Arsenal Salerno, 0-0 con la Honveed Coperchia.

0
48

SAMSUNGFinisce a reti bianche il derby tra Arsenal Salerno e Honveed Coperchia, ma quanti rimpianti per i gunners.

Tabellini: Arsenal Salerno vs Honveed Coperchia= 0 – 0
Arsenal Salerno – Bracciante C., Capezzuto, Garaffa, Gorga, La Rocca, Mastrangelo (Genovese al 22’ s.t.), Giella (Porpora al 16’ s.t.), Sabetta, Somma, G. Bracciante (Saggese al 33’ s.t.), Gioia. All. V. Petrone
Honveed Coperchia – Romeo, Capuano, Pecorale, Vitale, Vetromile, Falcone, Gaeta (Melillo al 17’ s.t.), Alfieri, Trezza,Romeo M.(Principe al 23’ s.t), Sebastiano(Buonocore al 31’ s.t.). All. Apicella.
Ammoniti.: La Rocca, Mastrangelo, Giella (Arsenal Salerno); Vitale, Capuano (Honveed Coperchia).
Espulsione: Somma (Arsenal Salerno) al 28esimo s.t.
Arbitro: Riccardo Marcone di Nocera Inferiore
Spettatori: 300 circa

Una cornice di pubblico da categoria superiore e un derby che torna sul campo “Andrea Bolognese” di Pellezzano dopo un anno e mezzo in Prima Categoria,e vede di fronte le squadre dell’Arsenal Salerno e Honveed Coperchia. Per l’Arsenal Salerno è il debutto assoluto in prima e l’emozione si nota subito in campo per gli uomini di Petrone, è infatti al decimo del primo tempo che l’Honveed si affaccia nella trequarti avversaria con una punizione di Sebastiano che si stampa sulla barriera avversaria. Al quarto d’ora è ancora la squadra di Apicella che ci prova, con l’Honveed che tenta di spingere con una certa insistenza sulla fascia sinistra dell’Arsenal, ma il fraseggio messo in atto da Trezza e Romeo, non trova le giuste finalizzazioni. Cinque minuti più tardi è ancora l’Honveed con il numero 10 Romeo che si porta in avanti, complice anche una distrazione di Gorga che perde un pallone nel cerchio del centrocampo, ma l’attaccante biancorosso non ne approfitta, calciando debolmente tra le braccia di Claudio Bracciante. Al 22esimo della prima frazione, prima azione pericolosa dei gunners di Salerno, su un pericoloso cross in area di Garaffa, che però non riesce a trovare la testa di Somma. Al 25esimo è invece l’Honveed che ci prova con Falcone che su cross di Sebastiano, non riesce a dare la giusta spinta in rete, mandando alto sulla traversa. E’ sicuramente la prima vera azione pericolosa per l’Honveed. Alla mezzora, La Rocca compie un’ingenuità per fallo a limite dell’area sull’attaccante coperchiese e si becca l’ammonizione dell’arbritro, che non risparmia nemmeno Mastrangelo per proteste. Sugli sviluppi della punizione calciata da Pecorale c’è un nulla di fatto. Sempre alla mezzora è Gioia che ci prova per l’Arsenal Salerno, ma il portiere avversario è ben piazzato e blocca. Al 32esimo viene ammonito Giella sempre per proteste, mentre l’Honveed sembra crederci di più in questa frazione di gioco. Le fasi successive della partita vedono due ammonizioni per l’Honveed ai danni di Vitale e Capuano ed un tiro alto, sprecato dal numero 9 Trezza. Nella seconda frazione di gioco l’Arsenal Salerno appare molto più pimpante e le azioni partono spesso dai piedi di Garaffa, è infatti al 5’ del secondo tempo che Mastrangelo non riesce a finalizzare un passaggio preciso in area proprio del centrocampista rossoblu. Due minuti dopo ci prova invece la squadra di Apicella, ancora con Sebastiano, ma Bracciante è pronto a respingere e a mandare fuori. Al quarto d’ora della ripresa, Petrone lancia Porpora nella mischia al posto di Giella e Genovese al posto di Mastrangelo per infortunio, mentre per l’Honveed entrano prima Melillo per Gaeta e Principe per Romeo. E’ alla mezzora però che il match si infiamma con il trio Bracciante- Somma – Gioia che però hanno poca fortuna, grazie anche ad un intervento miracoloso di Romeo che para in due tempi. Poco dopo è ancora Somma che lanciato da Bracciante, non riesce a finalizzare per poco. Al 28esimo Somma si rende protagonista di un fallo ai danni di un difensore avversario, l’arbitro che era poco distante, ritiene cattivo il fallo ed espelle l’attaccante dei gunners. A quel punto Petrone sostituisce Bracciante con Saggese mentre l’Honveed in superiorità numerica prova a spingere sull’acceleratore e infatti Apicella sostituisce un generoso Sebastiano con il fresco Buonocore. Cambia poco per l’Honveed, mentre l’Arsenal trova la forza per provare a pungere i cugini e infatti al 44’esimo ci prova Gorga a far male, ma non trova lo specchio della porta, con un colpo di testa sporco, che finisce di poco fuori. Sullo scadere della partita è Principe che ci prova ma Bracciante salva ancora, così come infine fa il collega Romeo, che ancora su un colpo di testa di Gorga, compie l’ennesimo miracolo, parando nel set un insidioso colpo di testa del solito Gorga. Pareggio dunque al termine della partita, che sta forse un po’ stretto all’Arsenal Salerno per le azioni prodotte soprattutto nella seconda fase di gioco, mentre per l’Honveed si tratta di un punto guadagnato e di una partita equilibrata, giocata dall’una e l’altra squadra.
Queste le dichiarazioni del dg dell’Arsenal Salerno Giuseppe Palo a fine gara.
“Ritengo che il primo tempo sia stato giocato alla pari dalle due squadre, sicuramente siamo stati un pizzico sfortunati nel secondo tempo in cui abbiamo sicuramente prodotto almeno quattro azioni nitide per sbloccare il risultato. Sono stati compiuti a mio avviso interventi importanti dal loro portiere che ha contribuito a salvare il risultato. Mi fa piacere per la bella cornice di pubblico che c’era allo stadio, noi eravamo un po’ rimaneggiati tra infortuni e squalifiche tuttavia i nostri hanno giocato bene e hanno già fatto vedere ottime cose. Sarà un campionato difficile, l’importante era cominciare con il piede giusto.”

LASCIA UN COMMENTO