Givova Scafati, sconfitta a Biella.

0
142

Una seconda parte di gara intensa, energica e gagliarda non è bastata alla Givova Scafati per far suo l’incontro valevole per l’ottava giornata del campionato di serie A2 (girone ovest). All’Hype Forum si è imposta l’Edinol Biella, padrona di casa, che, oltre ad un Wheatle straordinario, ha avuto il merito di giocare a ritmo elevato e con grande equilibrio sin dalla palla a due, riuscendo allo stesso tempo ad oscurare l’attacco ospite, che ha mostrato inizialmente polveri molto bagnate. Il canovaccio si è invertito nella ripresa, ma fuori casa era complicato riuscire a ribaltare il punteggio e addirittura ad imporsi, nonostante le buone giocate di Contento, Thomas, Goodwin e Ammannato.

La sfida inizia con il freno a mano tirato, perché entrambe le formazioni si studiano, prima di alzare ritmo ed intensità. Saccaggi, Harrell e Sims decidono poi di pigiare subito il piede sull’acceleratore ed iniziano a scavare il solco (13-5 al 5’). Nonostante i tentativi di Goodwin di alzare la voce sotto le plance, l’Edinol conserva il margine di vantaggio accumulato e poi Harrell si erge a protagonista, ampliando ulteriormente il divario alla fine del primo periodo (24-10).

L’inerzia della sfida è nelle mani dei piemontesi che continuano a menare le danze (28-10 al 12’). I gialloblù, pur lavorando forte in difesa, faticano a contenere i padroni di casa, che prendono ulteriormente il largo (32-12 al 13’), anche perché in attacco non riescono a trovare i centri necessari per restare in partita. Contento tenta a svegliare i suoi dal torpore, ma il margine di distacco resta invariato (41-21 al 17’). Nel finale di frazione, due centri di fila di Romeo permettono alla compagine dell’Agro di andare al riposo sul 46-30.

Al rientro in campo dagli spogliatoi, la Givova prova ad accelerare, affidandosi alla grinta di Thomas e ai centimetri di Ammannato. Mettendo in campo intensità difensiva e tanta energia, Scafati accorcia le distanze (48-36 al 23’), costringendo coach Carrea a chiamare time-out (mini parziale di 6-2). La strigliata non produce effetti, perché Ammannato e Thomas continuano a fare pentole e coperchi, cambiando l’inerzia del match (49-43 al 26’). Ci prova Wheatle a caricarsi Biella sulle spalle e, prendendosi importanti responsabilità, realizza due triple di fila, che spezzano il predominio ospite (56-43 al 28’). Al termine del terzo periodo, il punteggio dà ancora ragione ai locali (56-48).

Avvicinandosi il traguardo finale, le due formazioni aumentano l’aggressività e la fisicità in campo (61-53 al 32’), mentre gli arbitri fanno il possibile per tenere il gioco più sull’aspetto tecnico che fisico. Scafati ci crede, si affida a Contento (implacabile dalla lunga distanza) e tiene il campo a testa alta (68-64 al 36’). Ammannato è costretto ad abbandonare il campo per raggiunto limite di falli, ma ci pensa Thomas a mettere paura al pubblico dell’Hype Forum (73-71 al 38’). I successivi centri dalla lunetta di Harrell, una palla persa di Thomas ed una tripla di Wheatle (78-71 al 39’) impongono anzitempo la parola fine sul match, che si chiude con il risultato di 81-73.

Dichiarazioni di coach Lino Lardo: «La partita è stata condizionata dal nostro primo tempo, nel quale Biella ha giocato con grande energia, aiutata dal nostro atteggiamento. Nel secondo tempo abbiamo messo più grinta, ma il problema è la mancanza di continuità nell’arco dei 40’. Nell’ultimo periodo, quando eravamo in recupero, Biella è stata favorita sicuramente dal bonus di falli e dalla possibilità di andare in lunetta. Dopo il primo tempo, saremmo potuti crollare e scivolare su passivi ampi, invece abbiamo reagito, pur avendo limiti di fluidità di gioco, dettati anche dall’assenza di Tommasini. Biella ha vinto meritatamente, ma noi abbiamo ampi margini di miglioramento».

I TABELLINI

EDINOL BIELLA 81
GIVOVA SCAFATI 73

EDINOL BIELLA: Torgano n. e., Harrell 18, Vildera 3, Nwokoye, Chiarastella 3, Bertetti 3, Saccaggi 19, Sims 12, Pollone 2, Wheatle 21. ALLENATORE: Carrea Michele. ASS. ALLENATORE: Viola Francesco.

GIVOVA SCAFATI: Tommasini n. e., Goodwin 16, Zaccaro, Romeo 7, Contento 15, Ammannato 12, Rossato 5, Thomas 12, Italiano 4, Sgobba 2. ALLENATORE: Lardo Lino. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

ARBITRI: Gagliardi Gianluca di Anagni (Fr), Tallon Umberto di Bologna e Raimondo William di Scigli (Rg).

NOTE: Parziali: 24-10; 22-20; 10-18; 25-25. Tiri dal campo: Biella 27/63 (43%); Scafati 24/58 (41%). Tiri da due: Biella 18/40 (45%); Scafati 15/35 (43%). Tiri da tre: Biella 9/23 (39%); Scafati 9/23 (39%). Tiri liberi: Biella 18/22 (82%); Scafati 16/19 (84%). Falli: Biella 22; Scafati 25. Usciti per cinque falli: Ammannato, Rossato. Rimbalzi: Biella 34 (23 dif.; 11 off.); Scafati 37 (26 dif.; 11 off.). Palle recuperate: Biella 2; Scafati 1. Palle perse: Biella 8; Scafati 15. Assist: Biella 11; Scafati 6. Stoppate: Biella 1; Scafati 6. Spettatori: 1.000 circa.

LASCIA UN COMMENTO