IL DIFFICILE RAPPORTO TRA IL CITTADINO E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ANALIZZATO DAL MAGISTRATO GIOVANNI SABBATO MEMBRO DEL CONSIGLIO DI STATO AL ROTARY SALERNO DUOMO

0
2243

” I cittadini devono avere consapevolezza dei propri diritti e assumere un ruolo di compartecipazione del potere amministrativo che non è più un potere. L’interesse pubblico non è più un interesse antagonista rispetto agli interessi privati, ma li supera e li include: non li nega”. A parlare del “Difficile rapporto tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione” è stato il magistrato salernitano Giovanni Sabbato, già Consigliere del TAR presso la sede di Salerno, attuale Membro del Consiglio di Stato di Roma e Giudice Tributario a Napoli, durante la conviviale a lui dedicata, organizzata al Grand Hotel Salerno, dal Presidente del Club Rotary Salerno Duomo, il dottor Natalino Barbato, che essendo anche Sindaco del Comune di Stio Cilento ha voluto approfondire la tematica dei rapporti sempre più conflittuali tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione:” Non soltanto in questo momento. L’arrivo di nuove leggi, norme e regolamenti, intasano l’operato della Pubblica Amministrazione e indirettamente creano problemi ai cittadini che dovrebbero essere poi i beneficiari di una amministrazione pubblica trasparente”. Il Presidente Barbato ha parlato anche della fragmentazione burocratica delle competenze amministrative:” Impantana il cittadino e l’impresa nelle lentezze procedurali. E’ sempre più frequente, inoltre, l’infiltrazione criminale nei vertici amministrativi con tutte le gravi ripercussioni sul nostro sistema economico”. Il magistrato Giovanni Sabbato, che è stato anche Past President del “Club Rotary Duomo” di cui è socio, ha raccontato della nascita della Pubblica Amministrazione:” Il concetto che noi oggi abbiamo di Pubblica Amministrazione nasce con la Rivoluzione Francese. Con l’ascesa di Napoleone questa Pubblica Amministrazione finisce con l’identificarsi con la burocrazia: perde il contatto con i cittadini. Per cercare di risolvere i problemi tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione nasce il contenzioso amministrativo: nasce anche la figura del giudice amministrativo in grado di giudicare la Pubblica Amministrazione”. Sabbato ha ricordato che sin dalla nascita ci imbattiamo nella Pubblica Amministrazione:” Con la quale abbiamo un rapporto vitale” e parlato del peso della burocrazia:” Si dice da tempo che l’Italia non esce dalla crisi a causa della troppa burocrazia”, della semplificazione:” E’ soltanto un mero manifesto politico” e del burocratese:” Il linguaggio degli atti amministrativi è astruso, aulico e arcaico: manca la comunicazione tra la Pubblica Amministrazione e il cittadino”. Sabbato ha parlato anche di perequazione urbanistica, di accesso civico, di corruzione e di società partecipate:” Sono una delle cause della crisi economica in Italia: sono dei carrozzoni politici. Ben mille, delle oltre novemila, sono inattive e comunque fanno danno. Si vorrebbe portarle da novemila e passa a mille. Non succederà mai”. Alla serata hanno partecipato gli Assistenti del Governatore Maria Luisa De Leo e Francesco Dente; il Sindaco di Minori, Andrea Reale, e il Sindaco di Pollica – Acciaroli, Stefano Pisani.

Il Sindaco Reale ha sottolineato il rapporto che esiste tra i Sindaci e i cittadini:” I Sindaci e le Amministrazioni Comunali sono il riferimento principale dei cittadini. Io ho un rapporto diretto con ogni cittadino, su ogni problematica.   E’ la politica sovracomunale ad avere problemi di rapporti con i cittadini”. Reale ha ricordato che in Costiera Amalfitana si è costituita la “Conferenza dei Sindaci”:” Io sono il riferimento per i tredici comuni che ne fanno parte sulle tematiche della sanità” e che  grazie allo stanziamento del “Patto per il Sud” a Minori si realizzeranno, nei prossimi tre anni, due importanti opere:” Con nove milioni di euro sarà realizzata la galleria di 450 metri che unirà Minori con Maiori. Consentirà di consegnare il tratto di strada della Torricella, lungo oltre un chilometro, alla pedonalizzazione. Sarà la più grande terrazza sul mare da Vietri a Positano. Sarà realizzata anche, con dodici milioni di euro, la funivia tra Ravello e Minori”. Anche il Sindaco Stefano Pisani ritiene urgente ricostruire un rapporto tra i cittadini e le istituzioni:” Prima riusciamo a riaffermare questo principio, prima riusciamo a rimettere in piedi il nostro Paese per cercare di dargli un nuovo dinamismo. Purtroppo l’ incapacità delle istituzioni di essere vicino ai territori e ai cittadini rappresenta un grande freno per l’evoluzione dell’Italia e la crescita nella modernità”. Il Cilento ha grandi problemi di viabilità:” Come Cilento abbiamo raggiunto un grande appeal in termini internazionali, anche grazie alla Dieta Mediterranea, adesso ci manca la raggiungibilità. Bisogna colmare gli elementi infrastrutturali per essere sempre più accoglienti”. Durante la serata sono stati presentati due nuovi soci del Club: :il dottore commercialista Gennaro Esposito e il dottore nefrologo Giuseppe Palladino.

Aniello Palumbo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here