Scafatese, sofferta vittoria contro il Castel San Giorgio. Rescissione per Borriello. Inaugurato campo B.

0
110

us-scafatese-castel-san-giorgioVittoria col batticuore per la Scafatese Calcio 1922 che, al “Comunale 28 Settembre 1943”, recupera lo svantaggio maturato nei primi minuti di gioco, costruisce occasione su occasione prima di passare definitivamente nel finale di gara, proprio nel momento in cui la porta sembrava stregata.

Al minuto 8 Ferrara, con un calcio di punizione battuto col contagiri, pesca Tortora che di testa riesce a centrare lo specchio della porta difesa da Amodio e a realizzare il gol del vantaggio ospite.

La Scafatese risponde e pareggia dieci minuti più tardi con Guidelli: perfetta azione offensiva con ottime rotazioni fatta dalla squadra gialloblu, toccano il pallone praticamente tutti e 11 i calciatori e poi, dopo il cross di Vicinanza, Guidelli prima addomestica la sfera e poi, di destro, insacca battendo un incolpevole Cesarano.

Al minuto 21’, sugli sviluppi di calcio d’angolo, un cross di Guidelli per poco non si trasforma in un tiro e costringe Cesarano agli straordinari, ma il vero capolavoro dell’estremo difensore ospite è quello del minuto 36 quando , dopo un tiro piazzato di Zucca, si distende alla sua sinistra togliendo il pallone dall’angolino basso. La ripresa si trasforma in un vero e proprio forcing gialloblu, con i canarini che alzano il baricentro, mentre le poche sortite offensive ospiti si infrangono contro i 4 della difesa gialloblu, sempre lesti a leggere le azioni difensive: al 51’ Aufiero si libera in area di rigore e prova il destro che non trova lo specchio della porta; 5 minuti più tardi imbucata di Teta nuovamente per Aufiero, il centrocampista potrebbe anche calciare ma prova a trovare Saurino con un Cross basso e Ferrara, leggendo l’azione difensiva, salva in angolo. Al 61’ ancora occasione per la Scafatese con Saurino che manca di poco il bersaglio con un esterno destro. Nuova occasione casalinga con Formisano che non riesce a concludere in maniera pulita, calciando di destro dal vertice dell’area piccola. Citarelli capisce che l’impresa è possibile e decide che è ora di cambiare, inserisce Sorrentino, Esposito e Di Ruocco e riplasma la sua Scafatese con un 4-2-3-1 a trazione offensiva. Al 72’ inizia il Cesarano Show con un doppio miracolo sugli sviluppi di due calci d’angolo consecutivi, superando se stesso sulla doppia capocciata di Saurino. Cesarano non può nulla, però, sul colpo di testa di Esposito del minuto 78, quando il pallone si va a infrangere beffardamente sulla traversa. Sembra una maledizione vera e propria quella che aleggia sul “Comunale”, e per abbattere una maledizione occorre un eroe vero e proprio: dunque, al minuto 87 è ancora il Capitano Teta, già indelebilmente inserito nella storia della Scafatese, a confezionare l’ennesima perla; Guidelli detta legge a centrocampo eludendo l’intervento prima di Capuano e poi di Ferrara, chiama in causa Di Ruocco che guadagna il fondo e poi serve dietro Teta che, di interno, riesce a realizzare il meritatissimo vantaggio, facendo esplodere lo Stadio, tornato finalmente una bolgia, e dedicando la rete decisiva al figlio che festeggia l’onomastico. Nel post-partita Citarelli si gode la vittoria, parlando delle tante occasioni create: “Dopo le energie spese giovedì in partita non era facile giocare così come abbiamo fatto, però abbiamo creato davvero tanto e meritato la vittoria, anche se il gol è arrivato solo nel finale, ma abbiamo creato tantissimo. Siamo partiti con un 4-3-3 e poi siamo passati al 4-2-3-1 perché era il modulo migliore per attaccare questo Castel San Giorgio, considerando anche gli uomini che avevo a disposizione. E’ una vittoria frutto del lavoro, tra cui anche quello dell’Allenatore in Seconda Giuseppe Del Gaudio e del Preparatore Atletico Nicola Agosti che hanno rimesso in sesto la squadra in due giorni soltanto, e poi ovviamente una menzione particolare va fatta anche ai tifosi che ci hanno trascinato alla vittoria inneggiando la squadra anche nei momenti difficili, in casa e in trasferta”.

SCAFATESE CALCIO 1922 – CASTEL SAN GIORGIO 2-1

SCAFATESE 1922: Amodio, Vicinanza 97, Gallo S., Aufiero (62’ Sorrentino), Chiariello, De Bellis (75’ Di Ruocco), Formisano 98, Guidelli, Saurino, Teta, Zucca 98 (57’ Esposito). A disposizione: Coticelli 98, Gallo L. 97, Perone 99, Sorrentino, Di Ruocco, Matrone 98, Esposito 98 All: Citarelli

CASTEL SAN GIORGIO: Cesarano, Trotta 97 (67’ De Luca 97), Porzio, Starita, Paragallo, Giordano 96 (61’ Piacente 96), Capuano, Nocerino 98 (58’ Palumbo C. 98), Tortora, Ferrara, Desiderio. A disposizione: Sellitto 98, Ricupito 98, De Luca 97, Palumbo C. 98, Palumbo G. 97, Abbadessa 98, Piacente 96 All: Del Sorbo Arbitro: Castropignano di Ercolano Assistenti: Baldissarra e Alborelli di Ercolano

RETI: 8’ Tortora, 18’ Guidelli, 87’ Teta. Note: Ammoniti: 80’ Capuano, 91’ Porzio, 91’ Esposito, 92’ Ferrara. Calci d’angolo: 8-7.

La SCAFATESE CALCIO 1922 comunica, dopo una decisione consensuale, di aver risolto il contratto con il centrocampista Pasquale Borriello. All’under classe 1996 vanno i migliori auguri per il prosieguo della stagione e della carriera.

La SCAFATESE CALCIO 1922, nella persona del Direttore Generale Antonio Buoninconti, è stata presente all’inaugurazione del nuovo Campo B della struttura dello Stadio “Comunale 28 settembre 1943” di Scafati. Ancora una volta la società gialloblu ha fatto sentire il proprio sostegno in una manifestazione cittadina, al fine di diffondere e perseguire i valori etici e morali dello sport.

Week end ricco di soddisfazioni per i giovani canarini del vivaio gialloblu: vittoria in trasferta per 1-2 per gli Allievi Regionali B sul campo del Millennium Calcio Salerno.

Gli Allievi Regionali A hanno raccolto un pareggio per 2-2 sul campo della Polisportiva Sannicolese, mentre per la Juniores roboante vittoria per 6-0 ai danni dell’Olympic Salerno sul rettangolo verde del “Comunale 28 Settembre 1943”

LASCIA UN COMMENTO