Il tributo di Gianluca Guidi a Frank Sinatra, martedì 12 al Teatro De Filippo di Agropoli.

0
157

10338895_1729591667252201_4906086716128928577_nIl 12 dicembre del lontano 1215 a Hoboken, un comune degli Stati Uniti d’America, nella Contea di Hudson, nello Stato del New Jersey, venne alla luce Francis Albert Sinatra, era noto in America anche con i soprannomi di Ol’ Blue Eyes, Frankie, Swoonatra. Morì poi ultraottantenne in una città appartenente alla contea di Los Angeles in California, a West Hollywood il 14 maggio 1998.

Era di origine italiana. E’ stato un cantante, attore e conduttore televisivo statunitense. Grande carismatico personaggio mondiale, si impose nel panorama musicale internazionale sin dal dopoguerra. La sua attività canora è durata per ben 63 anni, dall’inizio degli anni Trenta fino al 1995. Al suo attivo si contano ben 150 milioni di dischi venduti.

Nel corso della sua carriera ha ricevuto due Premi Oscar e diversi importanti riconoscimenti. Nel 1985 gli fu conferita la Medaglia presidenziale della libertà. Nel 1997, invece, gli Stati Uniti lo onorarono con la Medaglia d’oro del Congresso (la Congressional Gold Medal). Si distingue, rispetto a tantissimi artisti canori, anche per la sua innumerevole quantità di brani. Sono, infatti, oltre 2200 i suoi brani e più di 60 album pubblicati. E’, insomma, il cantante che registra la maggiore produzione musicale della storia. Lo spettacolo dedicato a Francis Albert Sinatra vuole festeggiare l’uomo e l’artista a cento anni dalla sua nascita.

“Lo spettacolo in suo onore dura circa due ore ed è accompagnato da Michele Di Martino al pianoforte Tommaso Scannapieco al Contrabbasso Amedeo Ariano alla batteria; Gianluca Guidi percorre un vero e proprio viaggio/tributo in onore del grande artista Americano. Autori come Cole Porter, George Gershwin, Richard Rodgers, Sammy Cahn che hanno contribuito a scrivere la storia della canzone Americana, sono destinati all’immortalità grazie anche alla longeva e straordinaria carriera di Frank Sinatra, che ha accompagnato, con la sua musica almeno quattro generazioni. Sinatra è stato e rimarrà la più straordinaria voce pop che il mondo abbia ascoltato. Una vita, la sua, tra le più longeve della storia musicale mondiale. Bing Corsby ebbe a dire”…di voci come quelle di Sinatra ne nasce una ogni secolo … purtroppo io sono capitato nello stesso secolo suo…”. L’uomo Sinatra, controverso per molti motivi, è stato capace di incantare sul palcoscenico milioni di persone in tutto il mondo. E’ quindi doveroso, passato il suo “secolo”, celebrarlo anche in Italia, per mano, o meglio “per voce” di chi ne è rimasto incantato fin da bambino, complici anche I numerosi dischi ben in vista nello studio della casa in cui viveva da piccolo. Gianluca vive la sua prima giovinezza e poi l’adolescenza controcorrente rispetto ai suoi amici. Il primo album trovato e ascoltato da Gianluca è “It Might as Well be Spring” con l’orchestra di Count Basie diretta da Quincy Jones. Il “suo” primo disco di Sinatra è l’album live del concerto al Madison Square Garden di New York del 1974 che Gianluca baratta con un suo amico in cambio di un album di un gruppo Rock chiamato The Ramones. Da qui in poi un “amore” eterno verso colui che lo ha fatto sognare a dispetto delle mode o tendenze più in voga”.

apertura articolo sinatra“That’s Life- Tributo a Frank Sinatra” è, dunque, uno spettacolo con Gianluca Guidi al quale non si potrà mancare ed è programmato per martedì 12 gennaio alle ore 20.45 al Cineteatro “Eduardo De Filippo” di Agropoli (Biglietti ridotti € 15 per giovani fino a 30 anni e universitari; € 50 per coppia 1 settore; € 40 per coppia 2 settore; il Botteghino del teatro è aperto tutti i giorni dalle ore 17 alle 19.30).

Direttore Artistico del Cineteatro agropolese è l’attore Pierluigi Iorio. A lui il plauso per il cartellone di una ricca e interessante stagione teatrale e cinematografica. Una proposta di cultura che ottiene e otterrà il consenso degli spettatori cilentani. La moderna struttura del Teatro agropolese, inaugurata nel dicembre del 2014, si pone oggi come importante riferimento di arte e cultura per tutto il vasto comprensorio cilentano. Appare una scommessa vinta da parte dell’Amministrazione del Comune di Agropoli. Si rappresenta, considerando il solo finanziamento comunale per la realizzazione, quale intelligente investimento nella promozione delle potenzialità artistiche e culturali locali. “That’s Life- Tributo a Frank Sinatra” è un evento di spessore, una delle tante dimostrazioni dialogiche del territorio con le dinamiche internazionali sicuramente culturalmente più ampie e complesse, ma oggi rese anche fattibili e opportune.
Emilio La Greca Romano

 

LASCIA UN COMMENTO