Gastroenterologia, convegno a Praiano venerdì 26 e sabato 27.

0
230

Venerdì 26 e sabato 27 ottobre, presso la Sala Consiliare del Comune di Praiano (Sa) si terrà il meeting internazionale dal titolo “Le precancerosi epatogastrointestinali”.
Si tratta di un importantissimo evento formativo, accreditato ECM per 12 crediti, curato dal prof. Gaetano Iaquinto, nella sua qualità di membro dello IUPHAR International Union of Basic and Clinical Pharmacology, associazione non-profit che ha come finalità di migliorare la medicina attraverso la ricerca.

Nei due giorni in programma, grazie a IUPHAR e al curatore Gaetano Iaquinto, si susseguiranno interventi e relazioni di alcuni tra i più importanti nomi nazionali e internazionali tra cui: Akinori Yanaka (Giappone), Enzo Andorno (Genova),Brzozowski Tomasz (Polonia), Buret Andre (Canada), Renato Cannizzaro (Aviano), Nicola Caporaso (Napoli), Gabriele Capurso (Roma), Massimo Conio (Sanremo), Francesco Crafa (Avellino), Ludmilla Filaretova (Russia), Gyres Klara (Ungheria), Lichtebmberger Lenard (America), Sikiric Pre- drag (Croazia), Sandor Szabo (America), Nathalie Vergnolle (Francia), Giovanni Zaninotto (Regno Unito), John Wallace (Canada), Zayachkivska Oksana (Ucraina) e molti altri.

PROGRAMMA CON LOGHI

Il benvenuto a relatori, moderatori, discussants, italiani e stranieri sarà dato dal dott. Vincenzo Schiavone, Presidente del gruppo Nuova Domiziana S.p.a., e dal Sindaco di Praiano Giovanni Di Martino.
Il corso è aperto a: medici di medicina generale ed a specialisti in gastroenterologia, malattie infettive, medicina interna, chirurgia, oncologia, nutrizione clinica, radiodiagnostica, biologia, farmacologia. L’obiettivo è quello di fornire un update sui progressi diagnostici e terapeutici in materia mediante il supporto di relatori esperti, lo scambio di informazioni scientifiche e anche con discussioni allargate.

“Le recenti acquisizioni farmacologiche e tecnologiche in gastroenterologia ed epatologia – spiega Iaquinto, già primario di Gastroenterologia all’Ospedale Moscati di Avellino e oggi alla Casa di Cura Santa Rita di Atripalda – hanno aperto nuove prospettive nella cura di importanti patologie, ma impongono adeguate scelte, sia politiche che sanitarie, sulla razionalità dell’impiego dei nuovi farmaci e dei nuovi strumenti diagnostici a disposizione. Durante il Corso parleremo di epatopatie da virus C, epatocarcinoma, malattie infiammatorie croniche intestinali, esofago di Barrett, malattia peptica, malattia celiaca, probiotici e prebiotici nelle IBS – IBD. Di ogni argomento saranno definite le attuali conoscenze, disegnando lo scenario delle prospettive future, in ambito sia diagnostico che terapeutico. I nuovi farmaci antivirali per le epatopatie da virus C, che hanno rivoluzionato il percorso terapeutico di queste patologie, saranno argomento di una delle sessioni. Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI) saranno stressate da un punto di vista patogenetico; rilievo sarà dato allo spettro di farmaci che il gastroenterologo ha oggi a disposizione per il trattamento delle MICI. L’H Pylori verrà analizzato quale agente della malattia peptica e del cancro gastrico. Verranno trattate a tal proposito le news per l’eradicazione del batterio. La terapia dell’esofago di Barrett da un punto di vista medico, endoscopico e chirurgico verrà analizzata da gastroenterologi e chirurghi esperti nella materia. Il trattamento dell’epatocarcinoma sarà stressato in una tavola rotonda da gastroenterologi, radiologi, chirurghi, trapiantologi. Spazio rilevante verrà dato alla celiachia ed alla sensibilità al glutine non celiaca. Lo scopo di questo Corso è quello di fornire, da parte di relatori qualificati nel settore, dati clinici e terapeutici nelle pre- cancerosi, e linee guida per la prevenzione delle neoplasie epatogastrointestinali”.

L’accreditamento del corso e la segreteria organizzativa sono curate dal provider irpino Espansione srl, cui possono rivolgersi i medici che intendono partecipare contattando lo 0825 781052 o 0825 1801013 (fax) o scrivendo a info@espansionesrl.com.

 

LASCIA UN COMMENTO