“Ballando Sotto le Stelle”: La raccolta fondi organizzata dal Club Inner Wheel Salerno Carf per la Mensa dei Poveri “San Francesco” e per una Casa Famiglia in Mozambico.

0
752

Oltre duecento persone hanno partecipato lunedì sera, sul magnifico terrazzo del Circolo Canottieri Irno di Salerno, alla manifestazione di solidarietà “Ballando Sotto le Stelle” organizzata dal Club Inner Wheel Salerno Carf, presieduto dalla professoressa Diana Sardone Di Lorenzo, in interclub con il Club Inner Wheel Salerno Est, presieduto dalla dottoressa Maria Grazia Corbo, e con i Club Rotary della città: Club Rotary Salerno, presieduto dal dottor Vincenzo Caliendo; Club Rotary Salerno Est, presieduto dall’avvocato Carmine Napoli; Rotary Club Salerno Duomo, presieduto dal dottor Michele Pellegrino; Rotary Club Salerno Picentia, presieduto dal dottor Roberto Napoli; e dal Club Rotary Salerno Nord dei Due Principati, presieduto dalla professoressa Sirella Renda.  Il ricavato della manifestazione, che quest’anno ha compiuto dieci anni, sarà devoluto alla Mensa dei Poveri San Francesco di Salerno e a una Casa Famiglia di Quelimane in Mozambico come ha ricordato la presidente Diana Sardone Di Lorenzo:” Sosteniamo da anni l’opera meritoria del socio rotariano Piergiorgio Turco, medico missionario che, in Africa, in Mozambico, ha fondato, con il frate Antonio Triggiante, una casa famiglia dove sono ospitati orfani presi dalla strada. Un’altra parte del ricavato sarà devoluta alla Mensa dei Poveri “San Francesco”, fondata nel 1994 da Mario Conte. “Ballando sotto le Stelle” è un incontro che si rinnova con tutti i rotariani e con tutta la città di Salerno. Partito dieci anni fa con la nostra socia Margherita Vassallo questo progetto vuole sottolineare l’importanza di essere solidali, non solo per una volta, ma sempre”. La presidente Diana Sardone ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della serata a cominciare dalla segretaria del Club, la dottoressa Lina Coppola, a tutte le componenti della commissione organizzativa e naturalmente, al presidente del Circolo Canottieri Irno, il dottor Giovanni Ricco che crede fortemente nell’importanza della solidarietà:” Fare solidarietà in modo concreto significa intercettare il bisogno e soddisfarlo. Come sempre ci ricorda il nostro Santo Padre è importante guardarsi intorno e sicuramente vicino a noi si può trovare l’occasione per intercettare e soddisfare il bisogno di qualcuno”. La Presidente del Club Rotary Salerno Nord dei Due Principati, Sirella Renda, a nome di tutti i presidenti dei Club rotariani ha sottolineato l’importanza di donare agli altri:” Donare è emozione e solo chi non è in grado di emozionarsi non è capace di donare agli altri. “Ballando Sotto le Stelle” è per tutti noi una grande opportunità che ci consente di emozionarci e di donare”. Il medico oculista Pier Giorgio Turco, commosso, ha spiegato che in Mozambico i ragazzi della Casa Famiglia sono cresciuti: ” Adesso il loro riferimento è Padre Aldo Marchesini, un missionario di Bologna che vive in Mozambico da quarant’anni”.   Il fondatore della Mensa dei poveri San Francesco, Mario Conte, che non ha potuto partecipare alla serata ha inviato un messaggio di ringraziamento nel quale ha ricordato il grande momento di difficoltà che sta vivendo la Mensa dei poveri:” Negli ultimi anni, i poveri che si rivolgono alla mensa sono triplicati. Faticosamente riusciamo a distribuire oltre duecento pasti giornalieri a un numero, purtroppo, sempre crescente di bisognosi che per il 50% sono salernitani; oltre a persone extracomunitarie ci sono, infatti, anche pensionati, disoccupati salernitani che prima dell’apertura vengono con i loro contenitori a prendere il pranzo e mariti separati che sono i nuovi poveri. Quest’ iniziativa è di vitale importanza”. La Presidente Maria Grazia Corbo, presidente del Club Inner Wheel Salerno Est ha ricordato che lo spirito di solidarietà delle donne dell’Inner Wheel è globale:” Guardiamo lontano, ma anche vicino a noi. Le donne innerine, le donne tutte, hanno una forte sensibilità in grado di mobilità le migliori energie di tutti”. La serata, alla quale hanno partecipato anche i giovani rotariani dei Club Rotaract e Interact della città, presieduti da Attilio Caliendo, Vitantonio Polito, Antonio Iuliano e Giovanni Battista Laudisio, è proseguita con un ricco buffet, organizzato dallo chef Matteo Ragone, e con la musica proposta dal simpatico Dj per passione, l’avvocato Beniamino Spirito.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO