Scafatese sconfitta a Sant'Antonio Abate.

0
54

sant_antonio_abateRammarico e delusione per la SCAFATESE CALCIO 1922 che, al Vigilante Varone di Sant’Antonio Abate, prima crolla, poi risorge magicamente, per cadere definitivamente a pochi secondi dal termine. Inizio sprint del Sant’Antonio Abate con un tiro di esterno di Cibele che termina a lato. All’11’ Forino impatta di interno destro sul cross di Siciliano ma Amodio blocca.

I canarini, che devono fare a meno dei due terzini titolari Gallo (per infortunio) e Vicinanza (per squalifica), provano a reggere il colpo, ma Al 20′ si sblocca il match: presunto fallo su Chiariello non fischiato dal direttore di gara e rete realizzata dall’under D’Ambrosio. Passano soltanto 180 secondi e i padroni di casa raddoppiano con una punizione gioiello di Siciliano, migliore in campo dei suoi. La squadra giallorossa, spinta dall’inerzia, sfiora il colpo del KO al 30′ con Cibele che, liberatosi magistralmente in area, spara alto di destro. Dopo la mezz’ora la Scafatese prova a reagire con Saurino che prima sfiora il gol di destro e poi, qualche secondo dopo,  su sponda di Guidelli, ma la rete viene annullata per una posizione irregolare del centrocampista. È il preludio per il diverso appiglio con cui la squadra scende in campo nella ripresa: al 51′ Di Ruocco supera Forino e poi fa partire un destro che si infrange sul palo. Al 58′ i gialloblu si rimettono in gioco: Su angolo di Teta arriva la sponda di De Bellis per Guidelli che addomestica il pallone e insacca il 2-1. Non passano nemmeno 10 minuti e gli uomini di Citarelli agganciano il pareggio: la sponda di Esposito trova libero Saurino che viene atterrato in area di rigore, il direttore di gara fischia la massima punizione e il capitano Teta insacca. Le squadre si allungano nel tentativo di vincere la gara, la Scafatese alza il baricentro ma espone il fianco e concede al subentrato Nastro una ghiotta palla-gol che l’under calcia a lato della porta di Amodio. In pieno recupero, all’ultimo secondo utile, arriva la beffa: la punizione di Siciliano trova Borrelli in area, sponda nella zona di Cibele, stop e destro che si insacca. Esplode il Vigilante Varone per una vittoria che mancava da tempo, mentre i canarini restano fermi a quota 19 punti in classifica.

SANT’ANTONIO ABATE: Prete, Esposito G.M. 98, Forino, Cavallaro 97, Magliocca, D’Auria 96, Sorriso (84′ Borrelli), Morella, Cibele, Siciliano, D’Ambrosio 96 (57′ Nastro 96).
A disposizione: De Martino 98, Giordano 98, Perrella, Navas 96, Borrelli, Nastro 96, Del Prete.
All: Criscuolo.

SCAFATESE 1922: Amodio, Aufiero, Formisano 98 (85’Perone), Zucca 98, Chiariello, De Bellis, Di Ruocco, Saurino (81′ Sorrentino), Teta, Esposito G.98.
A disposizione: Coticelli 98, Sicignano 99, Perone 99, Sorrentino, Del Gaudio, Matrone 98, Vitiello 99.
All: Citarelli.

RETI: 20′ D’Ambrosio, 22′ Siciliano, 58′ Guidelli, 67′ Teta (rig), 92′ Cibele.

Arbitro: Catanoso di Reggio Calabria
Assistenti: Castiglione e Castaldo di Frattamaggiore.
Note: Ammoniti: 12′ D’Auria, 14′ De Bellis, 24′ Morella, 64′ Siciliano, 69′ Aufiero, 70′ Teta, 80′ Cavallaro. Espulso: 91′ Teta. Calci d’angolo 2-4.

LASCIA UN COMMENTO