Givova Scafati, passo falso a Casale, addio Coppa Italia.

0
202

Al PalaFerraris di Casale Monferrato (Al) arriva la prima sconfitta del 2018 della Givova Scafati, nell’ultima giornata del turno di andata del campionato di serie A2. Un kappaò che condanna la società del presidente Rossano al quinto posto del girone ovest, fuori dai primi quattro posti che avrebbero regalato la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia.

Un secondo quarto da dimenticare ha condannato alla sconfitta il team gialloblù, che, nella restante parte di gara, pur provandoci strenuamente, non è più riuscita a recuperare il pesante passivo subito, anche per merito della formazione di casa, che ha tirato con percentuali elevate sia dalla media che dalla lunga distanza (63% da due e 58% da tre, contro rispettivamente 50% e 42%), ha dominato nel pitturato (35 rimbalzi contro 22), ha ruotato bene gli uomini e difeso con la giusta aggressività e determinazione. La contesa inizia con la quinta ingranata. I due quintetti sono subito in palla e fanno entrare immediatamente la sfida nel vivo. Il punteggio è in equilibrio per i primi minuti (9-9 al 6’), con Sherrod principale terminale offensivo gialloblù. Le sostituzioni per entrambe le formazioni servono a tenere costantemente livellato verso l’alto il ritmo del gioco. Martinoni e Blizzard provano a dare uno strattone al match (23-19 al 10’), ma l’equilibrio si conferma tale anche al termine della prima frazione 23-21. Nel secondo periodo cambia l’andazzo della sfida e lo scettro passa nelle mani dei padroni di casa, che, con Severini e Blizzard, fanno la voce grossa (39-23 al 14’).

La Givova Scafati va in difficoltà, smarrisce la bussola e la via del canestro, facendosi surclassare dall’avversario, che aumenta in scioltezza il proprio margine di vantaggio (44-27 al 16’). Poche idee in attacco e tanti errori al tiro condizionano il tentativo di rimonta dei gialloblù, che, pur riordinando le proprie idee, non riescono ad arginare capitan Martinoni e soci, che raggiungono l’intervallo avanti 53-31. Crow e Santiangeli dalla lunga distanza provano a tenere aperta la contesa (57-40 al 23’). La Novipiù non molla la presa e, grazie al solito Sanders, conserva un cospicuo vantaggio (63-40 al 24’). Ci prova Lawrence a suonare la sveglia (59-48 al 26’) e trova manforte in Spizzichini e Santiangeli (71-54 al 29’), ma, pur aumentando l’intensità difensiva, la sfida resta saldamente nelle mani dei locali anche al termine della terza frazione (73-54). E’ un buon momento per la compagine dell’Agro, che rosicchia qualcosina (bene Spizzichini) e costringe coach Ramondino al time-out (76-62 al 32’). Lawrence si carica sulle spalle il peso dell’attacco (84-71 al 35’), ma non è sufficiente a consentire ai viaggianti di rientrare in partita, saldamente nelle mani di Severini, Tomassini e compagni (90-73 al 39’), che chiudono senza problemi la contesa avanti 95-74.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Vanno fatti i complimenti a Casale Monferrato per la grande partita e per il secondo quarto travolgente, nel quale ammetto di avere avuto qualche responsabilità, perché ho abusato nelle rotazioni, tenendo in campo qualcuno che, dopo lo sforzo d Legnano, forse avrebbe avuto bisogno di un po’ di riposo in più. Mi assumo quindi tutte le responsabilità di quanto accaduto nella seconda frazione, per il quale mi scuso con tutti, principalmente con i tifosi. Nel terzo e quarto periodo abbiamo provato a rimontare, ma i padroni di casa erano in una di quelle giornate in cui hanno messo energia fuori dal comune, che noi non siamo mai riusciti a limitare. Dobbiamo recitare il “mea culpa”, soprattutto per quanto fatto in difesa, perché abbiamo subito 95 punti e non è affatto nelle nostre corde».

I TABELLINI

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 96
GIVOVA SCAFATI 74

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini n. e., Banchero n. e., Denegri 5, Tomassini 10, Valentini, Blizzard 17, Martinoni 10, Severini 17, Cattapan, Bellan 3, Sanders 19, Marcius 14. ALLENATORE: Ramondino Marco. ASS. ALLENATORI: Valentini Andrea e Fabrizi Andrea.

GIVOVA SCAFATI: Lawrence 20, Crow 6, Trapani n. e., Spizzichini 17, Romeo, Ranuzzi 5, Ammannato 3, Pipitone, Santiangeli 12, Sherrod 11. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Marzullo Alessandro.

ARBITRI: Ursi Stefano di Livorno, Dionisi Alessio di Fabriano (An) e Lestingi Paolo di Anzio (Rm).

NOTE: Parziali: 23-21; 30-10; 20-23; 22-20. Tiri dal campo: Casale Monferrato 40/65 (62%); Scafati 25/54 (46%). Tiri da due: Casale Monferrato 29/46 (63%); Scafati 15/30 (50%). Tiri da tre: Casale Monferrato 11/19 (58%); Scafati 10/24 (42%). Tiri liberi: Casale Monferrato 4/5 (80%); Scafati 14/18 (78%). Falli: Casale Monferrato 19; Scafati 12. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Casale Monferrato 35 (27 dif.; 8 off.); Scafati 22 (17 dif.; 5 off.). Palle recuperate: Casale Monferrato 8; Scafati 4. Palle perse: Casale Monferrato 11; Scafati 14. Assist: Casale Monferrato 29; Scafati 17. Stoppate: Casale Monferrato 2; Scafati 2. Spettatori: 1.200 circa.

LASCIA UN COMMENTO