Indomita, vittoria di rimonta dei ragazzi a Pomigliano, ragazze sconfitte a Cava.

0
336

Altro tie break, altra rimonta, altra vittoria: l’Indomita maschile si conferma squadra da viaggio e conquista il secondo successo consecutivo in trasferta, il terzo nelle ultime quattro giocate lontano dalla Senatore. Sul campo dell’Elisa Volley Pomigliano, i ragazzi allenati dal coach Vitale e Capriolo vincono al quinto set, con merito, portando a casa due punti importanti. A inizio match l’Indomita parte con Morriello in regia, Manzo opposto, Memoli e Senatore schiacciatori e naturalmente Citro e Rainone centrali. La partenza è positiva con l’Indomita sempre in vantaggio fino a metà set. Poi il sorpasso dei padroni di casa che chiudono 28-26 un primo parziale palpitante. Nel secondo set c’è Pagano al posto di Memoli. Troppi errori gratuiti però, soprattutto in ricezione, condizionano il gioco dei salernitani e inevitabilmente anche il punteggio con i padroni di casa che vincono 25-20. Nel terzo set con Zucchi al posto di Morriello in regia l’Indomita cambia decisamente marcia, parte bene e chiude in scioltezza 15-25. Nel quarto set rientra capitan Morriello al palleggio e non c’è praticamente storia con l’Indomita che, trascinata dai punti di Senatore e Manzo, rispettivamente 19 e 15 a fine gara in totale, lascia soltanto undici punti alla squadra di casa. Al tie break i ragazzi cari alla presidente Ruggiero arrivano al cambio campo in svantaggio 8-4. Memoli rientra in campo per Pagano, l’Indomita rimonta e si porta vanti 11-14. C’è spazio anche per il doppio cambio con Morriello e Manzo che lasciano il posto a Zucchi e Brancaleone che va subito a segno con un muro, preludio della chiusura del match sul punteggio di 12-15. Tra i protagonisti della partita lo schiacciatore Mario Pagano: “L’approccio alla gara è stato buono ma diversi errori nel finale del primo e del secondo set hanno rischiato di compromettere il nostro match. Poi dal terzo parziale in poi è uscito il carattere della squadra. In campo eravamo tutti decisi a ribaltarla e così è stato. Sono due punti ottimi sia per la classifica sia per il morale”.  “Siamo partiti male” – ha dichiarato coach Vitale al termine della gara – “poi siamo stati bravi senza perdere la calma a far girare la partita dalla nostra parte. Sono due punti importanti per la classifica ma ora pensiamo già alla prossima gara”. Una prossima gara che è già alle porte, visto che mercoledì sera è in programma il turno infrasettimanale e alle 21 alla Senatore arriva la Vitolo Volley.

ELISA VOLLEY POMIGLIANO-INDOMITA SALERNO 2-3

(28-26, 25-20, 15-15, 11-25, 12-15)

ELISA VOLLEY POMIGLIANO: Mantova, Esposito, Faenza, Molaro, De Biase, Maisto, Limongello, Cantone D., Sposito, Barone, Grazioso, Pinto (L), Cantone R. (L2). All. Leone

INDOMITA SALERNO: Barbato, Brancaleone 1, Citro 11, Manzo 15, Memoli 3, Morriello 3, Pagano 3, Rainone 6, Sabatino, Senatore 19, Zucchi, Petrosino (L). All. Vitale

Spenta, in serata no, inevitabilmente condizionata da troppe e pesanti assenze: l’Indomita femminile cade sul campo della Primavera Cavese con un netto 3-0. Senza Lanari e Verdoliva infortunate, coach Tescione, squalificato e sostituito in panchina da Paola Barletta, lancia dall’inizio con Sacco, spostata in 4, la giovane under 18 De Rosa. Come opposto c’è Serban, in campo nonostante un problema al ginocchio che l’aveva tenuta ferma in settimana. Losasso e Grimaldi sono le due centrali con Morea in regia e Truono libero. Il match si apre con l’ace di Grimaldi poi Losasso e Serban portano l’Indomita avanti, 4-5. Poi però gli errori e le disattenzioni iniziano a essere tante. La formazione di casa va a punto facilmente e chiude il set 25-15. Nel secondo set con i punti delle centrali l’Indomita prova a reagire. La Primavera Cavese però scappa subito 14-6. Fuori Serban dentro Naddeo, altro elemento under 18, ma la musica non cambia e le metelliane di coach Baldi chiudono 25-17. Nel terzo set l’Indomita parte meglio. In quattro c’è Rossin e con i punti di Losasso, top scorer a quota 9, le ragazze care alla presidente Ruggiero vanno avanti 10-13. Sacco mette a terra il pallone dell’11-14. Arriva, poi, anche un punto di Rossin direttamente con la ricezione. Sembra di vedere un’altra Indomita ma dal 13-15, un altro black out consente alla Primavera Cavese di mettere la freccia e di andare a chiudere 25-20, conquistando i tre punti in palio. Archiviata questa sconfitta, l’Indomita tornerà in campo domenica prossima alla Senatore contro il Cs Pastena.

MPAUTO CAVA-INDOMITA SALERNO 3-0

(25-15, 25-17, 25-20)

MPAUTO: D’Auria, Di Prisco, Izzo, Lamberti D., Lamberti N., Lamberti V., Lodato, Ronca, Sellitto, Mannara (L). All. Baldi

INDOMITA: De Rosa 1, Grimaldi 5, Lanari, Losasso 9, Morea, Naddeo 4, Rossin 2, Sacco 7, Scoppetta, Serban 3, Verdoliva, Truono (L). All. Tescione (squalificato, in panchina Barletta)

I risultati della diciottesima giornata: Arzano-Nola 0-3, Ribellina-Vesuvio Oplonti non disputata, MpAuto Cava-Indomita 3-0, Alma Volley-Stabia 3-0, Phoenix Caivano-Cava Volley 3-1, Cs Pastena-Pontecagnano 0-3, Volare Benevento-Pozzuoli 2-3
La classifica: Nola 52, Caivano 44, Pozzuoli 42, Pontecagnano 41, Oplonti 36, Indomita 31, Arzano e MpAuto 23, Alma Volley e Cava Volley 18, Ribellina e Volare Benevento 16, Pastena 11, Stabia 4.

LASCIA UN COMMENTO