Congresso Provinciale ACLI sabato 3 al Polo Nautico.

0
201

“Più eguali. Viviamo il presente, costruiamo il domani” è il titolo dei lavori congressuali delle Acli provinciali di Salerno, che si terranno sabato 03 ottobre a partire dalle ore 15.00 a Salerno presso il GH Polo Nautico

I lavori – che si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di contenimento e prevenzione da contagio Covid-19 – saranno l’occasione per rideclinare al futuro la mission aclista delle origini, che ha come orizzonte le tre fedeltà ai lavoratori, alla democrazia ed al Vangelo. 

Sarà il Presidente provinciale Gianluca Mastrovito a tracciare il bilancio del lavoro svolto in questo quadriennio attraverso la relazione di apertura. 

“Un tempo opportuno per riflettere sulla condizione umana, a partire dai principi dell’eguaglianza e della giustizia sociale, con l’obiettivo di rilanciare il valore ed il primato della persona.  

Parlare di nuovo umanesimo significa essere coscienti del tempo in cui viviamo, del cambiamento d’epoca immersa in una “terza guerra mondiale a pezzi” – e della conseguente esigenza di cercare soluzioni ai problemi, non di semplice difesa e conservazione, ma di largo respiro e di responsabile condivisione.

Nel lungo ed articolato percorso che ha attraversato tutto il territorio provinciale, abbiamo incontrato tante persone, parlato ed ascoltato, riletto insieme i contesti dove sembrano venir fuori futuri diversi e sempre più complessi, i cui orizzonti sono segnati da più accentuate e multiformi disuguaglianze”. 

“Sono tante le fratture registrate; sociali, economiche, ambientali…ebbene, tutte rappresentano altrettante prospettive sulle quali intendiamo concentrare la nostra attenzione per il futuro. Pensiamo – conclude Mastrovito – che ci siano almeno quattro strappi da ricucire attraverso la riflessione e l’azione diretta: lavoro e sapere, periferia e comunità, politica e democrazia, economia e ambiente. Si tratta di quattro grandi contraddizioni, quattro ambiti della vita sociale ed economica le cui logiche stridono con l’ecologia integrale, che ci viene offerta come paradigma antropologico e politico nella Laudato sì”.

L’assise ridimensionata causa covid, vedrà la partecipazione di 50 delegati ed i suoi lavori saranno presieduti da Emiliano Manfredonia, vice presidente nazionale vicario delle Acli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here