Jazz in Laurino aiuta bambini malati di neuroblastoma.

0
417

Nemmeno la pandemia ha fermato l’ormai storico appuntamento con la musica d’autore di JazzinLaurino Festival & Workshop, che quest’anno diventa maggiorenne. Diciottesima edizione, infatti, un po’ in sordina come il periodo richiede, per la suggestiva rassegna, organizzata dall’amministrazione comunale con la direzione artistica dell’Associazione Liberi Suoni, nel borgo di Laurino, arroccato su una collina sovrastante il fiume Calore Lucano, a circa 500 m di quota, in provincia di Salerno nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

“La situazione emergenziale che si è verificata – spiega Angelo Maffia, direttore di Liberi Suoni – ha reso necessario un profondo cambiamento nella programmazione di JazzinLaurino.

Il workshop subirà una sosta e abbiamo programmato due soli spettacoli, nel rispetto delle normative di sicurezza, ma che sicuramente saranno molto apprezzati dal nostro pubblico di affezionati”. Ma Jazz in Laurino è sinonimo anche di solidarietà: fin dalle prime edizioni è stato fortissimo il legame con l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma. “Nonostante il calendario ridotto – spiega Giuliana Cangemi, biologa dell’Istituto G. Gaslini di Genova e membro dell’organizzazione del festival – cercheremo anche quest’anno di dare spazio alla solidarietà e di parlare di Neuroblastoma. Per noi è importante dare il nostro contributo e sostenere la ricerca su questa grave patologia che colpisce i bambini in età prescolare. Come mamma e come medico mi impegno da sempre, nel mio piccolo, per far sì che anche questa nostra manifestazione possa essere un volano di informazione e un’occasione di raccolta fondi. Siamo stati orgogliosi negli scorsi anni di essere riusciti a far avvicinare all’Associazione NB personaggi di rilievo come Red Canzian che ne hanno poi sposato la causa, divulgandone l’importanza e l’urgenza. Vedremo quest’anno quale sarà la risposta dei nostri sostenitori. Due gli appuntamenti in calendario.

Il 12 agosto ”Andata e Ritorno nei cortili di Laurino”: dalle 21.00 il borgo ospiterà nei suoi angoli più suggestivi, all’interno delle corti dei palazzi gentilizi, quattro piccole formazioni di musica varia: dal tango argentino con Carmine Mandia alla fisarmonica, al fado con la chitarra e la voce di Ricardo Belo e Elena Nicoletti,  dalla canzone napoletana d’autore con Fabio Schiavo e Maria Teresa Petrosino, piano e voce, alla bossa nova proprio con Angelo Maffia e Giuliana Cangemi, che si esibiranno con chitarra e voce. Si tratterà di brevi esibizioni di 10/15 minuti per dare modo a tutti di ascoltare e visitare le vie e i cortili del centro storico.

Il 14 agosto, nella splendida cornice dell’anfiteatro alle ore 22.00, sarà protagonista del festival TOSCA, che con il suo quartetto acustico formato da Giovanna Famulari (violoncello e piano), Massimo De Lorenzi (chitarra), Fabia Salvucci (cori) e Alessia Salvucci (percussioni) presenterà il suo nuovo progetto musicale “Direzione Morabeza”, risultato di un percorso di passione per diversi generi musicali. Anche durante questa speciale edizione 2020 l’Associazione NB sarà protagonista: “Saremo presenti – spiega ancora Giuliana Cangemi – nel duplice appuntamento dell’evento, vi aspettiamo per godere delle meraviglie del Cilento, ascoltare buona musica e… non da ultimo per aiutare i bambini!». Info: cell.3487238568, www.jazzinlaurino.it
Ufficio stampa: Mariella Piscopo 3291273493, Cristina Barberis Negra 3480117332 ufficiostampa@neuroblastoma.org

 

L’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma ONLUS è un ente senza scopo di lucro nato nel 1993 per volontà di genitori e oncologi, con l’obiettivo di sostenere la ricerca scientifica sul Neuroblastoma e, in seguito, sui Tumori Cerebrali Pediatrici. Oggi conta oltre 120.00 sostenitori ed è attiva su tutto il territorio nazionale. Nei 27 anni di attività ha destinato oltre 20 milioni di Euro alla ricerca scientifica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here