Scafatese, 2-0 all’Alfaterna.

0
343

Con il classico scarto la Scafatese si impone sull’Alfaterna e mette forse l’ipoteca definitiva sul campionato di Promozione, con la matematica che già dalla prossima settimana potrebbe consacrare gli uomini gialloblu come campioni, regalando l’Eccellenza. Sul sintetico del “Comunale 28 Settembre” è Luca Martone a impensierire per primo la retroguardia rossonera con un secco destro dal limite dell’area che però si spegne di poco a lato. L’Alfaterna prova a rispondere con Cavezza, uno dei migliori tra i suoi, che va via sulla fascia sinistra, ma Sabato Scala, oggi rientrante dopo la squalifica, salva tutto. La Scafatese, però, sembra avere il controllo del campo, anche grazie alle progressioni dei due centrocampisti Giordano e Manzo, ed è proprio da una sgroppata di Manzo al 24’ che nasce un’altra palla gol per gli uomini di Macera, con Sorrentino che crossa al centro e Martone che manca di poco l’appuntamento con il gol. Dieci minuti più tardi nuovamente il centravanti scafatese supera ben due avversari ma, di destro, non riesce a centrare la porta difesa da Caso. Al 43’ episodio che cambia le sorti del match: Esposito, ultimo uomo rossonero, ferma con un braccio la ripartenza gialloblu, ricevendo il cartellino rosso dal direttore di gara Savino di Torre Annunziata. La Scafatese ne approfitta e passa in vantaggio nel recupero della prima frazione: Martone trova il sentiero vincente per Pirone, tocco morbido e allo stesso tempo letale del numero 10 e 1-0 per i canarini. Nella ripresa la squadra di Mister Macera continua a macinare gioco, forte anche della superiorità numerico: al 50’ ennesima sfuriata di Manzo per tutto il campo, palla prima a Sorrentino e poi a Martone, con l’estremo difensore rossonero che si salva in angolo; dagli sviluppi del corner Giordano ruba benissimo il tempo alla retroguardia ospite e impatta di testa a botta sicura, ma Caso si supera e devia nuovamente il pallone sopra la traversa. Al 55’ azione d’intesa tra De Falco e Pirone sulla fascia sinistra, con il tiro a giro dell’autore del gol che termina fuori, mentre al 62’ nuovamente Manzo, funambolico contro il centrocampo dell’Alfaterna, cede la sfera a Martone che non trova il ventiduesimo centro stagionale. Macera sostituisce Sorrentino con Pasqualino Scognamiglio e, al 69’, proprio da un cross del nuovo entrato nasce una doppia occasione da rete per i padroni di casa, prima con il colpo di testa di Martone, respinto da Caso, e poi con il tentativo di tap-in volante di Giordano, che però si infrange a lato. Al 75’ Manzo prova a coronare l’ottima prestazione personale con una staffilata dalla distanza, ma la conclusione viene parata da Caso; lo stesso Caso nulla può, invece, sull’incrocio di destro di Scognamiglio che vale il 2-0 per i canarini e anche i tre punti in classifica. Sabato, a Baronissi contro il Salernum secondo in classifica, la Scafatese si gioca il primo di 5 match-ball: bastano infatti soltanto 3 punti per festeggiare la tanto attesa Eccellenza.

 

SCAFATESE: Ciccarelli, Gargiulo 99, De Falco 2001 (83’ Sannino 2000), Scala, Caiazza, Spera 2000 (74’ Vitiello 98), Giordano (72’ Avino), Manzo, Martone (80’ Liccardi), Pirone, Sorrentino (58’ Scognamiglio)

A disposizione: Mingacci 99, Sannino 2000, Gallo, Avino, Scognamiglio, Liccardi, Vitiello 98.

All: Macera

 

ALFATERNA: Caso, Clemente, Angrisani 99 (87’ Ruocco 2001), Amatruda 2000, Angona, Esposito, Cavezza, Cascella 98 87’ Comarco 98), Montella (58’ Cirillo), Buonfiglio (66’ Ragone 98), D’Auria (45’ Mansi).

A disposizione: Romano 2000, Concilio 99, Mansi, Ruocco 2001, Ragone 98, Comarco 98, Cirillo.

All: Sellitti.

 

RETI: 46’ pt Pirone, 82’ Scognamiglio

 

Arbitro: Savino di Torre Annunziata

Assistenti: Nappo e Romano di Torre del Greco

Note: Ammoniti: Spera, D’Auria, Cavezza, Ruocco, Angona, Scala. Espulso: Esposito. Calci d’angolo: 5-3

LASCIA UN COMMENTO