Magicomio, Francesco Scimemi al Teatro Ridotto sabato 20 e domenica 21 per Che Comico.

0
615

Su il sipario sul primo di dieci spettacoli della nuova stagione di Che Comico, l’appuntamento a teatro con la comicità ideato dalla Gv Eventi con la direzione artistica di Gianluca Tortora. Si parte questo week end, sabato 20 e domenica 21 ottobre, al Teatro Ridotto di via Grimaldi con Francesco Scimemi in “Magicomio”, il singolare show in cui l’artista siciliano porta in scena quello che è sempre stato un suo marchio di fabbrica sin da ragazzino: il mix di magia e comicità.

Chi è Scimemi? Di sicuro non un comico. Senza dubbio un intrattenitore fuori dagli schemi, un inventore che grazie ai suoi strabilianti giochi di prestigio diverte e trascina. Il suo spettacolo ha infatti un ritmo velocissimo, in grado di coinvolgere il pubblico nei giochi di prestigio in un’atmosfera di ironia che non è mai aggressiva ma che al contrario diverte e sorprende.

MAGICOMIO L’idea dello show nasce quando l’artista, ancora quindicenne, si ritrova ad inseguire un coniglio “ribelle” mentre va in scena per sua prima importante al Madison di Palermo. Da quell’incidente prende forma lo spettacolo che da sempre porta in giro per il mondo personalizzandolo ogni volta in modo diverso. Al Ridotto saranno trent’anni di “Magicomio” (sono state circa 450 le repliche al Teatro Fellini di Roma) raccolti in novanta minuti di show.

SCIMEMI Le porte del successo per Scimemi si aprono nel 1990 con Pippo Baudo che, al timone di “Gran Premio”, lo volle accanto a sé per 15 settimane. Successivamente è stato protagonista sulle reti RAI, Mediaset, Sky oltre che all’estero. La critica lo definisce un “animale da palcoscenico”.

IL CARTELLONE Al Ridotto. Dopo Scimemi la stagione prosegue il 27 e 28 ottobre con la Compagnia Le Ombre in “Le Regole di Elia”, il racconto di un incontro. A novembre, il 10 e l’11, arriverà Domenico Lannutti con “Riflessioni di un uomo”, una carrellata di paradossi paradossali. L’ultimo week end di gennaio 2019 (26 e 27) toccherà a Ivan & Cristiano, il raffinato ed il tamarro di Made in Sud con “Gli opposti si attraggono”; a febbraio (il 23 e 24) si fermerà Gabriele Marconi, noto ai più come l’imitatore di Lubrano, in “Uno, qualunque, cento voci”. A marzo (30 e 31) la Compagnia dell’arte in “Se per caso cadesse il mondo”, un inno all’emisfero femminile. Al Delle Arti. Sabato 17 novembre ci si sposterà nel palcoscenico più grande per applaudire Biagio Izzo ne “I fiori del latte”, una rilettura del testo di Eduardo De Filippo. A gennaio (il 19) ci racconteranno che “Siamo tutti…felice” Fabio Balsamo, Salvatore Gisonna e Ciro Esposito, una commedia in due atti brillante e divertente. Il 9 febbraio scocca l’ora del “Comedy Show” targato Villaperbene, un’anteprima del trio comico salernitano; infine, il 9 marzo, Che Comico ospita Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi e Alessandro Tirocchi in “La storia di ta(g)lia, vizi, virtù, riflessioni e risate sul Bel Paese.

INFO UTILI Lo spettacolo andrà in scena sabato alle 21.15 e domenica alle 18.30. La campagna abbonamenti: 10 spettacoli al costo di 140 euro, oppure 4 (in programmazione al Delle Arti) al costo di 80 euro e 6 (in scena al Ridotto) al costo di 60 euro. Per informazioni e prenotazioni: 089 233998 oppure 3274934684 – www.teatroridotto.com.

LASCIA UN COMMENTO