Indomita, le ragazze vincono ad Avella e conquistano la salvezza matematica.

0
453
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Il week-end biancoblu si chiude alla grande con la salvezza aritmetica dell’Indomita femminile: un vero e proprio miracolo quello di coach Marco Mari e delle sue atlete che sotto 2-0 rimontano e vincono contro Primavera Avella ottenendo due punti d’oro: sesto successo stagionale e permanenza in categoria archiviata con tre giornate d’anticipo.

La formazione salernitana parte con Morea nel ruolo di alzatrice; Liguori (11) opposta, Arpaio (17) e Lamberti (15) di banda con capitan Izzo (19 punti e top-scorer) e Naddeo (6) centrali. Nel ruolo di libero Maio. La partenza delle ospiti non è quella delle migliori (5-0, 7-1 e persino 17-7): le padroni di casa, trascinate dall’ottima Pasta e dal libero D’Onofrio, molto brava in ricezione, vincono agevolmente il primo set con il punteggio di 25-14.

Il secondo parziale vede l’Indomita lottare punto su punto, ma cedere momentaneamente sul 20-16: nel turno di battuta di Naddeo, le biancoblu riescono persino a ribaltare il punteggio (20-21) ma cedono il set sul 25-23. Sembra l’orlo del precipizio per le viaggianti, ma sin dai primi punti l’Indomita mette le cose in chiaro nel terzo parziale: il massimo vantaggio si concretizza sull’11-16 (+5) nella fase centrale. Avella, però, si ridesta, rimonta e supera la formazione salernitana arrivando persino sul 19-17 (break di 8 a 1). Le ragazze allenate da Mari, però, riescono repentinamente a rientrare in gioco e a chiudere con autorità vincendo il parziale con il punteggio di 22-25.

Nel quarto set un altro inizio traballante per le ospiti (16-13) che rimontano colpo su colpo con le bocche di fuoco Arpaio e Izzo (dodici punti in due) praticamente decisive: l’Indomita vola al quinto nonostante due set-point annullati (25-27). Il quinto set è storia condito da emozioni a non finire: le salernitane arrivano persino sul +4 (6-10), ma per l’ennesima volta vengono raggiunte e superate (12-11). Degna del proprio nome l’Indomita prima guadagna un match-point (13-14), poi ne annulla tre consecutivamente prima di chiudere con il muro della giovanissima Naddeo (17-19).

Izzo e compagne potranno festeggiare al meglio la salvezza con il prossimo appuntamento casalingo (l’ultima delle tre sfide stagionali) affrontando una compagine di assoluto valore come Volley World: ottenere altri punti significherebbe mettere la ciliegina sulla torta ad un’annata sofferta ma con l’obiettivo raggiunto di gran carriera.

Al settimo cielo coach Marco Mari: “Questa salvezza è come aver vinto un campionato. Questa è la pallavolo che mi piace: cuore e tanta grinta, non mollare mai nonostante eravamo sotto di due set. Ringrazio tutte le ragazze per aver raggiunto questo obiettivo, ma la testa è già sul prossimo impegno contro Volley World: vogliamo chiudere al meglio il campionato dando il massimo fino all’ultima giornata”.

 

ASD PRIMAVERA AVELLA – ASD INDOMITA 2-3

(25-14; 25-23; 22-25; 25-27; 17-19)

ASD PRIMAVERA AVELLA: Biancardi, Buoncervello, D’Avanzo, D’Onofrio (L1), Liccardo, Luciano, Montuori, Napolitano, Pasta, Rozza F., Rozza P. (L2). Coach: Antonio Foglia.

ASD INDOMITA SALERNO: Pagano, Izzo 19, De Rosa, Arpaio 17, Maio (L), Liguori 11, Naddeo 6, Sole, Lamberti 15, Morea. Coach: Marco Mari.

Arbitro: Francesco Belcuore

LASCIA UN COMMENTO