Supercoppa LNP, Givova Scafati si arrende a Bologna.

0
63

La prima edizione della Supercoppa L.N.P. è stata vinta dalla Kontatto Bologna, vincitrice 72-70 sulla Givova Scafati, nella finalissima della competizione che ha inaugurato la stagione agonistica 2016/2017. Nonostante la fatica e la stanchezza accumulata nei due tempi supplementari della semifinale vinta il giorno precedente, i gialloblù hanno disputato un’altra gara gagliarda, tonica e reattiva, tenendo in apprensione i biancoblù fino all’ultimo possesso e mostrando di avere tutte le carte in regola per disputare un ulteriore campionato di serie A2 da assoluti protagonisti.

E tutto ciò, senza dimenticare che, tra le fila ospiti, mancava l’ultimo acquisto Naimy, ingaggiato solo da pochi giorni. Raucci e Mancinelli firmano subito il 4-0 dopo 1’, con il quale i padroni di casa provano a prendere in mano le redini dell’incontro. Panzini e Baldassarre rispondono colpo su colpo, ma sono i felsinei a tenere le mani sul match, grazie anche ai due statunitensi Roberts e Knox (10-4 al 7’; 14-7 al 8’) . Sotto i tabelloni, Ammannato lotta come un forsennato e riesce a non far scappare l’avversario, avanti 20-15 al termine del primo periodo. Pochi secondi di gioco della seconda frazione e la tripla di Fischer accorcia ulteriormente le distanze (20-18), ma Mancinelli e Roberts allargano di nuovo la forbice del divario in un battibaleno (25-18 al 12’). Il play Montano cambia il ritmo del gioco, Candi, Mancinelli e Roberts fanno il resto e la Fortitudo allunga sugli scafatesi, che non riescono a trovare il bandolo della matassa e finiscono sotto 37-22 al 18’. Quando tutto sembra orientato nella direzione dei locali, Fantoni e Santiangeli preparano la strada al cecchino Fischer, che inizia a crivellare la retina da ogni parte del campo, firmando un corposo parziale di 3-13 che riporta sotto i campani all’intervallo lungo (40-35). Cambiano i canestri d’attacco, ma non cambia l’andazzo della sfida, che passa nelle mani dei gialloblù, bravi a non lasciarsi intimorire dall’avversario e a giocare con grande personalità. Crow e Santiangeli tengono a bada Gandini e firmano il primo sorpasso scafatese al 23’ (42-43). L’esperienza di Fantoni, la grinta di Crow e la rabbia di Baldassarre permettono alla Givova di rispondere colpo su colpo e conservare a lungo la testa della sfida (48-52 al 28’), prima di mollare leggermente la presa nelle ultime azioni del terzo quarto, che si conclude sul 53-52 in favore della Kontatto. Crow e Fischer ce la mettono tutta a non far scappare i biancoazzurri, che, pigiando il piede sull’acceleratore, tentano in tutti i modi di scrollarsi di dosso l’avversario (61-57 al 36’). Mancinelli e Knox allungano (68-60 al 37’), Fischer non molla un centimetro (68-65 al 38’), Gandini prova a chiudere (70-65), ma Fantoni e Santiangeli decidono che è ancora presto per assegnare il trofeo (70-68 al 39’). La sfida resta equilibrata, punto a punto fino alla fine: si gioca col cronometro, cercando il fallo sistematico. L’ultimo possesso, che potrebbe valere il pareggio o addirittura la vittoria, è nelle mani di Scafati, ma il tiro sulla sirena di Crow si infrange sul ferro (72-70). Dichiarazione del capo allenatore Zare Markovski: «Peccato per lo sforzo profuso in campo e rivelatosi vano, avendo avuto sempre il massimo dai nostri giocatori, sia fisicamente per l’intensità messa in campo, che mentalmente per essere riusciti a rientrare dal -16 al +5, mostrando l’ennesimo chiaro segnale che il gruppo c’è. Peccato solo per le troppe palle perse che alla fine hanno pesato sul risultato finale».

TABELLINI
KONTATTO BOLOGNA – GIVOVA SCAFATI 72-70

KONTATTO BOLOGNA: Mancinelli 16, Candi 8, Torricelli n. e., Campogrande, Montano 4, Errera n. e., Gandini 5, Raucci 5, Roberts 19, Knox 15. ALLENATORE: Boniciolli Matteo. ASS. ALLENATORI: Comuzzo Stefano, Lopez Roberto e Pampani Antonio.
GIVOVA SCAFATI: Fischer 23, Di Palma n. e., Crow 11, Fantoni 7, Baldassarre 3, Ammannato 6, Panzini 6, Perez 2, Matrone n. e., Santiangeli 12. ALLENATORE: Markovski Zare. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.
ARBITRI: Bongiorni Andrea di Pisa, Ursi Stefano di Livorno, Pazzaglia Jacopo di Cattolica (Rn).
NOTE: Parziali: 20–15; 20–20; 13–17; 19–18. Tiri da due: Bologna 19/37 (61%); Scafati 18/25 (72%). Tiri da tre: Bologna 7/20 (35%); Scafati 7/25 (28%). Tiri liberi: Bologna 13/16 (81%); Scafati 13/18 (72%). Falli: Bologna 24; Scafati 19. Usciti per cinque falli: Knox, Gandini. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Bologna 20 (13 dif., 7 off.); Scafati 29 (21 dif.; 8 off.). Palle recuperate: Bologna 11; Scafati 3. Palle perse: Bologna 13; Scafati 17. Assist: Bologna 13; Scafati 12. Stoppate: Bologna 2; Scafati 1. Spettatori: 3.500 circa.

LASCIA UN COMMENTO