Liberaidee, appuntamenti a Salerno e Nocera.

0
230

Farà tappa in Campania dal 5 all’11 novembre la carovana di “Liberaidee in viaggio”. 7 giorni di iniziative, incontri, dibattiti, confronti, attività di denuncia e di sensibilizzazione. 7 giorni per guardarci dentro e attorno e costruire, insieme, un rinnovato impegno contro mafie e corruzione.

In Provincia di Salerno sono due gli appuntamenti promossi dal Coordinamento provinciale di Libera, a Salerno città e a Nocera Inferiore.

Due momenti di approfondimento che prendono spunto dai risultati della ricerca nazionale presentata a Roma lo scorso 18 ottobre da don Luigi Ciotti.

Si tratta di uno studio sulla percezione e sulla presenza di mafie e corruzione in Italia, condotto negli ultimi due anni su tutto il territorio nazionale e su un campione di oltre 10 mila questionari e circa 100 interviste qualificate.

La conferenza stampa di presentazione del rapporto  ha dato avvio al viaggio di LiberaIdee in tutta Italia. Un vero e proprio tour che interesserà, da qui a maggio, tutte le Regioni.

A livello regionale poi, i singoli Coordinamenti provinciali saranno impegnati nella promozione di iniziative in cui affiancare alla presentazione del rapporto LiberaIdee una serie di riflessioni su temi particolarmente sensibili nei singoli contesti.
In Provincia di Salerno, dunque, due gli appuntamenti.

Il primo, martedì 6 novembre, sarà dedicato al tema della tratta degli esseri umani e del traffico  clandestino di organi. Tema che, nelle sue connessioni con la criminalità organizzata, la ricerca dimostra non percepito dall’opinione pubblica, ma che invece assume contorni di una drammatica attualità.
L’appuntamento è per le ore 18.00, presso il Salone Bottiglieri della Provincia di Salerno.

Il secondo, giovedì 8 novembre, servirà a fornire uno sguardo di prospettiva sul movimento anticamorra nell’agro nocerino sarnese a quasi quarant’anni dalla stagione delle marce anticamorra. La tavola rotonda è prevista per le ore 18.00 presso l’Aula consiliare del Comune di Nocera Inferiore.

LASCIA UN COMMENTO