Arsenal Salerno, pari sfortunato contro la Virtus Sant'Antonio.

0
28

stemmaarsenalsalernoFinisce 1 a 1 la partita tra Arsenal Salerno e Virtus Sant’Antonio in quel di Capezzano, su un campo bagnato dalla pioggia ma non dalla fortuna per i gunners di mister Pinto, autori di una bella prova in campo, che raccolgono solo un punto contro un avversario sornione e a tratti pericoloso.

Nel primo tempo, coach Pinto, schiera il classico 4 – 4 -2 con Saggese centrocampista avanzato, con Somma e Gioia, punte di riferimento in avanti. Ma venendo alla partita giocata, è subito Arsenal che si rende pericoloso con Iacoletti, che al 5’ tenta un improbabile pallonetto, che si spegne all’esterno della rete difesa da Sorrentino. Dopo venti minuti di gioco, di marca Arsenal, è proprio dagli sviluppi di un calcio di punizione calciato da Garaffa, che un difensore avversario per poco non devia nella propria porta, il pallone infatti va a finire sulla traversa giallorossa. Poco dopo però è la Virtus che con Marrazzo ci prova dal limite, ma Petrelli non si fa trovare impreparato e sventa il pericolo. Al 28’ dal vangelo secondo Gioia, parabola dell’attaccante dell’Arsenal, che si stampa nel set, imprendibile per Sorrentino: 1 – 0 e partita in salita per i napoletani di mister De Risi. Alla mezzora Sant’Antonio Abate pericoloso in area biancorossa, ma un attento capitan Coccorullo manda di testa fuori. Sul finire del primo tempo, ancora Sant’Antonio in avanti con un cross del numero 10 Pasquale D’Auria dal versante sinistro, che trova la testa di Acanfora, che però non riesce a finalizzare di pochissimo a lato di Petrelli. Durante il recupero, però è ancora “pugno” Gioia, che entrando in area avversaria, colpisce l’ennesimo legno stagionale, davvero sfortunato l’attaccante picentino, che meriterebbe miglior sorte.

Il secondo tempo, si apre con una Virtus più arrembante e infatti, al 1 minuto della ripresa, è bomber Acanfora che ritrova il goal dopo diverse giornate di digiuno: 1 – 1 e pareggio. Al 22esimo della seconda frazione di gioco è ancora Virtus con Marrazzo che ben servito da Beneantonio, manda clamorosamente a lato, nulla di fatto. Al 32esimo è invece ancora Gioia che grazie alla sponda di un generoso Somma, calcia forte ma centrale tra le braccia di Sorrentino, che si infortuna anche ed è costretto ad uscire lasciando spazio al numero 12 La Mura. In pieno recupero è Borrello che servito da Gorga, ha l’occasione per chiudere il match, ma La Mura si accartoccia come una piovra sul pallone e chiude definitivamente le speranze per l’Arsenal Salerno di conquistare i tre punti. Termina dunque 1 a 1, ma quanto rammarico per i gunners di Salerno.

 

Tabellino

Arsenal Salerno
Petrelli – Capezzuto – Garaffa – Gorga – Coccorullo – Palumbo – Porpora – Iacoletti – Somma – Gioia – Saggese (Borrello al 20’ s.t.). All. Pinto.

Virtus Sant’Antonio Abate
Sorrentino (La Mura al 35 s.t.) – Staiano – D’Auria – Beneantonio – Manfuso – Calabrese – Marrazzo – Attianese – Acanfora – D’Auria P. – Cerchia . All. De Risi

Arbitro: Striano di Salerno
Ammoniti: Somma (A) al 23 p.t. ; Gioia (A) al 29 p.t. ; Iacoletti (A) al 35 p.t.; D’Auria P. (SA) al 12 s.t.; Manfuso (SA) al 36 s.t.; Gorga (A) al 44 s.t.; D’Auria (SA) al 45 s.t.
Marcatori.: Gioia (A) al 28 p.t.; Acanfora (SA) al 1 s.t.;

LASCIA UN COMMENTO