Givova Scafati, gara interna contro Capo d’Orlando.

0
359
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Ci sono mille e più argomentazioni che accompagnano la Givova Scafati al prossimo match di campionato. Al PalaMangano, domenica sera (ore 18:00), arriva la Benfapp Capo D’Orlando, in occasione della venticinquesima giornata del campionato di serie A2 (girone ovest). E contro la società isolana, la compagine dell’Agro ha molte motivazioni che la spingono verso la vittoria. In primis, il -32 della partita di andata a campi invertiti, in quella che è stata la peggiore partita e prestazione stagionale del collettivo gialloblù, desideroso di riscattarsi a tutti i costi dalla debacle dello scorso dicembre. Ma non solo. Lo scivolone di domenica scorsa ad Agrigento, dopo circa 35’ di ottima pallacanestro, ancora conserva l’amaro in bocca ad atleti e staff, che vogliono riprendere la marcia di cinque vittorie consecutive, interrotta proprio nella terra della valle dei templi. Il prossimo avversario, poi, è reduce proprio da cinque vittorie consecutive, che gli hanno permesso di fare un bel balzo in classifica e posizionarsi al secondo posto, alle spalle della capolista Virtus Roma: un eventuale successo contro una formazione così quotata ed in forma, avrebbe un sapore ancora più dolce, soprattutto in ottica play-off.

Non sarà però facile aggiudicarsi il successo contro una formazione che dispone di una coppia di americani di prim’ordine, come la guardia Triche (23,7 punti e 6,1 assist di media) e l’ala grande Parks (22,8 punti e 7,4 rimbalzi di media). Inoltre, non vanno sottaciuti atleti come il centro Bruttini (13,6 punti e 8,5 rimbalzi di media), le ali piccole Lucarelli e Bellan, il giovane playmaker Lagana, l’ala grande Mobio, l’esperta guardia Mei e il più giovane pariruolo Murabito, oltre agli altri interessanti elementi del vivaio come Galipò (playmaker) e Neri (ala piccola).

Non sarà facile imporsi contro i siciliani, anche perché molto probabilmente il centro statunitense Goodwin, non ancora recuperato completamente dall’infortunio subito nella gara casalinga contro Edinol Biella, non sarà neppure convocato per la sfida.

Dichiarazione del capo allenatore Lino Lardo: «La nostra prossima avversaria, Benfapp Capo D’Orlando, è una delle formazioni più in forma del momento, che si giocherà sicuramente fino alla fine le proprie chance di promozione diretta in massima serie. Tranne l’ultima partita ad Agrigento, anche noi siamo però reduci da un buon periodo. L’assenza di Goodwin non ci aiuta, ma siamo motivati e vogliamo completare la nostra marcia di avvicinamento ai play-off nel miglior modo possibile. Ci restano ancora da disputare sei partite di stagione regolare e la prossima è un test molto importante, perché affrontiamo un collettivo molto forte, che dispone di una bella coppia di americani, sicuramente di categoria superiore. I siciliani giocano una pallacanestro tanto semplice, quanto redditizia, per cui dovremo scendere in campo assetati di vittoria, con grande intensità, consapevoli che la chiave della sfida sarà la difesa e la determinazione che metteremo in campo, sperando di poter contare ancor di più sull’aiuto del nostro pubblico».

Dichiarazione del capitano Marco Ammannato: «Siamo delusi della sconfitta subita ad Agrigento perché per circa 35’ abbiamo retto bene il campo, nonostante l’indisponibilità di Goodwin, che per noi è fondamentale. Ora però dobbiamo rimetterci in carreggiata. Al PalaMangano arriva la seconda in classifica, reduce da cinque successi di fila. Non sarà un match facile, ma vogliamo i due punti e soprattutto vogliamo riscattarci dalla batosta subita all’andata in terra siciliana. Dovremo fare i conti con due americani molto forti, ma anche con Bruttini sotto le plance e giovani interessanti, che in campo sanno starci e sanno cosa fare. Spero di vedere un palazzetto pieno, perché meritiamo il supporto dei nostri tifosi, il cui sostegno per noi è fondamentale».

LASCIA UN COMMENTO