Nasce a Salerno una “Casa del Bambino”, la prima scuola primaria Montessori che prepara al futuro.

0
1029

Un piccolo sogno in città si realizza, dopo l’apertura della prima scuola d’infanzia  con Metodo “Montessori” presso il VI Circolo Didattico della scuola  “G. Costa” anche una scuola primaria Montessori nasce a Salerno  dal prossimo anno scolastico 2018/19 presso la  Scuola del Mediterraneo “Villaggio del fanciullo – S. Domenico Savio”in Via Salvatore Allende .

Il Coordinatore del progetto didattico , prof. Giuseppe Pannullo,  in collaborazione con l’Opera Montessori di Roma e l’Associazione dei genitori “Hormè” di Salerno, ha reso possibile dopo anni di  impegno e condivisione organizzare  questo nuovo percorso didattico che valorizzi un metodo pedagogico nato in Italia  ad opera della prima donna laureata in medicina , specializzata in  studi neuro scientifici e poi pedagogista affermata in tutto il globo che era Maria Montessori. A Salerno già negli anni settanta esisteva una scuola privata in Via Monti dove il metodo Montessori era  applicato dall’infanzia alla primaria, purtroppo chiusa dopo la morte del suo Direttore prof. Francesco De Angelis.

L’Associazione dei genitori “Hormè”  si è impegnata  in città per l’apertura  di scuole   che adottassero questo metodo  valido soprattutto in ambito scientifico e matematico. L’Universià degli Studi di Salerno, ha infatti investito su questo  progetto offrendo la propria  consulenza scientifica  con il Dipartimento di Matematica e contribuendo anche alle spese dell’acquisto dei materiali strutturati.

Il metodo montessoriano è basato  in modo particolare sull’utilizzo di materiali didattici specifici. In molte scuole nonni e genitori, insegnanti, si sono adoperati alla costruzione e all’adattamento di  alcuni di questi strumenti necessari all’applicazione del metodo, in  quanto molto costosi. Nulla ha fermato la tenacia di chi  sabato 16  giugno alle ore 16,00 presenterà nella Scuola del Mediteraneo,  sita  sul lungomare della zona orientale della città , adiacente al porto marina d’Arechi, il progetto culturale  e didattico di questa nuova avventura.

“La scuola si può considerare secondo due punti di vista: o come il luogo in cui si impartisce l’istruzione, o come una fase di preparazione alla vita. In quest’ultimo caso deve soddisfare tutti i bisogni della vita.”

Questo precisava Maria Montessori il cui metodo pedagogico,  offre una ampia visione dell’educazione intesa come aiuto alla vita, basato sull’osservazione dell’essere umano nello svolgersi della crescita, dalla nascita fino all’età adulta.
Alle ore 16,00  lo staff organizzativo della scuola accoglierà genitori, esperti, pedagogisti , docenti e giornalisti per visitare la  scuola e i locali preposti .
Alle ore 17,00 in una Conferenza di presentazione dell’iniziativa  dopo i saluti istituzionali di Clotario Pagano( Presidente Fondazione Volano) e  Maria Rita Giordano(Assessore alle politiche giovanili e innovazione del Comune di Salerno)interverranno  su :

“Il metodo Montessori”Laura Rinaldi ( Opera Montessori di Roma)
“Il progetto Montessori nella Scuola del Mediterraneo”,   Giuseppe Pannullo( coordinatore delle attività didattiche), Giuseppe Mangano( maestro scuola primaria Montessori),  “Matematica in movimento: il pensiero razionale tra creatività e fantasia”  Roberto Capone (Dipartimento di matematica  Università degli Studi di Salerno)  “Le competenze necessarie per affrontare il futuro”  Mirko Pallera( Digital South) , “Essere genitori nell’era digitale”  Sonia China( Tinkidoo)“Il metodo come filosofia di vita”  Rosalia Cella ( Presidente Associazione Hormè).

Gilda Ricci

LASCIA UN COMMENTO