Givova Ladies di rimonta su Castellammare, ipoteca sui playoff. La Under 20 pronta per lo spareggio contro Cagliari.

0
287

Vittoria da urlo per la Givova Ladies Scafati, che batte con una grandissima remuntada (73-60) una coriacea Castellammare.

Partenza shock per la formazione di casa, che subisce la maggiore aggressività delle ospiti. Potolicchio e Gallo mettono in crisi la difesa locale, che non sa come fermarle. Così Castellammare vola fino al +16 (21-7). Solo un canestro della rientrante Scibelli permette a Scafati di chiudere sul 21-7. Nei secondi dieci giri di lancetta il leit motiv non cambia. Sempre Scibelli prova a suonare la carica per la Givova Ladies (17-27), ma le viaggianti sembrano avere una marcia in più. Trotta e Gallo continuano a martellare la retina locale e ben coadiuvate anche da Scala arrivano scavano un gap di 19 lunghezze (17-36). Poi nei possessi conclusivi ancora Scibelli e una positiva Sicignano consentono a Scafati di andare al riposo sul -10 (28-38).

Alla ripresa delle ostilità Gallo cerca di tenere il gap della sua squadra sulla doppia cifra (30-43). Però il dinamismo di Scibelli è coinvolgente e le compagne la seguono. Così l’ala ischitana realizza anche la bomba del -4 (39-43), che costringe coach Costagliola alla sospensione. Al rientro sul parquet, malgrado un po’ di spavento per un infortunio subito da Busiello (entità da valutare), Scafati è padrona dell’inerzia. La rediviva Scibelli dalla lunga e Čičić dall’angolo consentono alla Givova Ladies di mettere il muso avanti per la prima volta (46-43). Potolicchio cerca di tenere botta, ma una realizzazione da sotto di Čičić, preziosa in difesa su Potolicchio,  fa fermare il risultato sul 48-46, prima dell’ultima sirena. Nella quarta frazione la Givova Ladies continua a volare sull’onda dell’entusiasmo. E’ la premiata ditta Scibelli- Čičić a dare un’altra spallata alle stabiesi che sprofondano sul 55-47. A mandare in anticipo i titoli di coda ci pensa la mano infuocata di Iozzino (66-53 a 4’ dal termine). E’ gioco partita e incontro per Scafati, che ipoteca i playoff.

Queste le parole di coach Nicola Ottaviano. “Nei primi due quarti abbiamo subito tantissimo e non riuscivamo a giocare tranquilli. Poi abbiamo avuto un bel parziale con l’ingresso in campo di Sicignano e Scibelli. Colgo l’occasione anche per fare i complimenti a Iozzino e Čičić per essersi spremute tantissimo nella nostra metà campo. Negli spogliatoi ho detto alle ragazze di stare tranquille e di difendere forte e far girare la palla in attacco, così siamo riusciti a svoltare mettendoci entusiasmo e unendoci sempre di più. Complimenti anche a Castellammare per la bellissima partita”.

 

Givova Ladies Scafati-Basket Femminile Stabia 73-60

Givova Ladies Scafati: Sicignano 2, Iozzino 14, Busiello, Porcu, Ceccardi 8, Sapienza 4, Ottaviani n.e., Scibelli 31, Čičić 14, Baglieri n.e., Di Michele n.e.. All. Ottaviano

Basket Femminile Stabia: Trotta 13, De Rosa n.e., Manganiello n.e., Carotenuto 6, Potolicchio 13, Gallo 17, Orta n.e., Giaquinto, Grumetti 4, Scala 4, Atanosovska 3, Tasevska n.e.. All. Costagliola

Arbitri: Marino e Leggiero di Caserta

Parziali: 7-21, 28-38, 46-48

E’ arrivata l’ora dello spareggio per l’under 20 della Givova Ladies Scafati. Le giovani guidate da coach Nicola Ottaviano dovranno vedersela contro la Virtus Cagliari alla Tellene “Carpoint Arena” di Roma (con palla a due alle 14,45) per provare a staccare un pass per l’interzona. Capitan Sicignano e compagne hanno sorpreso tutti nella fase regionale, conquistando un insperato secondo posto. Nel roster poi ci sarà anche Giuliana Orta, arrivata in doppio utilizzo dal Basket Femminile Stabia e di proprietà della Dike Napoli.  Per continuare il sogno ci saranno 40’ da vivere tutti d’un fiato. Così coach Nicola Ottaviano presenta l’incontro.

Quanta emozione c’è per giocare una partita storica per la Free Basketball?

“L’emozione è tanta, perché è la prima volta che portiamo il nome della nostra società fuori dalla Campania in campo giovanile. Speriamo di ben figurare”.

Cagliari è una squadra che conoscete molto bene. Che tipo di avversario troverete?

“Le sarde hanno un roster interessante. In primis c’è Simona Sorrentino, che ha giocato da noi nella passata stagione. Sappiamo quali sono le sue qualità e non bisognerà sottovalutarla. Inoltre c’è il play Paola Raiola, che ha sostenuto qualche allenamento qui a Scafati la scorsa estate. E’ un’atleta che ha molte qualità e potrà dare tanto al basket femminile. Infine in panchina ci sono due vecchie conoscenze come Iris Ferazzoli e Valentina Calandrelli. Sappiamo che preparano le partite non tralasciando nemmeno un minimo particolare. Quindi sarà molto importante e stimolante a livello personale poter affrontare due coach come loro”.

Quanto conteranno gli innesti di Ceccardi e Orta e quali aspetti saranno fondamentali per il passaggio del turno?

“L’arrivo di Alice è stato molto importante. Siamo stati mesi a cercare una lunga che potesse aiutarci sia con la prima squadra che con l’under 20. Abbiamo saputo aspettare e infine siamo stati premiati. Inoltre siamo molto contenti per l’aggiunta di Orta, che seguivamo già da qualche tempo. E’ una giocatrice, che a Castellammare si è sempre fatta valere, soprattutto in difesa. L’aspetto fondamentale per il passaggio del turno sarà la coralità, nessuna dovrà pensare di risolvere la partita da sola. Bisognerà giocare insieme e far toccare la palla a tutte. Inoltre nella nostra metà campo proveremo a bloccare le loro “bocche di fuoco” e sfruttare il contropiede al massimo, cercando di non giocare sempre contro la difesa schierata”.

LASCIA UN COMMENTO