GRANDE SUCCESSO AL TEATRO VERDI DI SALERNO PER IL CONCERTO DI BENEFICENZA ORGANIZZATO DAI CLUB ROTARY DI SALERNO PER LA POLIO PLUS

0
637
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

“La musica è la vita stessa , è bellezza, è espressione dei sentimenti, è impegno sociale, passione” lo hanno affermato i tre straordinari musicisti del “Trio Monaco”, ensemble italo – tedesca composta da Alessio Allegrini al corno, (primo corno delle Orchestre di “Santa Cecilia” di Roma e “Mozart” di Abbado, di Lugano); Francesco Manara al violino, (Primo Violino al “Teatro alla Scala” di Milano); e Oliver Kern al pianoforte, (Professore della Cattedra di Concertismo all’Hochschule di Francoforte) che lunedì sera si sono esibiti al Teatro Verdi di Salerno durante il grande concerto di beneficenza, organizzato dai Club Rotary cittadini per raccogliere fondi in favore dell’eradicazione della Polio nel mondo.  I tre musicisti, che nel 1999 hanno vinto, da solisti, il Concorso Musicale Internazionale televisivo “ARD” di Monaco, hanno eseguito brani estremamente virtuosistici di Rossini, Elgar, Saens, Cherubini, Skrjabin, Rachmaninov, Liszt, Chopin e Brahms.

La prima parte del concerto è iniziata con l’esecuzione de “La Grande Fanfara”, di Gioacchino Rossini eseguita nell’interpretazione del Maestro Alessio Allegrini, trascritta in Mi bemolle, per corno solo; è proseguita con brani di Elgar e Saens, eseguiti dai maestri Oliver Kern al pianoforte (un Bösendorfer fornito dalla ditta Arena del valore di 170mila euro), e   Francesco Manara al violino,( un Nicola Amati del 1665) e la sonata n.2 in Fa maggiore di Luigi Cherubini eseguita da Kern e Allegrini. Il Maestro Kern dopo aver eseguito altri tre brani ha concluso con l’esecuzione de “La Ballata” di Chopin dedicata al grande Maestro Marco Giovanetti,   ex Direttore del Conservatorio di Bergamo, scomparso pochi giorni fa. Nella seconda parte del concerto il trio ha eseguito l’Opera 40 di Johannes Brahms che ha scatenato l’entusiasmo del pubblico che, dopo una standing ovation, ha richiesto il bis. Dopo gli inni e la sfilata delle bandiere: d’Italia, d’Europa e del Rotary, portate dalle giovanissime rotariane del Rotaract e dell’Interact: Livia Corrente, Mariachiara Maiurano, Valentina Autuori, Valeria Autieri, Giulia Celletti, Noemi Ferrara; e la proiezione di due video che spiegavano la missione del Rotary (realizzato dal dottor Mario Petraglia) e il progetto internazionale della “Polio Plus”,  il Governatore del Distretto Rotary 2100, l’ingegner Salvatore Iovieno, che ha fortemente voluto che si organizzasse questo evento, ha spiegato che dal 1985 i Club Rotary di tutto il mondo sono impegnati nel progetto “Polio Plus”:” Ha contribuito a ridurre i casi di polio di oltre il 99,9 %. Dai 350mila casi che c’erano nel mondo ogni anno, siamo arrivati a 20 casi in quei paesi dove ancora ci sono dei focolai. Il Rotary ogni anno, per tre anni, deve raccogliere 50 milioni di dollari per poter beneficiare dell’aiuto della Fondazione Bill & Melinda Gates che per ogni dollaro raccolto dai rotariani ne mette due a disposizione. Questo grande progetto probabilmente si chiuderà il prossimo anno. Manca così poco perché nessun bambino debba soffrire per questa malattia debilitante”. Promotori del concerto sono stati i Club Rotary della nostra città: Rotary Club Salerno Est, presieduto dall’avvocato Carmine Napoli, rappresentato dal Vice Presidente Antonio Brando, che ha portato “con gioia” i saluti di tutti i presidenti e i soci dei Club; Rotary Club Salerno A.F.1949, presieduto dal dottor Vincenzo Caliendo, rappresentato dal Past President Mario Petraglia; Rotary Salerno Duomo, presieduto dal dottor Michele Pellegrino; Rotary Salerno Nord Due Principati, presieduto dalla professoressa Sirella Renda; Rotary Salerno Picentia, presieduto dal dottor Roberto Napoli, che hanno organizzato l’evento in collaborazione con il Comune di Salerno; con l’Associazione Culturale e Musicale “Baronissi Europa Festival”, presieduta dalla professoressa Serafina Sabatino, con la “Banca Monte Pruno”, Partner Unico, diretta dal dottor Michele Albanese, che ha lodato l’iniziativa:” Anche quest’anno abbiamo partecipato a quest’ iniziativa di solidarietà che unisce tutti in un’unica rete che agisce in forma sinergica. Noi siamo una banca del territorio che crede molto nella solidarietà: è un modo per restituire al territorio ciò che il territorio ci dà”. I tre musicisti del “Trio di Monaco” sono impegnati da anni anche in ambito sociale:” Si sono esibiti in vari concerti a scopo umanitario in tutto il mondo. Sostengono che la musica debba essere uno strumento per tutelare i diritti umani, sociali e civili” ha spiegato la musicologa Serafina Sabatino, Direttore Artistico della serata, che ha spiegato quelli che sono gli obiettivi dell’associazione da lei presieduta: ” L’Associazione “Baronissi Europa Festival” che è itinerante e collegata con varie associazioni italiane ed europee: promuove lo sviluppo della realtà artistico – musicale del territorio campano che è veramente eccezionale. Nella musica d’arte ci sono le radici storiche, culturali, artistiche, che rappresentano il nostro patrimonio culturale occidentale ed europeo che rappresentano la base da cui partire per poter trovare un’identità europea condivisa”. ”. Nella mattinata di lunedì sempre al Teatro Verdi, c’è stata una lezione – concerto riservata agli alunni degli istituti a indirizzo musicale del territorio durante la quale i maestri Kern e Allegrini hanno dato alcuni importanti consigli agli allievi del Conservatorio di Avellino e di Salerno accompagnati dai maestri Lucio Grimaldi e Massimo Trotta. Tutta la manifestazione è stata coordinata dall’Assistente del Governatore, l’avvocato Andrea Di Lieto, dal Past President del Rotary Club Salerno Est, l’ingegner Achille Parisi e dal Maestro Sergio Martinoli, Vice Presidente dell’associazione “Baronissi Europa Festival”.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO