P2P Givova Bronissi, sconfitta a San Giovanni in Marignano.

0
162

Non riesce l’impresa alla P2P GIVOVA, sconfitta 3-0 a San Giovanni in Marignano (26-24, 25-22, 25-14) nella terza giornata di ritorno del campionato nazionale di serie A2 femminile di volley.

Coach Saja, tecnico delle padrone di casa, schiera Battistoni in regia, Zanette opposto, Saguatti e Markovic in banda, Casillo e Caneva centrali,  Gibertini libero. La P2P replica con Avenia al palleggio, Mendaro Leyva opposto, Moneta e Quarchioni schiacciatrici, Strobbe e Prestanti centrali, Maggipinto libero.

Nel primo set, alla P2P manca solo la buona sorte: prima in vantaggio (10-12), poi punto a punto (15-15) e infine sotto di tre lunghezze (20-17) dopo l’ace di Markovic, la P2P reagisce e organizza la sua rimonta. Coach Castillo fa esordire prima Travaglini – le fa posto Prestanti – poi spera in seguito al 21-20 firmato da Mendaro (lungolinea). Schiera anche Ferrara in ricezione sul 23-21. Accorcia le distanze Mendaro dopo due straordinarie difese della P2P, Strobbe trova il muro e arriva anche il time out di coach Saja sul 23 pari. Comincia la volata dei vantaggi e sul più bello Baronissi si fa irretire. Il primo errore è di Mendaro Leyva in battuta, poi il nastro agevola il compito alla Battistelli sulla battuta che regala il 26-24.

Nel secondo set parte a razzo la Battistelli Marignano: Caneva due volte e soprattutto il braccio pesante di Saguatti spingono le padrone di casa sul 5-1 costringendo coach Castillo ad utilizzare il primo time out a disposizione. Il divario diventa larghissimo (10-2) quando la ricezione di Baronissi accusa alcuni passaggi a vuoto. La P2P non molla e con una reazione d’orgoglio e soprattutto tanto muro ricuce interamente lo strappo con un meraviglioso contro break: prima Moneta firma il -1, poi la squadra di Castillo, ritornata compatta e aggressiva, costringe le avversarie a forzare la giocata e quindi all’errore. Non è un caso, ad esempio, che tre dei successivi cinque punti delle irnine siano conseguenza di una linea pestata, invasione a rete e fallo in palleggio della Battistelli. In mezzo c’è anche una bella pipe di Moneta e l’ace col quale Strobbe ottiene il provvisorio 11-13. All’improvviso, però, ritorna il vizio capitale: troppi errori in battuta. La P2P ne regala due nel momento del massimo sforzo (9 in totale, tra primo e secondo set) e la Battistelli, di contro, manda i propri cecchini dalla linea di fondo campo. Così torna tutto in bilico e Baronissi si prepara al nuovo testa a testa. Il 16-17 è di Mendaro Leyva, Quarchioni in pallonetto fa 20 pari. Poi Baronissi non tira più per un giro di lancette e la Battistelli manda a segno, a turno, i suoi bomber Saguatti e Zanette. Quattro set point a disposizione per le padrone di casa: Mendaro Leyva ne annulla due, poi viene murata per il definitivo 25-22 che manda agli archivi il secondo set. Mendaro migliore realizzatrice con 14 punti al termine delle prime due frazioni di gioco. Alle sue spalle nella colonna delle top scorer di Baronissi c’è la centrale Strobbe a quota 9. Nell’altra metà campo, punti distribuiti tra Zanette (10), Markovic (10) e Saguatti (7) al termine del secondo parziale.

LASCIA UN COMMENTO