Virtus Arechi vince anche il derby di ritorno a Battipaglia.

0
192

La Renzullo LARS Virtus Arechi si aggiudica anche il derby di ritorno con la Treofan Polisportiva Battipagliese. La squadra del presidente Nello Renzullo, che si era imposta 71-61 al PalaSilvestri nella gara d’andata, espugna pure il PalaZauli (62-68 il punteggio finale). Il roster allestito dal diesse Pino Corvo (battipagliese doc, visibilmente teso ed emozionato) si è aggiudicato l’intera posta in palio al termine di una gara sostanzialmente equilibrata e che si è decisa in favore dei viaggianti nel terzo periodo, quando capitan Cucco e soci hanno piazzato un break al quale i padroni di casa non sono riusciti a rispondere. Coach Antonio Paternoster ha approfittato di una panchina più profonda per avere sempre forze fresche in campo ed ha alternato vari tipi di difesa in base alle esigenze del momento. Alla fine i blaugrana, che hanno portato come al solito in doppia cifra ben quattro elementi (Paci, Petrazzuoli, Di Prampero e Cucco) hanno ottenuto quello che volevano: la vittoria nella prima gara del girone di ritorno, per mettersi alle spalle lo stop di Palestrina e riprendere immediatamente la marcia. Di Capua e compagni, però, hanno avuto il merito, nonostante il divario in classifica tra le due compagini e l’assenza dell’infortunato Visentin sotto le plance, di non mollare mai e di tenere in vita la partita fino ai palpitanti secondi finali, prima di riconoscere l’onore delle armi agli avversari.

 

La gara si apre con un canestro di Norcino, in una delle rare circostanze in cui riuscirà ad eludere la guardia asfissiante di Cucco e Beatrice. E’ Babilodze, partito in quintetto, a pareggiare i conti, poi Paci dà il via al suo show personale (terminerà l’incontro con 18 punti all’attivo). Il team che coach Porfidia è riuscito a rigenerare nello spirito ancor prima che nelle gambe resta in scia con i liberi di Anumba (20 punti, miglior marcatore del derby alla fine). Il botta e risposta prosegue con i centri di Cuccarese e Leggio. Poi l’ultimo arrivato in casa Battipaglia, Kevin Cusenza, piazza una “bomba” sulla sirena che fa male alla difesa ospite. Dalla lunetta, però, i nuovi entrati Mennella e Bartolozzi ribaltano la situazione. Si va avanti tra sorpassi e controsorpassi fino al 16-15 con cui termina il primo quarto.

In avvio di secondo periodo trovano subito la via del canestro i soliti Anumba e Paci. La tripla di Filippi permette ai padroni di casa di allungare sul +4, ma Petrazzuoli risponde con la stessa moneta. Ancora una conclusione da fuori realizzata da Di Capua, ma la penetrazione di Di Prampero e il gancetto di Paci fanno sì che il punteggio torni in parità. Anche perché Norcino segna ancora da fuori, ma Di Prampero replica ancora dall’arco dei 6.75. Di Capua segna col fallo e realizza anche il tiro libero supplementare, Paci accorcia le distanze con due liberi. Sempre dalla lunetta Norcino e Leggio fissano il punteggio sul 32-31 con cui si arriva all’intervallo lungo.

La consueta strigliata di coach Paternoster negli spogliatoi sortisce gli effetti sperati. In avvio di ripresa in campo la Renzullo LARS Salerno mette un’intensità incredibile. Due canestri in fila di Paci regalano il massimo vantaggio (+3) ai viaggianti. Cusenza annulla la differenza con una “bomba”. Al parziale di 0-5 per Salerno firmato dalla tripla di Di Prampero e dal lavoro sotto le plance di Paci, la Treofan risponde con 5 punti consecutivi di Anumba. La penatrazione di Cucco e i tiri liberi segnati da Di Prampero e Bartolozzi portano la Virtus Arechi sul +6. Cuccarese firma un’azione da 3 punti (fallo e canestro), ma Paci e Bartolozzi fanno la voce grossa nel pitturato e portano i blaugrana sul +7. Federico accorcia le distanze da fuori, ma il fallo tecnico fischiato a Cuccarese permette ai viaggianti di allungare nuovamente con i liberi di Leggio che fissano il punteggio sul 46-53 con cui si chiude il terzo quarto.

Anumba non ci sta e si fa notare in avvio di quarto periodo riportando praticamente da solo i suoi fino al 53-53. Capitan Cucco non ci sta e piazza una “bomba” importante, Petrazzuoli sente che è il momento e fa altrettanto, quindi Leggio dal post alto e Paci in avvicinamento segnano i canestri del massimo vantaggio ospite (+10). Partita finita? Di Capua è di tutt’altro avviso e lo dimostra segnando 7 punti tutti d’un fiato, intervallati solo da un libero di Cucco. A 40 secondi dal termine il tabellone luminoso indica 60-64. Battipaglia ricorre al fallo sistematico, ma il team di coach Paternoster è estremamente lucida e precisa e riesce a portare a casa la vittoria col punteggio finale di 62-68.

Grazie al successo ottenuto a Battipaglia la Renzullo LARS Virtus Arechi Salerno sale a quota 24 punti e resta all’inseguimento della coppia di testa (Barcellona e Palestrina sono a quota 28) e nella scia di Valmontone (che ha vinto di misura a Cassino e resta a +2). Nel prossimo turno, in programma domenica 14 gennaio alle ore 18, la squadra allestita dal diesse Corvo riceverà al PalaSilvestri (palla a due alle ore 18) la visita della Dynamic Venafro (reduce dalla sconfitta casalinga per 70-88 con la Luiss Sport Roma).

TREOFAN POLISPORTIVA BATTIPAGLIESE vs RENZULLO LARS SALERNO 62-68

PARZIALI: 16-15; 16-16; 14-22; 16-15

Polisportiva Battipagliese: Anumba 20, Di Capua 15, Norcino 8, Cusenza 6, Santoro 4, Filippi 3, Cuccarese 3, Federico 3, Visconti ne, Volpe ne, Invidia ne, Urso ne.

Allenatore: Porfida.

Virtus Arechi Salerno: Paci 18, Petrazzuoli 11, Di Prampero 10, Cucco M. 10, Bartolozzi 8, Leggio 7, Babilodze 2, Mennella 2, Beatrice 0, Cucco A. ne, Datuowei ne.

Allenatore: Paternoster.

Arbitri: Spinelli e Doronin.

Note: usciti per raggiunto limite di falli Cuccarese (B) e Norcino (B).

 

LASCIA UN COMMENTO