Colpo Givova Ladies, arriva play Dentamaro.

0
1210

La società Givova Ladies è lieta di comunicare il nuovo accordo per il tesseramento del play Roberta Dentamaro. Nata a Bari il 9 maggio del 1997, alta 175 centimetri, la nuova atleta della società neroarancio scende per la prima volta in carriera in serie B convinta dalla bontà del progetto del club del patron Prete e vanta 8 presenze in serie A1 e ben 106 partite giocate in serie A2 nella sua giovane ma già importante attività agonistica senior.

I suoi primi passi nella pallacanestro arrivano all’età di 9 anni in una piccola società del barese, poi a 13 anni gioca nel Cras Taranto Basket vincendo il primo campionato regionale e partecipando alla prima interzona. E’ li che viene notata dal Salerno Basket e tesserata, disputando i quattro anni successivi della sua carriera nella compagine salernitana, esordendo in A2 il 9 febbraio del 2013 nella gara Carpedil Salerno-Consum.it Siena. Nella stagione 2012/2013 gioca 4 spezzoni di gara (8’ totali) e colleziona 14 presenze totali. Nel campionato successivo gli incontri giocati diventano 18 (21 le presenze) con una media di 8’34’’ in campo, 2 punti realizzati e 6 assist. Nella stagione 2014-2015 entra in pianta stabile in squadra e mette insieme ben 28 presenze in A2 e segna 123 punti (4.4 di media) per il club salernitano con un High di 12 punti contro Viterbo e Cagliari, tira con il 35% da 2 (35/99) e con il 55% da 3 (11/20), recuperando 84 rimbalzi (3 di media) e fornendo 54 assist (1.9 di media). L’ultimo anno salernitano conferma i miglioramenti continui di Roberta che segna 151 punti (5,6 di media), tira con il 39% da 2 (61/155), recupera 82 rimbalzi (3 di media) e mette a segno 20 assist (0,7). Con la Carpedil ottiene vari piazzamenti ai play off e arriva alle fasi interzona di under 18 e under 20, riuscendo a vestire la maglia della nazionale in molti raduni e tornei. Nella stagione 2016-2017 arriva la chiamata della Dike Napoli che fa esordire la Dentamaro in serie A1 l’1 ottobre del 2016, nella gara Techedge Broni-Saces Mapei Napoli, dove la bravissima Roberta segna anche i primi 3 punti in serie A1 della sua carriera. Sono 8 le partite giocate in A1 e 25 le presenze per lei in massima serie dove gioca anche un minuto nel quarto di finale scudetto, gara 2, contro la Reyer Venezia. Nella passata stagione agonistica gioca nelle fila de La Molisana Campobasso in serie A2, disputando 27 gare, con 2,1 punti di media segnati, il 48% al tiro da 2 (22/46), 47 rimbalzi (1,6 di media) e 19 assist (0,7 a gara). Anche in terra molisana ottiene l’accesso ai play off.

 

Queste le sue prime parole da atleta delle Givova Ladies: “Sono una persona che pensa molto già di suo, ne avrei di cose da dire ma, breve e concisa, posso dire che se riuscirò a trovare la mia serenità fuori e dentro il campo quest’anno riuscirà a darmi molto e io a mia volta riuscirò ad esprimermi al massimo in campo. Le sensazioni che ho avuto confrontandomi con il coach Ottaviano sono state positive sin da subito, la sua massima disponibilità per mettermi a mio agio e per iniziare ad instaurare quel rapporto giocatrice-allenatore che dovrebbe essere molto importante per noi atlete per raggiungere la massima consapevolezza e fiducia nei nostri mezzi, non mi fa che sperare in positivo. Il mio obiettivo personale è riscoprire e rafforzare quanto più possibile la mia tecnica e il mio modo di giocare e, avendone la possibilità, far giocare la squadra, sbagliando, lavorandoci su, anche risbagliando con più convinzione fino a che non raggiungo la massima sicurezza in campo e il giusto feeling con le mie compagne, per provare a puntare in alto insieme”.

Parole da leader quella di Roberta che continua affermando: “So che è stato un anno pieno di soddisfazioni ma anche di delusioni per la Givova Ladies, che ha sudato, gioito e pianto insieme per la sconfitta finale nei playoff dello scorso anno. So solo che a crederci ne vale sempre la pena quando c’è di mezzo un grande traguardo e questa società da la possibilità alle ragazze di crederci fino in fondo. È da questa consapevolezza che bisogna ripartire, società, staff, giocatrici e tifosi devono essere una cosa sola, ripartiamo tutti insieme e sicuramente ci divertiremo. Mi reputo una persona tenace, altruista e che ama il gioco di squadra, fuori e dentro il campo perciò spero di legare subito con le mie compagne e lo staff per fare il miglior lavoro possibile e raggiungere bei traguardi”.

 

Autore del colpo di mercato come diesse, e felice di avere un’atleta del calibro della Dentamaro nel suo roster come allenatore, Nicola Ottaviano ci parla del suo nuovo play: “Che dire di Roberta? Un arrivo inaspettato, ottimo play di categoria superiore, all’occasione con un po’ di fiducia potrebbe ricoprire anche il ruolo di 3, e da quel che ho capito, conoscendola, non ha paura di nuove sfide, quindi ci sarà da divertirsi. Avrà il compito di far girare la squadra e farla correre innescando contropiedi su contropiedi, insieme a Iozzino e le altre ragazzine potrà dare spettacolo e far divertire  il pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO