Altri punti persi nei minuti finali, questa volta l’Olympic Salerno perde per 2 a 1 in casa contro la Picciola nonostante la superiorià numerica per quasi tutto il secondo tempo.

0
55

Incontro proibitivo per la compagine biancorossa che ospita al Figliolia la Pol. Picciola, la più diretta inseguitrice della capolista Pol. Santa Maria, che arriva a disputare l’incontro contro l’Olympic Salerno ben consapevole che non può perdere punti per strada. Di contro, la compagine cara al presidente Pisapia è una squadra piena di defezioni, dagli attaccanti Orabona e Gagliardi fino ai due goleador difensori Masullo e Acquaviva rispettivamente out per infortunio e squalifica.

La partita e la stagione dei ragazzi di Mister Zolfanelli si può sintetizzare nei primi 5 minuti di gioco. Ad aprire le marcature dopo neanche due minuti di gioco è l’ennesimo gol su calcio da fermo (siamo a 12 su 13 gol totali realizzati dalla squadra), questa volta è Michele Castagno che realizza la sua quarta marcatura stagionale e sempre su calcio di punizione da posizione assiderale portando in vantaggio i suoi. Dopo neanche un minuto è Citarelli che offre un pallone d’oro a Francesco Brancaccio che si invola indisturbato verso al porta del Picciola ma purtroppo arrivato al cospetto di Faggiano, opta per un mezzo pallonetto da ottima posizione che diventa un retropassaggio per l’esperto numero 1 ospite. Sulla ripartenza degli ospiti , l’arbitro decreta il rigore contro l’Olympic Salerno quando Guadagno al cospetto di Picariello che lo affronta, si lascia cadere in area al contatto che seppur minimo c’è e l’arbitro vede. Dagli undici metri va lo stesso Guadagno che angola perfettamente la palla e regala subito il pareggio agli ospiti. Queste tre azioni sono l’esatta dimensione della stagione biancorossa. Ottimi sui calci piazzati, leggeri e inesperti in attacco in cui di denota carenze di idee ma anche una fase difensiva scarsa della squadra biancorossa che ha la peggiore difesa del campionato di Promozione Girone D con ben 22 gol subiti in 11 partite oltre che a diversi torti arbitrali. Il resto della partita è semplice, l’Olympic Salerno a difendersi ordinatamente chiudendo tutti gli spazi grazie al lavoro svolto in settimana da Mister Zolfanelli che aveva preparato la squadra al meglio per bloccare tutte le bocche di fuoco del Picciola e palla lunga verso l’area di rigore avversaria. Il Picciola prova a giocare palla ma è fermata spesso a centrocampo dove la diga Avagliano Braione Castagno supportati dagli under Nigro e De Domenico regge benissimo per tutta la prima frazione e si va al riposo sull’1 a 1. Nella ripresa, dopo pochi minuti, un’entrata pericolosa nella metà campo dell’Olympic Salerno del n.2 Savarese su Avagliano, viene decretata con il rosso diretto da parte dell’arbitro che lascia gli ospiti in 10 per i successivi 40 minuti. Il problema è che l’Olympic Salerno non sa reagire ed approfittare della superiorità numerica e rimane bloccata nello stesso modulo dei primi 45 minuti di gioco sperando di non prendere gol piuttosto che farlo. Dopo la girandola di sostituzioni e poco altro da raccontare, la partita lentamente stava scivolando verso la fine quando un lancio da circa 40 metri partita dai piedi di Faggiano, viene battezzata in modo pessimo da Varriale che cicca completamente di testa la sfera e lascia una prateria a Merola che serve perfettamente Guadagno davanti a Primadei e quest’ultimo lo trafigge con un perfetto diagonale per il 2 a 1 e doppietta personale. Gli ultimi minuti di gioco non sortiscono quasi nulla a parte l’ennesimo svarione difensivo dell’Olympic Salerno quando Campione prova a scartare un avversario e da il via al contropiede ospite che fortunatamente Merola non sfrutta a dovere. Al fischio finale a festeggiare è ancora una volta la squadra di turno che affronta l’Olympic Salerno mentre i biancorossi restano ancora una volta senza punti ma soprattutto in una posizione di classifica sempre più preoccupante. In occasione della gara interna della formazione biancorossa si è data continuità al progetto Olympic for Fair Play con la fattiva collaborazione della compagine ospite che ha sottoscritto con Capitan Abate, il Decalogo del Fair Play ma soprattutto l’Asd Olympic Salerno ha ancora una volta sensibilizzato l’opinione pubblica con l’ennesimo messaggio di sostegno alle giornate mondiali, questa volta in occasione del prossimo 25 Novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, i colchoneros di Salerno sono scesi in campo con una divisa rosa. L’ Asd Olympic Salerno comunica che sono aperte le iscrizioni a tutti i corsi di Scuola Calcio per la stagione 2015-2016, inclusa la scuola calcio femminile rivolto a bambine dai 5 ai 10 anni con gruppi formati esclusivamente da piccole atlete. Per maggiori info 3288090105 oppure www.olympicsalerno.it. La gara tra l’Olympic Salerno e Pol. Picciola sarà trasmessa in differita sul canale Lira Sport (613 del digitale terrestre) nei seguenti giorni ed orari: Martedì ore 05:25 e 23:25; Mercoledì ore 1:25; Giovedì ore 15:25; Venerdì ore 03:25 e 10:00; Sabato ore 19:25; Domenica ore 10:20. Inoltre è possibile rivedere le partite casalinghe dell’Olympic anche sul sito ufficiale del club e sul canale youtube “Olympic Salerno”.

Questo il tabellino del match:

Olympic Salerno: Primadei, De Domenico, Avagliano, Campione, Varriale, Picariello , Braione, Castagno, Citarelli (26’ st Altimari), Brancaccio (40’ st Minutolo), Nigro (30’ st Provenza). A disposizione: Ronca, Vecchio, Stanzione, Massaro . All. Zolfanelli
Pol. Picciola: Faggiano, Savarese, Zottoli, Vergadoro, Abate, Trezza, Brancaccio (31’st Volpe), Faggiano (8’st Senatore), Guadagno, Guerrera (25’st Abate), Merola. A disposizione: Lamberti, Parisi, Merola, Tolino All. Villecco
Arbitro: Marco Tizzani della sezione di Avellino (assistenti Raffaele e Baldi)
Reti: 2’ pt Castagno; 5’ pt Guadagno (P); 35’ st Guadagno (P)
Note: Ammoniti Picariello e Nigro per l’Olympic Salerno; Guadagno e Senatore, Espulso Saverese per il Picciola. Recupero: 1’ primo tempo; 4’ secondo tempo.

LASCIA UN COMMENTO