Tempo di bilanci per la Rari Nantes Arechi

0
196

IMG_2332Con le Finali Scudetto “Allievi” di Firenze si è ufficialmente chiusa la stagione agonistica 2013/2014. Una stagione senza dubbio da incorniciare per la giovane  società scudocrociata che l’ha consacrata come una delle realtà emergenti del movimento pallanuotistico italiano.

Con una squadra piena zeppa di giovani talenti e di alcuni inossidabili veterani, il capolavoro di questa stagione è senz’altro la vittoria del Campionato di Serie B. E’ doveroso ricordare che il team arechino era partito per disputare il Campionato di Serie C e solo la rinuncia di alcuni club ha permesso agli invicti di partecipare alla serie cadetta. Motivo per il quale, il salto nella serie superiore assume contorni assai più grandi. La gara 2 di playoff disputata e vinta ai rigori contro il Pescara in una “Simone Vitale” piena come non mai e strabordante di entusiasmo rimarrà indissolubilmente legata alla storia del club. La “bella” di alcuni giorni dopo nel capoluogo abruzzese, con oltre 70 valorosi tifosi al seguito, invece, è già storia della pallanuoto salernitana.

Se la prima squadra ha raggiunto un traguardo inimmaginabile ai nastri di partenza, non è stata da meno l’Under 17. Partita in novembre per superare il barrage delle qualificazioni “campane” per il Campionato Allievi “A”, i giovani scudocrociati hanno dimostrato, dopo un avvio incerto di stagione, di poter competere con le superpotenze del campionato. Indimenticabili i quarti di finale di Civitavecchia e le semifinali di Roma, che hanno visto l’Arechi prevalere su dei veri e propri squadroni come, ad esempio, la Canottieri Napoli. Le zero vittorie alle finali fiorentine non devono in alcuna maniera scalfire quanto di buono fatto vedere in precedenza. La scarsa condizione fisica, figlia di una precaria preparazione fisica causata da pochi giorni di allenamento nelle gambe e nelle braccia, e l’infortunio occorso al portiere Busà, recuperato solo parzialmente il giorno della prima partita contro il Bogliasco, non cancelleranno in alcun modo un altro storico traguardo raggiunto dagli invicti. Traguardo, tra l’altro, premiato con le convocazioni in Nazionale di Gaetano Baviera per i Mondiali Under 18 di Istanbul e di Mario Del Basso con la selezione azzurra Under 19.

Sulla falsariga dei più grandi anche i “baby” Under 13 hanno contribuito a rendere ancor più vincente la stagione. Con la vittoria del Girone B del Campionato regionale, con le grandi prove nei vari e prestigiosi trofei disputati, su tutti il Trofeo Tomo Udovicic di Dubrovnik (decimo posto finale) i piccoli scudocrociati hanno tenuto ben alto il nome della Rari Nantes Arechi. La ciliegina sulla torta è arrivata con il 3° posto raggiunto dagli under 11, i piccolissimi invicti, a Lignano Sabbiadoro all’Haba Waba  Festival International, vero mundialito per club.

Belle soddisfazioni sono arrivate anche dal settore nuoto dove i piccoli nuotatori hanno mostrato nel corso dell’anno una costante crescita. Le sirene e gli squaletti arechini del settore “Nuoto propaganada” che hanno partecipato, con ottimi risultati,  a numerose gare  sia in ambito regionale che nazionale, rappresentano per la società biancoblu il sicuro punto di partenza per un futuro agonistico sempre più prospero e vincente.

Alla luce di tutti questi risultati l’intero Consiglio direttivo della Rari Nantes Arechi coglie l’occasione per ringraziare di cuore i  tecnici, gli atleti, dai più piccoli ai più grandi, i genitori,  i semplici tifosi, insomma tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito a questa spettacolare stagione.  L’augurio è di poter proseguire questa scia vincente, che oramai accompagna il sodalizio arechino sin dalla sua nascita. Non sarà facile perchè all’orizzonte ci sono prove sempre più difficili e stimolanti, ma restando  uniti ed  affrontandole con l’entusiasmo e la passione di sempre ne usciremo ancora una volta vittoriosi.

 

LASCIA UN COMMENTO