Prosegue spedita la marcia salvezza: l’Alma piega 4-2 l’Orsa al PalaTulimieri.

0
330
Vittoria di carattere per l’Alma Salerno. La compagine di mister Nando Mainenti piega per 4 a 2 l’Orsa Viggiano nel sesto turno del girone di ritorno del campionato di serie B. La squadra prosegue nel percorso di crescita avviato in occasione del trionfo casalingo sull’Acerra, consolidando la propria presenza nella bagarre salvezza.
E’ un PalaTulimieri traboccante di passione quello che accoglie i granata nella sfida contro i lucani di Cesare Rispoli. Il fischio d’inizio, affidato al leccese Deigo Ramires, spezza l’ansia della vigilia, consentendo alle squadre di partire con la consueta fase di studio. Il primo squillo è di marca granata: Sainz, servito da ottima posizione, spara alto, facendo presagire che non sarà una giornata tranquilla per l’estremo difensore biancorosso. A sbloccare l’equilibrio è Rotella: il brasiliano concretizza una fase di dominio dei granata, ai quali mancava soltanto la rete. Bissa il risultato il capitano vinotinto, che approfitta di un calcio da fermo per infilarsi tra le maglie avversarie e mandare in visibilio il pubblico granata.
Va così agli archivi un primo tempo di grande intensità, nel quale l’Alma dimostra di avere gamba e di aver appreso le indicazioni di Mainenti riguardo alla copertura in fase difensiva. A fare la differenza per l’Orsa Davide Vangieri, che impedisce un passivo più ampio tenendo a galla i suoi.

Nella ripresa sale in cattedra l’Orsa, che prova a cambiare l’inerzia della sfida. Una serie di errori nell’ultimo passaggio permette ai lucani di impensierire la porta granata in contropiede: il 5 di Crispino approfitta degli sbandate da parte dei granata e accorcia ad inizio secondo tempo con la rete del brasiliano Gleison. Una manciata di minuti più tardi arriva anche il raddoppio, che viene festeggiato dagli ospiti sotto lo spicchio dei sostenitori giunti a Salerno da Potenza. L’Alma, preoccupata più a coprire che a ripartire, si sveglia e riparte alla carica della porta avversaria. Ma Juanka prima e Sainz dopo gettano alle ortiche una ghiotta chance a porta sguarnita. Nei minuti finali, dopo un’assalto al cardiopalma, arriva il nuovo vantaggio: Rotella, servito da buona posizione butta in buca d’angolo, scacciando i fantasmi di un pareggio ingiusto. L’Orsa schiera anche il proprio portiere in avanti per gli assalti conclusivi, ma pasticcia in fase d’attacco, regalando a Rotella un cioccolatino che il brasiliano deve soltanto scartare: 4-2 ed esultanza che racchiude tutto il sacrificio della squadra, che viene premiata così dei sacrifici svolti in settimana. Il successo permette all’Alma di tenere il passo salvezza e di lavorare con maggiore tranquillità in vista delle prossime partite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here