LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE SPIEGATA DALLA DOTTORESSA ANGELA BOTTA ALLA FIDAPA DI SALERNO

0
855

Come conviene investire oggi i propri risparmi? E’ questa una domanda che molti si pongono e alla quale ha cercato di dare una risposta la dottoressa Angela Botta, Socia Young della Sezione Fidapa di Salerno, che da sette anni lavora come Consulente Finanziario alla Banca Fideuram di Salerno, durante l’incontro organizzato al Circolo Canottieri Irno di Salerno dalla Presidente della Fidapa di Salerno, Rita Mazza Laurenzi, nell’ambito degli incontri previsti dal progetto di valorizzazione delle competenze delle socie consigliere e delle loro professionalità:” Con la socia Angela Botta vogliamo approfondire la nostra conoscenza in ambito finanziario” – ha spiegato la presidente – “ Questo è il primo di una serie di salotti finanziari nei quali approfondiremo varie tematiche di carattere economico finanziario”. La dottoressa Botta con competenza e professionalità ha spiegato che è importante diversificare gli investimenti:” Oggi c’è sempre più insicurezza su come scegliere di investire i propri soldi : mentre negli anni ’80 c’erano dei porti sicuri come i BOT, i Buoni Ordinari del Tesoro, che davano un rendimento pari al 15- 17 % o i Buoni Postali con interessi sostanziosi. Anche gli investimenti immobiliari erano convenienti. Dal 2008 in poi queste sicurezze sono cadute e quindi bisogna essere oculati nelle scelte d’investimento e valutare tanti parametri anche con l’aiuto di un consulente finanziario. E’ importante diversificare gli investimenti: gestioni patrimoniale; fondi comuni d’investimento, titoli azionari ecc.” La giovane consulente finanziaria il cui lavoro consiste nell’assistere i clienti nella gestione consapevole dei loro risparmi:” Nel rispetto delle regole e con la massima trasparenza: un lavoro che ha anche una funzione sociale, soprattutto per colmare il crescente bisogno di educazione finanziaria anche alla luce delle ultime e note vicende che si sono verificate”, ha spiegato che il punto di partenza di una pianificazione patrimoniale è il rischio:” Che non deve essere visto come un elemento negativo ma come un’opportunità. Il rischio può essere mitigato e controllato attraverso la diversificazione ”. La dottoressa Botta ha sottolineato l’importanza di pianificare gli obiettivi che ognuno di noi intende perseguire:” Partendo da un’analisi attenta e oculata delle reali esigenze e dal profilo di rischio di ciascuno di noi. Bisogna considerare , inoltre, l’orizzonte temporale ossia l’arco di tempo entro il quale vogliamo raggiungere gli obiettivi prefissati”. La dottoressa Botta ha ricordato quanto sia costoso crescere un figlio:” Per crescere un bebè nel primo anno di vita ci vogliono dai seimila ai quattordicimila euro”; mantenere un figlio all’Università; acquistare un immobile; organizzare un matrimonio o aprire un’attività commerciale”. L’esperta consulente ha parlato anche di previdenza integrativa; “Quando si va in pensione, si percepisce il 70% del proprio stipendio”, di tasso di sostituzione lordo; di quarta età; di progetto cedola e progetto di estinzione di un mutuo. Ai giovani la dottoressa Botta ha consigliato di iniziare con dei piani di accumulo di capitali:” Creando un salvadanaio che nel lungo periodo sarà utile. Importante per i giovani creare anche un fondo pensioni”. La dottoressa Botta ha consigliato di rivolgersi a consulenti seri e di fiducia per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli:” E’ importante avere al proprio fianco un professionista di fiducia che sappia  consigliare e che aiuti a prendere decisioni importanti, individuando strategie di investimento e soluzioni concrete sempre in linea con l’evoluzione dei mercati. E’ anche importante rivolgersi a banche solide con centri di patrimonializzazione elevati”.

Aniello Palumbo

 

 

LASCIA UN COMMENTO