Pallacanestro Salerno promossa in serie C.

0
282

Missione “doppio salto” compiuta, la Jolly Animation Pallacanestro Salerno giocherà in Serie C Gold nel campionato 2018/19. La compagine di patron Mimmo Sorgente batte la Svapo Web Caudium Airola anche in gara 2 della finale playoff e si regala la festa, dopo un campionato di Serie D sempre condotto perentoriamente, dalla regular season alle affermazioni nei playoff.

Al PalaRuggiero di Airola è stata una partita vibrante. Il finale di 76-83 è meritato per i ragazzi di coach Monteleone che, tuttavia, nella prima metà di gara hanno sofferto: al 10’ Airola conduceva 21-14, all’intervallo lungo 49-41, frutto di 20’ quasi perfetti e con percentuali di grande livello sui tiri da fuori. La compagine locale, davanti al folto pubblico amico, ha provato in tutti i modi a capovolgere l’80-62 di gara 1. Con un super Rianna, Airola ha messo paura a Salerno, il cui approccio s’è rivelato troppo molle per l’importanza della posta in palio. Nel terzo e nel quarto periodo però c’è stato il decisivo scatto della Jolly Animation che ha evitato gara 3 anche grazie a un inarrestabile Guadagnola, autore di ben 29 punti. Alla sirena, tutta la gioia di squadra e staff, con indosso maglie celebrative: “C siamo”, c’era stampato. La Pallacanestro Salerno torna nel quarto livello nazionale e punterà a far bene anche nella prossima stagione.

“Siamo felicissimi, abbiamo raggiunto l’obiettivo dopo un’ottima stagione – commenta coach Monteleone nel suo bilancio finale – Un plauso a tutto il gruppo, soprattutto a under e gregari, perché i leader hanno giovato del loro apporto. Siamo partiti in dodici, poi il roster s’è ridotto perché un paio di elementi inopportunamente ci hanno abbandonato a metà stagione e a mercato chiuso. Proprio in quel momento è emersa la forza del collettivo. Ho ‘rotto le scatole’ ai ragazzi, abbiamo raccolto frutti e dominato i playoff con tre 2-0 in altrettante serie. Tutti dato l’anima per il doppio salto”.

Non è stato facile espugnare Airola. “Gli avversari ci hanno messo sotto nei primi due quarti – confessa il tecnico – Avevano un piglio diverso, hanno sbagliato pochissimo. Forse noi sentivamo la partita, alcuni non avevano mai disputato una finale. Avremmo dovuto rispondere colpo su colpo e non abbiamo giocato coralmente, difendendo male contro una squadra combattiva. Dal terzo periodo, però, i ragazzi hanno messo in campo le loro qualità anche di gruppo, difendendo pallone su pallone e spingendo il contropiede. Pian piano, abbiamo fatto venir meno le certezze degli avversari, meritando il successo”.

Già tempo di futuro? Per ora no. La prossima settimana ci sarà una grande festa promozione: “Ci godiamo un po’ di riposo, poi ci siederemo a tavolino col presidente Sorgente che ringrazio. Ho trovato una famiglia, prima che una società sportiva. Il patron ha mantenuto le promesse, adottando linearità di ragionamento senza farci mancare terreno sotto i piedi. Lui con noi e noi con lui siamo stati onesti fin dal primo giorno. Ci ha dato serenità, l’appoggio dirigenziale è stato fondamentale anche in momenti difficili, in cui abbiamo dovuto compiere scelte sofferte. Alla fine, abbiamo avuto ragione: è la vittoria di tutti”, la chiosa di Monteleone.

 

Questo il tabellino della Pallacanestro Salerno: Lasala A. 2, Bertolini, Del Prete 6, Lasala R. 7, Guadagnola 29, Lucinskas 16, Pirrone 19, Salvatore 4, Sorgente ne, De Martino, Boninfante ne, Passarelli ne. All: Monteleone.

LASCIA UN COMMENTO