Scafatese, a Nocera è solo 0-0, addio Coppa Italia.

0
103

scafatese calcioTermina al “San Francesco d’Assisi” di Nocera Inferiore il cammino della Scafatese Calcio 1922 in Coppa Italia dilettanti; eliminazione beffarda per la squadra di Mimmo Citarelli che è costretta ad abbandonare la competizione senza essere mai stata sconfitta in tutto il torneo, raccogliendo due pareggi con il Città di Nocera 1910 tra andata e ritorno e venendo eliminata soltanto in virtù della regola del gol in trasferta. Maiuri propone un 4-4-2 con la coppia d’attacco Majella-Carotenuto, lasciando in panchina l’autore del gol dell’andata Marcucci; Citarelli risponde con un 4-2-3-1 con Saurino, Sorrentino e Formisano a sostegno dell’unica punta Esposito. Prima del fischio d’inizio Citarelli viene omaggiato con la maglia numero 11 rossonera, divisa che ha vestito da calciatore. E’ al 12’ che piovono brividi sulla schiena della retroguardia nocerina: la Scafatese si proietta in avanti e una verticalizzazione fulminea di Guidelli pesca libero Esposito che insacca, ma la rete del giovane under viene annullata a causa di una posizione irregolare al momento del tocco del suo compagno di squadra.

La Scafatese ha bisogno del gol per superare il turno e prova a rendersi pericolosa in avanti, senza però esporre il fianco alle ripartenze rossonere, con Chiariello e De Bellis bravi a chiudere tutti i varchi per Carotenuto e Majella, sempre pericolosi in fase di possesso palla. Ne nasce una prima frazione di gioco in cui i ritmi sono tutto sommato alti ma senza vere e proprie occasioni da gol.
Nella ripresa il senso del match non cambia, con la Scafatese attenta a non lasciare spazi agli attaccanti avversari, cercando di proporsi e di diventare velenosa in avanti. Al 52’ il pallone buono capita sui piedi di Formisano dopo un cross di Sorrentino, ma il destro dell’under numero 7 termina alto sopra la traversa. Al 55’ provano i padroni di casa a rendersi pericolosi con una ripartenza improvvisa ricamata da Carotenuto e Scibilia e concluso da Di Pietro che non trova la porta. Citarelli prova a mescolare le carte togliendo Esposito, inserendo De Simone come esterno e traslando Saurino al centro dell’attacco: il numero 9 gialloblu cambia il volto del settore offensivo lottando come un leone su ogni pallone e, in pieno recupero, detta il passaggio per l’occasione più ghiotta della partita: ottima sponda che alimenta l’azione, perfetto il movimento a tagliare la difesa, assist al bacio di Teta e stop di petto; il tiro sinistro purtroppo si infrange al di sopra della traversa, chiudendo le speranze di superare il match di una seppur buona Scafatese.

Il mister Mimmo Citarelli in conferenza stampa si reputa soddisfatto del lavoro dei suoi uomini: “Sono stato sempre affezionato alla Nocerina, mi sono emozionato per la maglia regalata. Sono sempre stato molto leale e per questo piaccio alla gente. Abbiamo fatto benissimo nell’arco delle due partite, la squadra si è comportata bene e ha fatto un’ottima figura. Il corso a Coverciano mi ha cambiato molto, mi ha trasmesso l’idea di avere più equilibrio e oggi la squadra non si è mai disunita; il risultato poi ha premiato il Città di Nocera e meritano i complimenti. Dobbiamo chiudere in bellezza domenica, mi piace fare allenamento solo con gli under per farli crescere. Domenica prossima abbiamo un altro match importante, io ho sempre dato il massimo, sia da allenatore che da giocatore, per questo la gente mi vuole bene”.
Anche il Direttore Generale Antonio Buoninconti ha voluto elogiare la prova dei ragazzi: “Volevo sottolineare la prova di carattere dei ragazzi che non si sono mai risparmiati fino an 94′. Dispiace lasciare un torneo senza perdere mai, è un anno in cui tutto gira storto. Ma da domani si torna a parlare del campionato, domenica abbiamo una sfida difficile che affronteremo con la stessa determinazione di sempre”

CITTA’ DI NOCERA: Amabile, Apparenza 97, Fonzino 96, Lettieri, Cacace, Criscuolo, Vitolo 98  (88’Ciotti), Di Pietro, Scibilia (79’ Aracri), Carotenuto (66’ Marcucci), Majella.
A disposizione: Napoli 96, Cuomo, Mozzilo 98, Ciotti 99, Aracri, Santoro 98, Marcucci.
All: Maiuri

SCAFATESE 1922: Amodio, Vicinanza 97, Aufiero, Sorrentino, Chiariello, De Bellis, Formisano 98 (70’ Zucca 98), Guidelli, Saurino, Teta, Esposito 98 (81’ De Simone 97).
A disposizione: Testa 98, Gallo L. 97, De Simone 97, Perone 99, Del Gaudio, Zucca 98, Matrone 98.

Arbitro: Grasso di Ariano Irpino
Assistenti: Gallo di Avellino e Pannese di Ariano Irpino
Note: ammoniti: 20’ Di Pietro, 48’ Aufiero, 71’ Teta, 74’ Cacace. Calci d’angolo: 5-1.

LASCIA UN COMMENTO