Virtus Arechi, Enrico Ianniello nuovo Dirigente responsabile.

0
329

Enrico Ianniello è il nuovo Dirigente responsabile della Virtus Arechi Salerno. 37 anni compiuti ad agosto scorso, l’ingegnere originario di Sarno ricoprirà un ruolo estremamente importante in seno all’entourage dirigenziale.

Cresciuto cestisticamente nel Basket Club Sarno, Ianniello dopo le esperienze nelle giovanili ha fatto parte del roster che ha affrontato il campionato di Serie B2 (nel 1997 e nel 1998). In seguito, l’ala piccola si è trasferita all’A.P. Convitto Nazionale Salerno, dove ha militato in Serie C2 sotto la guida di coach Gigi Greco. Quindi, Ianniello ha indossato le canotte di Angri, Libertas Irno, Folgore Nocera e di nuovo Sarno, diventando uno dei pezzi pregiati delle “Minors” a fine carriera.

Smessi i panni da giocatore, Ianniello ha indossato quelli da dirigente. E la sua nuova avventura non poteva non partire dalla Pallacanestro Sarno del presidente Nello Renzullo, al fianco del quale sta ora lavorando nelle file della Virtus Arechi Salerno.

«Grazie alle forti ambizioni del presidente nonché amico Nello Renzullo si è presentata l’opportunità di riportare un campionato nazionale nella città di Salerno – ha affermato il nuovo Dirigente responsabile della Virtus Arechi –. Sono pronto a rendermi utile alla causa di questa nuova società, rivestendo il ruolo di dirigente responsabile. La Virtus Arechi Salerno è nata da poco più di due mesi ma la scelta del presidente Renzullo di avvalersi della collaborazione dirigenziale, medica e tecnica di persone di spicco a livello nazionale non può far altro che confermare le forti ambizioni che sono alla base di questo progetto. Il nostro compito principale in questa avventura – ha concluso Enrico Ianniello – sarà quello di far riaccendere la passione del calorosissimo pubblico salernitano nei confronti della palla a spicchi. Vogliamo far rivivere alla gente di Salerno le gioie di un tempo. Per questo speriamo di poter vedere sempre un PalaSilvestri gremito, caldo, coinvolto, pronto a sostenere una squadra che farà di tutto per ripagare i suoi tifosi dell’affetto che sono sicuro sapranno dimostrarle. Sin da subito».

 

LASCIA UN COMMENTO