Alma Salerno, missione compiuta: Taranto battuto 7 a 2 e play-off in cassaforte.

0
191

L’Alma Salerno doveva e voleva vincere e così è stato. Dopo il brusco stop esterno contro il Bernalda Futsal, i salernitani si sono imposti sul New Taranto con il punteggio di 7 a 2.

I padroni di casa partono con piglio deciso e riescono a sbloccare il risultato poco dopo più di due minuti con Walter Villalba. Al sesto minuto, però, gli ospiti agguantano il pareggio ma, nonostante questo, l’Alma continua a costruire numerose azioni da gol, peccando, però, di precisione dinanzi al portiere avversario.

La situazione di equilibrio dura poco perché, al minuto 8, è l’altro Villalba, Renè, a riportare in vantaggio i suoi.

L’Alma Salerno è ben determinata a portare a casa i 3 punti e prova a rimpinguare il suo bottino di reti in ogni modo, come dimostra l’iniziativa solitaria del portiere Gaute che, involatosi sulla destra, mette al centro per Roscigno che, però, giunge in leggero ritardo sul pallone. Quello che ne segue è un vero e proprio assedio alla porta dei pugliesi: un forcing che dà i suoi frutti prima con Spisso, su assist di Melchiorre, e poi con Galiñanes che manda in rete un pallone caparbiamente recuperato da Davì.

Il primo tempo si chiude così, sul risultato di 4 a 1. Bisogna attendere, poi, l’ottavo minuto dalla ripresa per la cinquina dell’Alma, che arriva con un’ottima incursione centrale di Spisso. La compafine granata non si accontenta e prova ad andare a segno in più di una circostanza ma senza esito positivo, anche grazie ad alcuni decisivi interventi dell’estremo difensore del Taranto. Ci pensano poi Melchiorre e Roscigno a trascinare l’Alma sul 7 a 1, prima che gli ospiti mettano a segno il loro secondo gol.

La partita termina, dunque, con il risultato di 7 a 2, con l’Alma Salerno che mette al sicuro il terzo posto in classifica, alle spalle di Sandro Abate e Marigliano. Prossimo impegno il 10 marzo, con la delicata trasferta sul campo del Lausdomini.

LASCIA UN COMMENTO