L’ASSOCIAZIONE CULTURALE IL “CAFFE’ DELL’ARTISTA “ COMPIE 20 ANNI

1
1057

E’ stato celebrato giovedì sera, nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città, il Ventennale dell’Associazione culturale “Caffè dell’Artista” fondata nel 1996 dalla professoressa Florinda Battiloro che ha ricordato alcuni dei momenti più importanti vissuti dai circa cento soci che negli anni hanno seguito i tanti eventi organizzati, prima nella sede di Piazza Amendola, poi al “Circolo Ufficiali” e da qualche anno nella “Sala Moka” di Corso Vittorio Emanuele:” Ci ha tenuto a battesimo, come madrina, Liliana De Curtis, figlia di Totò .- ha ricordato con emozione la professoressa Battiloro che ha spiegato com’ è stato scelto il nome dell’associazione:” Alla fine dell’Ottocento, in tutta Europa, sorsero punti di ritrovo per l’arte e la politica: i famosi Caffè storici, letterari, centri di cultura che hanno ispirato la denominazione del nostro sodalizio che si è sempre proposto di promuovere l’arte e la cultura sul nostro territorio”. La Presidente ha sottolineato il grande impegno profuso dai soci per organizzare gli eventi e ringraziato alcuni di loro: “Licia Di Stasio, Maria Serretiello, Edda Pecoraro, Anna Di Filippo, Giuliana Oneto, Maria Luisa Bergamasco, che ha realizzato il logo dell’Associazione che rappresenta Calliope e Nettuno, Marisa Annunziata, che cura il blog e il sito dell’Associazione; il dottor Geppino Lauriello e la Preside Lia Persiano”. Con commozione, tra gli applausi di tutti i presenti, la professoressa Battiloro ha anche ricordato il compianto dottor Aldo Sessa:” Una presenza signorile e affettuosa del nostro sodalizio”. La Presidente ha ringraziato alcuni conferenzieri per la loro presenza costante come: il professor Francesco D’Episcopo, il professor Nunzio Fortunato, il dottor Adolfo Gravagnuolo, l’ingegner Fienga, il professor Alberto Granese, il professor Rino Mele, il professor Reina, la dottoressa Matilde Romito, la Preside Agnese Schettini e la compianta Stella Romano. La dottoressa Battiloro ha salutato la socia onoraria Paola Gatto, figlia del famoso poeta Alfonso Gatto e ricordato che sono stati protagonisti di alcuni eventi anche compositori e concertisti, come i pianisti Enzo Siani, Rita Colace, e Valentina Bruno; violinisti come Federica Severini e la “Famiglia Gibboni”, artisti come Ibrahim Kodra e il pittore Paolo Signorino; poeti come Dante Maffia, Achille Serrao, Visar Zhiti; scrittori come Valentino Zeinchen; scienziati come Giorgio Papini e Frank Gargione. La professoressa Battiloro, che nel 2005, a Lugano, è stata premiata come donna dell’anno per la diffusione della cultura, e nominata “Salernitana Doc”, ha augurato a tutti:” Di vivere i più bei valori umani e artistici. Qualcuno può rubare quel che hai, ma non ciò che sei nella tua pregevole armonia”. A relazionare sul tema :”L’Importanza delle Associazioni Culturali Oggi” sono stati: la Vicesindaco Eva Avossa, che ha ricordato di essere stata Presidente di un’associazione per tanti anni:” Credo nelle associazioni perché far parte di un’associazione dà anche la possibilità di aggregarsi e di fare amicizia con persone che condividono gli stessi interessi”.

L’Onorevole Alfonso Andria, che sin da quando era Presidente della Provincia segue “Il Caffè dell’Artista”, ha sottolineato l’importanza del ruolo delle associazioni culturali:” E’ insostituibile. Rappresentano quel tessuto minuto, sottile, ma vigoroso e forte su cui la società si regge in parte. Le istituzioni dovrebbero incoraggiare e sostenere l’attività di queste associazioni anche attrezzando degli spazi per agevolarne il percorso”. L’Onorevole Guido Milanese , ha ricordato che l’associazionismo è andato ad occupare degli spazi importanti della società civile:” Ha occupato quei vuoti che la politica , dal punto di vista istituzionale, molto spesso ha lasciato. Le associazioni salernitane promuovono costantemente spinte di grande coinvolgimento culturale che producono la crescita del territorio. Le istituzioni locali devono tener conto di queste organizzazioni, facilitandone l’attività, per poterle mettere in rete e utilizzarle nel miglior modo possibile”. Il professor Cosmo Sallustio Salvemini, Socio Onorario del “caffè dell’Artista” e Presidente dell’Unione Italiana delle Associazioni Culturali, ha illustrato il ruolo che svolgono le associazioni culturali in Italia:” Svolgono soprattutto un ruolo di aggregazione, ma anche di volontariato. E’ importante che tutte le associazioni d’Italia collaborino tra loro, senza alcuna discriminazione. Il territorio ha bisogno anche di un rilancio morale e il contributo dato da queste associazioni culturali rappresenta una speranza, una spinta a moralizzare la vita pubblica italiana”. Il professor Francesco D’Episcopo ha ricordato che la letteratura italiana è nata nei Caffè:” Luoghi di incontro e di cultura per tanti poeti, scrittori e artisti. Oggi è venuto a mancare questo luogo d’incontro di persone che si scambiavano tutto. Oggi ognuno è un’isola che non riesce mai a diventare un continente perché non si unisce mai ad altre isole. Il “Caffè dell’Artista” ha svolto, come tante associazioni culturali presenti sul territorio, la funzione di aggregazione e di acculturazione, lavorando su molti versanti”.

Tanti i rappresentanti delle varie associazioni del territorio presenti: Pina Basile, della Società Dante Alighieri; Rosa Volpe Zega, della 50&Più, e “Noi Insieme Per le faamiglie”; Giovanna Scarsi, de “I Martedì Letterari”; Clotilde Baccari Cioffi, del Parco Storico Sichelgaita; Rocco Risolia dell’Associazione Lucana; Lella Grassi dell’Accademia Grassi; Pina Russo e Alma Alfano del Soroptimist; Angela Colangelo e Rita Amodio dell’Auser; Virginia Caiazzo della “Sodalidas; Elena Ostrica del Centro Artisti Salernitani, Romina Viscusi dell’Associazione “Antea” e Mariarosaria Landi, Tesoriera dell’Associazione Docenti di Geografia, presieduta dalla dottoressa Silvia Siniscalchi.

Aniello Palumbo

1 COMMENTO

  1. Buongiorno. Mi chiamo Bruno Sessa, sono il fratello del povero Aldo Sessa. Sono alla ricerca di scritti, foto o altro a ricordo di mio fratello. So che Aldo aveva tenuto varie conferenze presso il Caffè dell’artista. Gradirei sapere se esiste qualche traccia delle sue conferenze e se è possibile averne copia anche via email. Grazie e cordiali saluti.

LASCIA UN COMMENTO