Tutto sull'idroterapia: caratteristiche e vantaggi di questi trattamenti naturali.

0
106

idroNegli ultimi anni si è osservato un vero boom della medicina alternativa e dei trattamenti naturali. Infatti, sono sempre più le persone che desiderano prendersi cura della propria salute, ma anche della propria bellezza, attraverso un approccio soft, che non richieda l’utilizzo massiccio di farmaci oppure di terapie invasive.

Questo fenomeno è molto probabilmente legato alla diffusione di una nuova cultura ecologica, che vede nei rimedi naturali e nei prodotti vegetali di provenienza biologica i migliori alleati per il mantenimento di un organismo sano e forte.

Tale tendenza presenta sicuramente molti aspetti positivi, ma va anche detto che in alcuni casi, anche la più innocua delle terapie può rivelarsi dannosa. Inoltre, in presenza di patologie serie e conclamate, non bisogna mai scegliere di abbandonare le cure tradizionali per sperimentare quelle alternative, ma, al più, pensare di affiancare i due approcci.

Rientra tra le cosiddette medicine alternative anche l’idroterapia. In origine questo termine veniva utilizzato per indicare trattamenti di varia tipologia basati sulle proprietà termiche, meccaniche e chimiche dell’acqua, mentre oggi il suo significato è stato esteso, andando a comprendere anche le particolari cure fisioterapiche che vengono praticate in immersione, più correttamente conosciute come idrokinesiterapia.

Cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche, i vantaggi e le controindicazioni di questo particolare tipo di terapie.

L’idroterapia

L’acqua è protagonista di moltissimi tipi di trattamenti.
Già presso gli antichi romani, le terme erano diventate un luogo non solo adibito all’igiene personale, ma anche ad una lunga serie di cure, che sfruttando vasche con temperature diverse, permettevano di tonificare e rinvigorire il corpo.
Oggi i trattamenti idroterapici vengono comunemente praticati presso stazioni termali, spa e centri benessere, dove vengono proposti bagni in piscine con acqua fredda o calda oppure in vasche idromassaggio, nonché saune, docce emozionali, impacchi, massaggi con il ghiaccio e molto altro ancora.

A seconda della sua temperatura, l’acqua può avere effetti diversi sul corpo umano, infatti:

• l’acqua fredda esercita un’azione decongestionante ed antinfiammatoria, favorendo il restringimento dei vasi sanguigni;
• l’acqua calda permette il rilassamento della muscolatura e l’espulsione di tossine attraverso la sudorazione;
• l’alternanza dell’acqua fredda e calda stimola la microcircolazione, garantendo un ottimo effetto tonificante.

L’idromassaggio rappresenta una tecnica idroterapica particolare, in cui l’azione meccanica dell’acqua messa in movimento dall’aria, va a sciogliere le tensioni a livello muscolare ed a favorire una riattivazione della circolazione a livello locale.
Ovviamente le proprietà dell’acqua possono essere potenziate dall’aggiunta di sostanze particolari. Un bagno arricchito con gli appositi sali è in grado, ad esempio, di purificare e levigare la pelle, oltre che di garantire sollievo contro il problema delle gambe gonfie e delle ritenzione dei liquidi.

I benefici dell’idroterapia sono evidenti anche a livello psicologico, dal momento che essa regala piacevoli momenti di relax, utilissimi per contrastare lo stress.

Per quanto i trattamenti idroterapici siano generalmente molto delicati e somministrati in maniera assai graduale, va detto che essi possono essere controindicati in soggetti ipertesi, o che soffrono di altre patologie a livello cardiocircolatorio. L’idroterapia è solitamente sconsigliata nei bambini al di sotto dei due anni di età e durante la gravidanza.

L’idrokinesiterapia

Con questo termine si indicano quei particolari trattamenti riabilitativi e fisioterapici che hanno luogo in piscina. L’acqua si rivela uno strumento utilissimo nel trattamento di molte patologie ossee e muscolari che determinano una riduzione della mobilità, o anche nel recupero delle funzioni motorie in seguito ad incidenti od interventi chirurgici.

Esistono aziende che si dedicano proprio alla progettazione di queste piscine fisioterapiche, garantendone la funzionalità e l’elevato standard di sicurezza. Solitamente, le ditte di realizzazione provvedono anche agli interventi di manutenzione ordinaria, molto importante per assicurare il corretto funzionamento di suddette vasche.

A tale proposito, si consiglia di munirsi degli appositi pulitori per piscine Dolphin, che garantiscono il massimo della pulizia e dell’affidabilità. Questi speciali robot pulitori possono essere utilizzati in piscine di qualsiasi forma e dimensione.
Generalmente, questa tipologia di piscine viene realizzata dalle ditte fabbricatrici in collaborazione con medici e fisioterapisti.

Sotto la guida del personale medico, vengono eseguiti esercizi particolari, anche mediante l’ausilio di attrezzature speciali, come le cyclette subacquee, che permettono di stimolare in maniera delicata ma efficace tutto il corpo.

L’ambiente acquatico garantisce diversi vantaggi:

• riduzione del peso corporeo. Un corpo immerso in acqua si trova in una condizione assimilabile all’assenza di gravità. Di conseguenza i movimenti risultano più agevoli ed i carichi articolari ridotti;
• riduzione di edemi e ristagni di liquidi grazie al massaggio naturale effettuato dalla pressione idrostatica durante i movimenti;
• aumento della tonificazione muscolare per via della resistenza offerta dall’acqua;
• maggiore senso di sicurezza nel paziente che riesce ad eseguire più agevolmente gli esercizi senza il pericolo di cadute o contusioni.

 

LASCIA UN COMMENTO