici economicamente disagiati – TIBSI che prevede la presentazione delle domande di ammissione al Bonus Sociale Idrico a partire dal 01.07.2018.

 

Nella fattispecie, la Convenzione stabilisce che il Caf si impegna a:

  • Assistere il cittadino nella compilazione, e relativa sottoscrizione, del modulo di richiesta per l’accesso alla compensazione;
  • verificare la correttezza del codice fiscale del dichiarante tramite il sistema predisposto dall’Agenzia delle Entrate per le dichiarazioni trasmesse in modalità off line;
  • fornire al Comune l’elenco delle sedi CAF presenti sul territorio;
  • rilasciare all’utente copia della ricevuta, debitamente sottoscritta, attestante l’avvenuta presentazione della domanda.

Il Comune, invece, si impegna a:

  • diffondere una puntuale informazione ai cittadini circa il servizio gratuito oggetto della presente convenzione e l’elenco;
  • informare l’utenza relativamente agli sportelli dei CAF disponibili ad effettuare il servizi

 

“E’ una importante opportunità per il nostro Comune – ha dichiarato il Sindaco di Bracigliano, Antonio Rescigno, soprattutto in periodi di ristrettezze economiche, come quello che stiamo attraversando a causa dell’emergenza sanitaria. La possibilità di attribuire un bonus energetico alle famiglie bisognose, consentirà di dare una boccata d’ossigeno a quanto, in questo particolare momento storico, si trovano a fare i conti con disagi di varia natura. L’Amministrazione Comunale vigilerà su tutte le condizioni dei cittadini, cercando di intervenire, laddove possibile, con intervento a loro sostegno”.

 

Nel momento in cui acquisisce la dichiarazione, il CAF informerà gli interessati che la dichiarazione e i dati documentali sono da esso acquisiti e trasmessi a SGATE per il raggiungimento delle finalità previste dalla legge e dalla presente convenzione. Il CAF dovrà mantenere la massima riservatezza su qualsiasi notizia, dato, documento o informazione di cui venga a conoscenza in adempimento dell’attività convenzionata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here