Indomita, netto 3-0 dei ragazzi contro la Romeo Normanna, ragazze sconfitte al tie break da Pozzuoli.

0
348

Prestazione, bel gioco e soprattutto risultato. Inizia nel migliore il campionato dell’Indomita maschile. Alla palestra Senatore capitan Morriello e compagni superano 3-0 la Romeo Normanna conquistando così i primi tre punti stagionali. Davvero positiva la gara dei biancoblu che appaiono sin dalle prime battute concentrati e determinati. In campo oltre Morriello in regia ci sono Pagano e Senatore di banda, Citro e Rainone centrali, Manzo opposto e Petrosino libero. A convincere è l’approccio al match dei ragazzi allenati dal duo Vitale-Capriolo. Il primo break arriva grazie a Citro, davvero devastante in primo tempo. Poi si sblocca Fabio Manzo e l’Indomita vola via nel punteggio 14-9. Arrivano anche i punti di Pagano e Senatore ma nel finale del set c’è spazio anche per Zucchi e Barbato. Proprio loro confezionano l’azione che chiude il set sul 25-18. Nel secondo set Rainone sblocca il punteggio. La Romeo Normanna prova a restare nel match soprattutto con gli attacchi di D’Angelo e Rucco, ma l’Indomita, attenta in difesa, non lascia cadere un pallone e in attacco fa male agli avversari. Ancora Manzo e Citro, top scorer del match con undici punti a testa, mettono a segno il break che porta l’Indomita avanti 10-6. Un leggero calo consente agli ospiti di tornare a meno due ma Senatore prima e Citro dopo ristabiliscono una distanza di sicurezza. Alla fine è proprio Citro a mettere a terra il pallone del 25-20 finale. Nel terzo set c’è dall’inizio Sabatino al posto di Pagano ed è proprio il numero nove a essere protagonista nell’equilibrata fase iniziale. Poi l’Indomita accelera. Il nuovo entrato Carratù mette a terra il pallone del 15-8 che praticamente segna il match. C’è spazio anche per un altro giovane, Brancaleone che senza timore attacca e totalizza anche due punti. Nel finale l’ultimo tentativo degli ospiti che tornano a meno 3, 23-20. Ci pensa però Senatore con un colpo di precisione ed esperienza a mettere a terra il pallone del 24-20. Poi un muro di Carratù chiude il set 25-21 consegnando il primo successo stagionale all’Indomita. “E’ stata una vittoria convincente” – ha dichiarato il capitano dell’Indomita, Luca Morriello a fine partita – “sono molto contento per questo esordio. Abbiamo giocato con il giusto spirito, voglia di vincere e giocare bene. Ci stiamo allenando bene e le due gare di coppa sono state molto utili per prepararci per questa prima giornata. Sono contento per i giovani che si stanno allenando bene e che hanno trovato subito spazio”. Qualche cosa su cui dover lavorare c’è ma le prospettive sono sicuramente positive: “Qualche errore c’è stato, qualche fase di black out ma siamo a inizio stagione e ci può stare. Le nostre prospettive sono alte, possiamo lottare per il vertice del campionato”.

INDOMITA SALERNO – ROMEO NORMANNA 3-0

INDOMITA: Barbato 1, Brancaleone 2, Carratù 3, Citro 11, Manzo 11, Morriello 1, Pagano 3, Rainone 5, Sabatino 7, Senatore 10, Zucchi, Capriolo (L), Petrosino (L2). All. Vitale

ROMEO NORMANNA: Lobach, Miselli M., Ferrara, Mastrangelo, Nocera, Occhiobove, D’Angelo, Rucco, Miselli E., Gravante, Boiano, Della Volpe (L), Valente (L2). All. Mastrangelo.

Arbitro: Vicinanza di Salerno

Tante emozioni, tanto pubblico e un punto in classifica. Si può riassumere così l’esordio dell’Indomita femminile nel campionato di serie C. Alla Senatore le ragazze di coach Tescione lottano con grinta e determinazione ma cedono al tie break contro la Pallavolo Pozzuoli dopo oltre due di autentica battaglia sotto rete sin dal primo pallone. L’Indomita scende in campo con Sacco opposto, Scoppetta in regia, nonostante i problemi fisici, Valdes e Lanari di banda, Truono libero e Grimaldi e Losasso centrali. E proprio quest’ultima firma il primo punto stagionale di un’Indomita che parte un po’ contratta e consente al Pozzuoli di andare subito avanti. Il set però è equilibrato con l’Indomita che si riporta a meno uno con Grimaldi. E’ soprattutto il muro, prima di Sacco e poi di Valdes, a tenere l’Indomita attaccata al Pozzuoli (8-10). Poi arrivano i punti di Lanari e Valdes e l’Indomita trova il primo vantaggio sul 17-16. L’ace di Serban porta l’Indomita avanti di due, 20-18 ma quota 23 è ancora parità. Pozzuoli spreca un setpoint poi Lanari, prima con un attacco e poi con un ace, regala il primo set all’Indomita con il punteggio di 27-25. Nel secondo set dopo una buona partenza Indomita con Valdes che firma il 4-2, il Pozzuoli sale in cattedra. Calano le percentuali in ricezione della squadra di coach Tescione e Stanzione e socie scappano via nel punteggio. Con Scoppetta ko, in regia Tescione si affida a Lorena Serban, ma Pozzuoli non lascia spazio e chiude 25-13. Il terzo set si apre con due punti consecutivi di Losasso. Sembra un’altra Indomita ma dal 3-1 firmato Sacco, Pozzuoli infila un break di 7-0 che indirizza il parziale. L’Indomita, spinta dal pubblico, prova a reagire, dal 12-20 si riporta anche a meno 5 con l’ace di Grimaldi, 18-23, ma alla fine Pozzuoli chiude 18-25. Nel quarto set è proprio Lorena Serban a caricare la squadra prima con un muro e poi con l’ace del 9-6. Si riaccende la luce in casa Indomita e con gli attacchi di Valdes l’Indomita arriva anche a più 4, 16-12. Poi coach Tescione inserisce Verdoliva per sfruttarne il servizio e la giocatrice risponde presente con due ace. Poi ancora Lanari e Valdes prima del muro di Losasso che chiude il set 25-17. Al quinto set Pozzuoli parte meglio approfittando di qualche errore in casa Indomita. Al cambio campo è 8-3 per le ospiti. L’Indomita prova con l’ultimo sussulto di orgoglio con il punto di Lanari a rientrare nel set ma c’è poco da fare: Pozzuoli chiude 15-7 portandosi a casa quindi due punti. “Per gli equilibri che abbiamo avuto nel corso del match, con il cambio obbligato in regia, credo sia un punticino guadagnato anche se resta un pizzico di rammarico. Era una gara che avremmo potuto portare a casa. Siamo partiti male nella fase di ricezione e la cosa che ci ha contraddistinto è stato il numero di errori troppo elevato rispetto al Pozzuoli che ha gestito meglio la fase di contrattacco. Comunque le note liete ci sono ma dobbiamo lavorare e prepararci al meglio per la prossima gara, che sarà difficile come lo saranno tante in questo campionato di serie C femminile che quest’anno è di altissimo livello”. Nel prossimo turno di campionato, l’Indomita sarà di scena sul campo del Pontecagnano. L’atteso derby si giocherà sabato 21 ottobre alle 18.30.

 

INDOMITA SALERNO – PALLAVOLO POZZUOLI 2-3

(25-15, 13-25, 18-25, 25-17, 7-15)

INDOMITA: Grimaldi 3, Izzo, Lanari 13, Losasso 5, Morea, Naddeo, Sacco 5, Scoppetta 2, Serban 4, Valdes 15, Verdoliva 2, Truono (L), Rossin (L2). All. Tescione

POZZUOLI: Cappelluzzo, Di Gennaro, Illiano, Piciocchi G. Piciocchi R., Ranieri, Scalzone, Stanzione, Tuselli, Caputo (L), Di Francia (L2). All. Simonte

Arbitro: Bocchino di Cava de’ Tirreni

 

I risultati della prima giornata: Indomita Salerno-Pallavolo Pozzuoli 2-3, Ribellina-Alma Volley 3-1, Cava Volley-Pontecagnano 0-3, Nola Città dei Gigli- MpAuto Cava 3-0, Arzano-Phoenix Caivano 3-1, Oplonti-Volare Benevento 3-2, Volley Ball Stabia-Cs Pastena 3-1
La classifica: Pontecagnano, Nola, Arzano, Volley Ball Stabia, Ribellina 3, Pozzuoli, Oplonti 2, Indomita e Volare Benevento 1, Alma Volley, Cava Volley, MpAuto Cava, Caivano e Cs Pastena 0

LASCIA UN COMMENTO