“LA PASTA E’ GIOIA DI VIVERE”. “LADY PASTA”, CARMEN TURTURIELLO, ALLA FIDAPA DI SALERNO

0
497

Per una sera la grande sala del Circolo Canottieri Irno di Salerno, presieduto dal dottor Alberto Gulletta, si è trasformata in un meraviglioso palcoscenico culinario grazie alla “Signora della Pasta”, Carmen Turturiello, nota produttrice di pasta fresca lavorata a mano, che si è esibita in uno spettacolo di cucina creativa (Show Cooking), una performance live, durante la quale ha cucinato dal vivo, davanti alle socie fidapine della Sezione Fidapa di Salerno presieduta dalla dottoressa Rita Mazza Laurenzi, che, nello spirito di valorizzare il talento delle donne, ha voluto che si parlasse di cucina, di mangiare sano, di ricette tradizionali della cultura mediterranea, grazie alla nuova socia del sodalizio di sole donne, Carmen Turturiello, da tutti conosciuta a Salerno, e non solo, come: ”Lady Pasta”. La simpatica titolare del “Pastificio Mini”, di Corso Garibaldi, 31, ha coinvolto tutte le socie presenti raccontando le sue ricette, vari aneddoti e curiosità sui piatti da lei preparati che sono stati degustati e apprezzati da tutti i presenti. Carmen Turturiello ha raccontato la sua ultima esperienza a Dubai dove, a ottobre dello scorso anno, ha preparato gli spaghetti granata, preparati con la pasta trafilata in bronzo e con la bietola rossa:” Naturalmente ho preparato tantissimi altri piatti nell’atmosfera esclusiva di uno dei tre ristoranti de “La Ville Hotel & Suites City Wallk Dubai” che si trova nel centro della metropoli”. La neofidapina ha raccontato di essere stata invitata a Dubai dopo che il noto master chef   degli Emirati Arabi, Georges Chihane, della “Chef.”, lo scorso 13 luglio, è stato nel suo laboratorio :” E’ venuto insieme alla dottoressa Giuseppina Di Tore Pizzuti, Emanuele e Mariella Pizzuti, della storica azienda “Molini Pizzuti” di Bellizzi che sta portando avanti un progetto sperimentale nato con l’intento d’ introdurre nella vasta gamma di farine prodotte dall’azienda quelle realizzate con i grani antichi del Cilento, come il grano Carosella e Senatore Cappelli. Lo chef, di origini libanesi, ha apprezzato il mio modo antico di lavorare la pasta a mano come la lavoravano le nostre mamme e le nostre nonne e ha voluto che andassi a Dubai, a presentare, agli esperti del settore, le ultime tendenze in campo alimentare”. Durante la serata al Circolo Canottieri, promossa dalla Past President Rita Vitale Simbolo, Carmen Turturiello, aiutata dalla sua assistente Lidia Tranchino, comunicando tutta la sua passione e il suo amore per la cucina, dando anche dei preziosi consigli sui tempi di cottura e su come dosare gli ingredienti, ha preparato dei delicato ravioli al limone farciti con ricotta vaccina,  limone grattugiato e julienne di limone; degli spaghetti granata senza uovo; strascinati con “ peperone crusco”, cavatelli, gnocchetti, fusilli: tutti rigorosamente lavorati a mano, annaffiati da un’ottima Falanghina del Sannio, consigliata dalla socia Maria Rosaria Simbolo, esperta di vini per passione. La signora della pasta, Carmen Turturiello, un vero talento nel suo campo, ha preparato anche un grande raviolo a forma di cuore granata:” Come quello che preparai quando la Salernitana andò in Serie A”, ha raccontato la signora Turturiello che ha portato la pasta salernitana anche all’EXPO di Milano, nell’agosto del 2015:” Con il CNA nazionale , presieduto da Mirco Della Vecchia, che ogni giorno partecipa alla trasmissione “Detto Fatto”, condotto su Rai2 da Caterina Balivo, partecipai a due eventi di Show Cooking che furono molto apprezzati dal pubblico presente che faceva la fila per degustare i miei piatti”. Probabilmente Carmen Turturiello, che è nata a Balvano in provincia di Potenza, parteciperà anche all’edizione dell’EXPO 2020 che sarà organizzata proprio a Dubai, per la prima volta in Medio Oriente, dove farà conoscere le sue ricette mediterranee:” Sono orgogliosa di essere   una donna del Sud-Italia. Da ventisei anni, dal 1992, produco pasta fresca, lavorata a mano, nella mia bottega. Ho imparato tutti i segreti di come si lavorava anticamente la pasta dalla mia mamma, Lina Zirpoli, che oggi ha 92 anni. Lei mi ha insegnato tutto, soprattutto ad utilizzare pochi ingredienti, ma di qualità”. Carmen vorrebbe trasmettere ai giovani la sua arte, i suoi segreti. Ha anche partecipato a un progetto sperimentale con l’Istituto Alberghiero “Enzo Ferrari” di Battipaglia diretto dalla preside Daniela Palma, coinvolgendo i ragazzi diversamente abili e normodotati dell’istituto. Per le sua attività di recupero delle tradizioni culinarie Carmen Turturiello ha anche vinto il “ Premio Venere d’Oro”, promosso dalla Camera di Commercio di Salerno. “La pasta è importante. E’ gioia di vivere!” ha affermato sorridendo “Lady Pasta” Carmen Turturiello.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO