Le indicazioni geografiche ai prodotti non agricoli, sabato 19 al Comune di Vietri, per il marchio IG della ceramica vietrese.

0
90

derutaUn marchio di indicazione geografica che protegga anche le produzioni non agricole, come la ceramica artistica artigianale. Sarà questo il tema al centro del seminario “La ceramica e le sue origini, le indicazioni geografiche ai prodotti non agricoli” che porterà, il prossimo 19 settembre a Vietri sul Mare, terra di rinomate ceramiche artistiche artigianali, una delegazione del Parlamento Europeo che ha avviato una consultazione sulla proposta della Commissione europea, contenuta nel Libro Verde pubblicato a luglio del 2014, su “Sfruttare al meglio il know-how tradizionale dell’Europa: una possibile estensione della protezione delle indicazioni geografiche dell’Unione europea ai prodotti non agricoli”.

Ad organizzare il seminario, che prenderà il via alle ore 14,30 di sabato prossimo presso l’Aula consiliare del Comune di Vietri sul Mare, le due sigle più rappresentative del settore dell’artigianato, la Confartigianato Ceramica e la CNA Artistico e Tradizionale. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di presentare e diffondere la posizione delle due organizzazioni in merito al tema delle Indicazioni Geografiche alla luce della consultazione lanciata dalla Commissione Europea.

CNA e Confartigianato, da sempre, sono impegnate nel sostenere la necessità di adottare norme a difesa del consumatore, anche comunitario, che lo mettano nella condizione di poter avere un grado maggiore di informazione sul prodotto artigianale che intende comprare, ed, in particolare, relativamente all’origine delle merci e dei prodotti immessi sul mercato UE. A differenza di vini e di prodotti agricoli ed alimentari, non esiste, infatti, una protezione unitaria a livello europeo per le indicazioni di origine dei prodotti non agricoli, ed in modo specifico di quelli artigianali, che godono quindi soltanto di una tutela da parte dalle legislazioni nazionali.

Dopo i saluti del sindaco di Vietri sul Mare, Franco Benincasa e dei presidenti provinciali della Confartigianato, Giuseppe Gallo e della Cna, Sergio Casola, l’apertura dei lavori sarà affidata al presidente nazionale della CNA Artistico Tradizionale Andrea Santolini.

Alla tavola rotonda, che sarà moderata da Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine di Giornalisti della Campania, è prevista la partecipazione del senatore Stefano Collina (Presidente Associazione Italiana Città della Ceramica), Paola Ruggiero (Rappresentante ECTA- Associazione dei marchi comunitari europei),Chiara Aprea (Policy Adviser UEAPME – Unione Europea dell’Artigianato e delle PMI), Philipe Amy (Presidente AeuCC – Associazione Europea Città della Ceramica), Nicola Danti (Relatore Commissione IMCO, Deputato Parlamento Europeo), Mariano Fernandez Salas (Senior Expert, Commissione Europea DG Growth – Unità F5 Proprietà intellettuale e lotta contro la contraffazione), Felice Lo Presto (Direzione Generale Lotta alla Contraffazione –UIBM MISE). Le conclusioni dei lavori saranno affidate a Davide Servadei (Presidente di Confartigianato Ceramica).

Per la delegazione europea, CNA Salerno e Confartigianato Salerno, in sinergia con il Comune di Vietri sul Mare, hanno organizzato una work experience che vede le seguenti tappe: botteghe artigiane del centro storico, Museo della Ceramica e Villa Guariglia.

LASCIA UN COMMENTO