SCREENING DI PREVENZIONE DEI TUMORI CUTANEI OFFERTI DAL ROTARY CLUB SALERNO DUOMO. “L’IMPORTANZA DI CONTROLLARE I NEI”.

0
518
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Circa cinquanta cittadini salernitani, si sono sottoposti, domenica mattina, presso il “Punto Rotary” di “Casa Nazareth” in Via Guariglia, nel Quartiere Europa, gestito dai soci del Rotary Club Salerno Duomo, presieduto dal dottor Michele Pellegrino, allo screening gratuito di prevenzione del tumore della pelle, nell’ambito dell’ultima giornata del progetto rotariano ” Le Domeniche della Salute”. A visitare le tante persone è stato il dottor Francesco Musumeci, Dermatologo della “Clinica Ruggiero Artemisia” di Cava De’ Tirreni, coadiuvato dal dottor Stefano Romano, dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente. Il dottor Musumeci ha spiegato che il melanoma cutaneo è un tumore maligno della pelle che è in forte aumento: ” Negli ultimi anni il numero dei casi di melanoma in Italia è aumentato e si prevede un ulteriore aumento intorno al 2022 insieme al tumore del pancreas e ad altre patologie tumorali”. Con l’aiuto di uno strumento che si chiama dermatoscopio ad epiluminescenza ad alta risoluzione, i due dottori, hanno esaminato tutti i nei presenti sulla pelle dei pazienti (mappatura dei nei):” Se diagnosticato per tempo il melanoma può essere curabile, ma se non trattato precocemente ha una elevata possibilità di metastatizzare ” ha spiegato il dottor Musumeci che ha anche ricordato che bisogna proteggersi dal sole:” Sia con l’abbigliamento, sia con creme protettive a protezione totale da mettere ogni due ore, proprio perchè la maggior causa ambientale per l’insorgenza del melanoma è la prolungata e non protetta esposizione a radiazioni solari ultraviolette di tipo UVB”. Secondo il dottor Musumeci è necessario fare una prevenzione primaria:” Prevenzione che dovrebbe essere fatta nelle scuole. Già dall’età infantile è importante capire che non bisogna esporsi molto al sole o comunque quando le radiazioni solari sono meno intense”. Dopo la prevenzione primaria, c’è la prevenzione secondaria:” Che consiste nel fare la diagnosi prima possibile andando dal dermatologo che, partendo del dato clinico, con l’esperienza e con le nuove tecnologie riesce a vedere i parametri che orientano la diagnosi istologica, sia di lesione benigna, sia maligna. Bisogna fare attenzione a tutto ciò che di nuovo esce sulla pelle che è un organo soggetto a modifiche nel corso degli anni attraverso le quali si possono fare diagnosi di numerose patologie. Con una diagnosi precoce si può asportare chirurgicamente il melanoma sottile con una guarigione del 100%”. Il dottor Stefano Romano ha spiegato che:” E’ importante effettuare, mediante l’ausilio di specchi, un autoesame, almeno una volta al mese, per una corretta localizzazione dei nevi, stando attenti ai cambiamenti di forma, a osservare se ci sono lesioni asimmetriche, bordi irregolari, cambiamenti di colore e di dimensioni. E’ importante, inoltre, sottoporsi annualmente ad una visita specialistica di controllo”. Soddisfatto il presidente Michele Pellegrino per il successo ottenuto, anche quest’anno, dalla manifestazione “Le Domeniche della Salute”: ” Anche il prossimo anno, con il nuovo Presidente, continueremo questo progetto che sicuramente miglioreremo per dare una maggiore assistenza ai cittadini di questa zona perché la prevenzione è fondamentale”. Hanno collaborato alla riuscita della giornata le signore Ada Giulio e Fausta Dicuzzo dell’Associazione Oasi , diretta da Lella D’Angelo.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO