Screening gratuito per la prevenzione delle Malattie Mammarie offerto dal Club Rotary Salerno Duomo a 30 donne salernitane

0
1557
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Una donna su otto in Italia si ammala di tumore al seno. Nel 2017, in Italia, si sono ammalate circa 50.500 donne. Il trend d’incidenza è in leggero aumento mentre continua a calare la mortalità (-2,2% per anno). Anche a Salerno l’incidenza della comparsa di malattie avanzate al seno, rientra nella media nazionale come ci ha spiegato il dottor Giovanni Valeriani, Dirigente Medico Specialista in Chirurgia Generale e Trapianti presso l’Azienda Ospedaliera Ruggi D’Aragona:” A Salerno siamo intorno al 5% della popolazione. L’Azienda Ospedaliera di Salerno è all’avanguardia ed è attrezzata per portare avanti ogni tipo di patologia che, se presa in tempo, può essere curata terapeuticamente: abbiamo la Breast Unit in cui operano la dottoressa Lamberti, il dottor Siano, il dottor Spadino; abbiamo anche un GOIM di attività senologiche diretto dalla dottoressa Savastano, supervisionato dal professor Pepe”. Il dottor Valeriani che si occupa di senologia da oltre vent’anni, domenica mattina ha visitato circa trenta donne che si sono recate presso il “Punto Rotary” di “Casa Nazareth” nel Quartiere Europa, gestito dai soci del Rotary Club Salerno Duomo, presieduto dal dottor Natalino Barbato, in occasione de “Le Domeniche della Salute” un progetto rotariano nato nel 2010 per cercare di prevenire le patologie più diffuse com’è stato ricordato dagli ideatori dello stesso: i Past President del Club Rotary di Cava Dè Tirreni, Luigi Della Monica e Santolo Di Palma: “ Nel mio anno di Presidenza insieme al dottor Della Monica pensammo di organizzare delle visite preventive gratuite nel territorio di Cava Dè Tirreni, poi ampliammo il progetto agli altri Club del territorio e grazie all’assistente del Governatore di quell’anno, il Past President Francesco Dente, e al Governatore, Maria Rita Acciardi, il progetto si estese a livello distrettuale e venne organizzato da 41 Club Rotary campani e calabresi”. Il dottor Della Monica ha spiegato che a visitare le persone erano i medici soci dei Club rotariani” Poi riuscimmo a far partecipare anche le mogli medici dei rotariani e anche i medici non rotariani. Poi affiancammo al medico specialista della singola patologia anche il medico che effettua la diagnostica strumentale”. Il Governatore del Distretto Rotary 2100 , il dottor Luciano Lucania, ha ricordato che i soci del Rotary offrono, in vari ambiti, la loro professionalità gratuita al territorio:” Le Domeniche della Salute” è un’offerta di attenzione sanitaria che il Rotary, attraverso i suoi soci, presta a fasce di persone che talora con difficoltà riescono ad accedere al servizio pubblico sanitario o a quello privato”. Socio del Club Rotary Duomo è il dottor Valeriani che ha sottolineato l’importanza di fare prevenzione:” Il tumore della mammella è asintomatico e le donne, già da adolescenti, dovrebbero fare un primo esame che consiste nell’autopalpazione della ghiandola mammaria, attraverso la quale si può già vedere se ci sono dei piccoli noduli di consistenza duro- elastica. Soprattutto se è dolente o c’è dolore nei movimenti attivi della spalla, è importante fare un primo screening ecografico. Sarà poi il radiologo che valuterà se è il caso di fare altri accertamenti con una mammografia o, nel caso di un nodulo sospetto, con l’agobiopsia. Molto spesso, purtroppo, il tumore della mammella è di tipo familiare e per queste persone è imperativo fare questi controlli preventivi. Il dottore senologo Gaetano Pellegrino, Specialista in Radiodiagnostica – Direttore Responsabile del Centro “Percorso Senologico” ha effettuato con un ecografo color doppler portatile di nuova generazione, donato dal Rotary Salerno Duomo al centro di Casa Nazareth., le ecografie mammarie bilaterali e del cavo ascellare delle donne che si sono prenotate :” Bisogna sensibilizzare le donne a recarsi nei laboratori di senologia per sottoporsi a degli esami che possono rivelare delle piccole neoplasie, facilmente curabili, invece di trovarsi di fronte a delle lesioni cosiddette incurabili, anche se oggi non ci sono più lesioni incurabili in oncologia: anche i cancri evoluti vengono trattati con nuove terapie”.   Il dottor Gaetano Pellegrino, socio del Rotary Duomo, ha ribadito l’importanza di fare dei controlli periodici:” Dai 25 anni in poi è necessario fare almeno una volta all’anno una visita e un’ecografia mammaria. Dopo i 35 anni la prima mammografia, eventualmente usufruendo delle potenzialità offerte dalla mammografia in tre dimensioni, combinata a una nuova tecnica chiamata tomosintesi. Naturalmente se ci sono dei noduli, bisogna controllarsi più spesso. Non esiste un tempo per tutte le donne , ma un tempo per ogni donna”. Ad aiutare i due dottori sono stati gli studenti di medicina Mariafelicia Valeriani e Antonio Dente mentre a coordinare le prenotazioni, sono state le volontarie Ada Giulio e Maria Sabatina Bilanzuoli, dell’associazione Oasi, presieduta dalla dottoressa Raffaella D’Angelo. Il responsabile distrettuale del progetto “Le Domeniche della Salute”, il Past President Pacifico Marinato ha sottolineato l’importanza di fare rete:” Coinvolgendo le altre associazioni e strutture pubbliche per coprire un territorio ancora più vasto” I due prossimi appuntamenti con “Le Domeniche della Salute” saranno organizzati nel mese di aprile e maggio, come ha spiegato il Past President Francesco Dente, responsabile di Club del progetto:” Avremo lo screening delle patologie del Cavo Orale con il dottor Giuseppe Cimmino, socio del Club, e con la dottoressa Laura Sisalli.  Avremo poi lo screening delle Patologie della Prostata con il dottor Donato Dente.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO