Le Givova Ladies si aggiudicano il derby contro le ragazze del Salerno Basket 92.

0
249

Successo per la Givova Ladies Scafati che supera 67-52 Salerno. Il quintetto di coach Nicola Ottaviano rafforza così la prima posizione, in attesa del recupero di martedì a Capri.

L’inizio è contraddistinto da tanti errori da ambo le parti. La Givova Ladies stenta a trovare ritmo in attacco. Così Salerno ne approfitta per firmare un primo mini allungo con De Mitri e soprattutto Assentato, abile a trovare più volte il fondo della retina (9-16). Alla ripresa del gioco le padrone di casa entrano, però, con uno spirito totalmente diverso. Čičić, ben assistita da Scibelli e Busiello, segna più volte in contropiede e scrive un break di 11-0 (20-16), che cambia subito l’inerzia della gara. Le granata subiscono l’aggressività locale, ma riescono comunque a rimanere aggrappate alla partita con la solita Assentato (24-23). La Givova Ladies smarrisce di nuovo lo smalto e le ospiti con un canestro da sotto di Melin vanno al riposo avanti di 1 (24-25).

Dopo la pausa il leitmotiv torna quello del secondo periodo. E’ subito Čičić a mettere in crisi la difesa di Salerno, che va di nuovo sotto di sette lunghezze a causa di un altro break di 7-0 (32-25) di Scafati. Le granata stavolta non riescono a reagire e cominciano a scivolare sempre più giù grazie alla grande verve realizzativa di Scibelli, che fa il vuoto nel pitturato. Proprio la lunga ischitana permette alla Givova Ladies il primo vero allungo sul +15 (45-30). Negli ultimi dieci giri di lancetta le viaggianti non hanno la forza di tornare in partita. Così Scafati può chiudere comodamente i conti con Falanga e Sapienza.

Questo il commento a fine gara di coach Ottaviano.

“Il primo obiettivo era quello di ribaltare la differenza il -5 del PalaSilvestri per dimostrare che non eravamo quelli dell’andata. Come sempre ogni tanto abbiamo dei cali, ma riusciamo a reagire sempre nel modo giusto. Ora testa a Capri, che non dobbiamo sbagliare più”.

Givova Ladies Scafati-Salerno Basket ’92 67-52

Givova Ladies Scafati: Sicignano, Iozzino 5, Busiello 9, Porcu 2, Sapienza 5, Ottaviani 4, Serra, Scibelli 18, Negri 6, Scala n.e., Falanga 4, Čičić 14. All. Ottaviano

Salerno Basket ‘92: Ingrassia 9, Pellecchia n.e., De Mitri 6, Galdi, Arase n.e., Ceccardi 10, Esposito 2, Fontana 2, Assentato 19, Giulivo, Ledda n.e., Melin 4. All. Dello Iacono 

Arbitri: Mogavero e Femminella di Salerno

Parziali: 9-16, 24-25, 45-32

La gara di Coppa Campania per cercare di mettere alle spalle un periodo no. Il Salerno Basket ’92 non riesce a riprendersi e, dopo le iniziali 6 vittorie di fila in campionato, è reduce da 3 kappaò consecutivi. L’ultimo sabato, alla prima del nuovo coach, Luigi Dello Iacono: al PalaMangano di Scafati le granatine hanno ceduto 67-52 contro la Givova Ladies Free Basketball, scivolando al secondo posto in graduatoria con 12 punti (a vantaggio delle scafatesi e di Cercola, ora in testa a quota 14).

L’occasione per il riscatto sarà la gara di domani sera – martedì 19 dicembre alle 19:30 al PalaSilvestri, ingresso gratuito – contro la Family Caserta (compagine di Serie C), valevole per il primo turno eliminatorio della Coppa Campania. De Mitri e compagne sono chiamate a vincere per scacciare i fantasmi, riprendere il cammino anche morale e recepire le indicazioni del nuovo allenatore. Dopo le dimissioni di Romilda Palumbo, Dello Iacono ha preso in mano il roster con poco tempo a disposizione prima della sfida di Scafati. Ciononostante il Salerno Basket s’è presentato combattivo al cospetto delle scafatesi: 9-16 il primo parziale in favore delle granatine, avanti di misura all’intervallo (24-25). Il crollo nel terzo periodo, con la Givova Ladies che vola a +13 alla mezzora (45-32) e a nulla serve la timida reazione nell’ultimo quarto.

Episodi da censurare sul finale di partita: Salerno segna un tiro da tre punti e il preparatore fisico avversario dalla panchina inizia a sciorinare una serie di epiteti irripetibili nei confronti della cestista salernitana che aveva realizzato il canestro. A quel punto c’è stata una reazione verbale – sicuramente plateale e che va ugualmente condannata – da parte del dirigente accompagnatore ospite. L’arbitro, tuttavia, ha scelto di espellere solo quest’ultimo. A fine partita il componente dello staff di Scafati ha continuato a istigare il proprio pubblico e ad insultare pesantemente anche il presidente di Salerno, Angela Somma. Sono cose che sui campi sportivi non dovrebbero vedersi, né sentirsi.

LASCIA UN COMMENTO