UnisaOrienta, il racconto della seconda giornata con il Prefetto di Salerno Malfi.

0
64

“Cari ragazzi, oggi siete chiamati scegliere non solo il percorso di studi ma a capire anche il vostro ruolo nella società. Vedervi in tanti in questa aula mi fa tornare al 1976-’77 quando stavo dall’altra parte e coltivavo gli ideali che hanno determinato le mie scelte di vita”.

Sono le parole pronunciate questa mattina (giovedì 18 febbraio) dal Prefetto di Salerno, Salvatore Malfi, durante l’incontro della seconda giornata di UnisaOrienta. Anche oggi migliaia gli studenti hanno visitato il campus di Fisciano in occasione della manifestazione di orientamento promossa dal CAOT, il Centro di Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato dell’Università di Salerno, in collaborazione con i sedici Dipartimenti dell’Ateneo. UnisaOrienta 2016 proseguirà nei giorni 19,22,23,24,25,26,29 febbraio e 1° marzo.

Ad introdurre gli studenti al primo incontro della giornata è stato il Direttore del Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation System, Vincenzo Loia che per prima cosa ha voluto scattare una foto ai ragazzi. “Questa iniziativa, con voi qui, porta un fiume di energia”. Poi, parlando delle prospettive legate alla facoltà ha aggiunto: “L’obiettivo di tutti noi docenti è quello di creare i manager del futuro in grado non solo di guidare le aziende già esistenti ma di essere anche autori di un originale progetto aziendale”.

A far gli onori di casa stamane con Rosalba Normando, delegata all’Orientamento, anche Antonio Piccolo, Prorettore dell’Università degli Studi di Salerno: “da anni per il nostro ateneo gli studenti rappresentano il centro vitale di tutte le scelte. Non a caso stiamo pensando di rafforzare tutte le informazioni che riguardano la vita d’ateneo anche sul fronte dei social network”.

Tra le iniziative che stanno riscuotendo successo al campus in questi primi giorni di UnisaOrienta c’è il contest “Scatta UnisaOrienta”, che invita gli studenti a raccontare, attraverso uno scatto fotografico, i momenti più significati vissuti nel corso dell’evento. Le fotografie realizzate vengono pubblicate su “Instagram” utilizzando come hashtag “unisaorienta”.

Anche per Alfonso Grassi del Dipartimento di Chimica e Biologia “Adolfo Zambelli” la parola d’ordine di questa giornata è stata “futuro”: “Gli anni che trascorrerete all’università sono quelli che determineranno il vostro futuro. La nostra facoltà è pronta a formarvi per affrontare le sfide di domani: creare un’economia sempre più sostenibile che non sfrutta e calpesta”.

 

Al termine dell’incontro immancabile è stato il selfie finale, come una sorta di patto mediatico sancito tra i giovani e gli adulti. Per Antonio Troisi di Avellino, Gerardo Picariello di Serino e Pierferdinando Ruffolo di Monteforte il futuro prossimo è legato allo studio nella loro terra – sono pronti a proseguire gli studi iscrivendosi ad ingegneria – ma la loro vita lavorativa la immaginano oltre confine: “Dopo la laurea vorremmo andare in Inghilterra, Germania oppure in Austria perché crediamo che ci sia più possibilità di lavoro”. È dello stesso avviso Elena Salvi di Scafati che sogna di diventare una docente di lettere, “ma ho messo in conto anche di andare via dall’Italia; magari in America”. Gina  Abagnale, anche lei di Scafati, il suo futuro da psicologa lo vorrebbe realizzare nella sua terra: “La Campania non offre molto. Preferirei lavorare dove sono nata e spero, un domani, di non dover fare le valigie”.

Domani venerdì 19 febbraio, terzo giorno di UnisaOrienta. Ad incontrare gli studenti saranno Alfredo De Santis, Direttore del Dipartimento di Informatica, e Rosa Maria Grillo, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Ospite della giornata sarà l’assessore alla Formazione ed alle Pari Opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani. L’incontro avrà inizio alle ore 9, nell’Aula Magna.

Da quest’anno è possibile seguire la manifestazione anche attraverso il canale “Facebook” del Centro di Ateneo per l’Orientamento ed il Tutorato. Sulla pagina ufficiale del CAOT (https://www.facebook.com/caot.unisa/) sono pubblicati  il programma dell’evento, i video-racconti quotidiani, gli interventi degli ospiti, le interviste nonché le foto ed i video realizzati dagli studenti nel corso delle dieci giornate.

LASCIA UN COMMENTO