“GEN 30 PUNTOZERO”. Il tour del Private Banking di Banca MPS alla Stazione Marittima di Salerno.

0
701

“Il futuro è adesso. E’ già qui. E’ oggi. Tutti dobbiamo attrezzarci per essere in grado di determinarne lo sviluppo”. A spiegare l’importanza della trasformazione digitale che stiamo vivendo e come l’intelligenza artificiale possa contribuire a migliorare e alleggerire le attività umane, soprattutto in ambito lavorativo, è stato Andrea Agnello, Direttore Solutions and Industry Business Development di IBM Italia durante l’importante incontro tenutosi alla Stazione Marittima del Porto di Salerno progettata da Zaha Hadid, unica tappa al Sud, dopo Padova , Milano, e Roma del tour del Private Banking di Banca MPS intitolato:” Gen 30 Punto Zero. Nuove Generazioni o Tecnologia di Nuova Generazione?” durante il quale si è parlato di innovazione tecnologica, di intelligenza artificiale, di come entrambe possano cambiare in meglio il modo di lavorare e di quale sarà in futuro il rapporto tra tecnologia e consulenza finanziaria. “ La tecnologia sta aiutando la trasformazione digitale per portarci verso una nuova modalità di fare business, sfruttando i benefici e i vantaggi competitivi che vengono dall’intelligenza artificiale, da internet e da altri elementi tecnologici che stanno cambiando il nostro modo di vivere” ha spiegato Andrea Agnello che ritiene fondamentale per i giovani saper gestire questo percorso di trasformazione digitale:” L’utilizzo delle nuove tecnologie richiede nuove competenze e profili professionali. Ci sono quindi opportunità, anche per le singole persone, di sviluppare le competenze del futuro che saranno necessarie per avere la capacità di cogliere questo vantaggio competitivo, soprattutto per i giovani, nativi digitali, che sanno come destreggiarsi in questo mondo con maggiore facilità e velocità. Ognuno deve cercare di applicare la propria competenza e la propria esperienza per fare in modo che si realizzi una forma di collaborazione tra uomo e tecnologia che serve a potenziare, ampliare e accelerare la conoscenza umana e le capacità proprie dell’individuo: chi le saprà usare sarà più competitivo rispetto a chi non è capace di avvantaggiarsene”. L’evento è stato realizzato con il patrocinio di: “Giovani Imprenditori Confindustria Salerno”, presieduto da Pasquale Sessa che ha ricordato che alcune società multinazionali hanno deciso di investire nella città di Salerno e ribadito che i giovani devono saper governare al meglio le tecnologie:” Sia per migliorare la nostra situazione sociale, ma anche per le nostre imprese e la nostra vita”; e “Giovani Imprenditori Confindustria Campania”, presieduto da Francesco Giuseppe Palumbo che ha sottolineato l’importanza per i giovani di avere una mentalità tecnologica:“ La tecnologia è il futuro e i giovani, che rappresentano il futuro, dovrebbero correre più veloci della tecnologia, anche se è molto difficile. Bisogna investire sulla formazione e sulle risorse che devono utilizzare le innovazioni”. Durante la serata, presentata in modo brillante dalla giornalista Jole Saggese, di Class CNCB, che ha anche proposto un interessante test per scoprire quanto il numeroso pubblico presente fosse technology user friendly, sono intervenuti: Claudio Peraino, Responsabile Servizio Mercato Wealth Management e Rete High Net di Banca Monte dei Paschi di Siena, che ha spiegato come la tecnologia può cambiare la nostra vita nel quotidiano, ma anche nel mondo degli investimenti:” Tramite l’utilizzo di strumenti digitali, e in futuro sempre più attraverso l’intelligenza artificiale, possiamo liberare del tempo non dedicandoci più ad attività ripetitive : così, ad esempio, un banker avrà a disposizione più tempo da destinare alla relazione con il cliente. Tuttavia sebbene la tecnologia ci aiuti a elaborare dati e fare previsioni, la componente umana è imprescindibile negli aspetti relazionali e decisionali”. Giovanni Maione General Manager dell’Area Territoriale Sud e Sicilia di Banca Monte Paschi ha spiegato che l’uomo conserva un grande vantaggio competitivo sulla tecnologia:” Bisogna attenuare le distanze tra questi due elementi: la tecnologia deve facilitare e far migliorare le prestazioni, ma la persona deve generare valore nelle relazioni”; Michelangelo Conte, Area Manager Direzione Territoriale Private – Campania-Puglia presso Banca Monte dei Paschi di Siena ha aggiunto che la chiave del successo, oltre che all’utilizzo di strumenti tecnologici, passa per una costante formazione. Per questo banca MPS pianifica per i propri banker importanti percorsi formativi con partner di rilevanza nazionale ed internazionale”. Molto interessante il contributo fornito dai due partner dell’iniziativa, Axa Investment Managers e Goldman Sachs Asset Management. Matteo Buonomini, Executive Director Goldman Sachs Asset Management, ha spiegato che l’intelligenza artificiale deve essere messa a servizio e a supporto del capitale umano, della conoscenza informatica e della conoscenza informata:” Per aiutare nelle decisioni d’investimento che devono essere individuate avendo sempre un occhio attento al futuro”; mentre Marco De Micheli, Senior Sales Manager Axa Investment Managers ha spiegato che l’intelligenza artificiale è sicuramente uno strumento che porterà grandi vantaggi nella nostra vita: ” S’integrerà con l’uomo nel lavoro”. Presente anche l’Assessore Regionale Franco Picarone, che ha ricordato che la Regione ha istituito dei bandi che finanziano progetti e attività d’innovazione tecnologica e ricerca: ” Abbiamo utilizzato i fondi previsti per la ricerca anche per le attività produttive e i rapporti con l’Università e la ricerca”.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO